Opinioni Sib-Confcommercio

Contro i balneari, un populismo becero e vigliacco

Il governo si dimostra forte con i deboli e debole con i forti

Ieri abbiamo assistito all’ennesima sceneggiata politica. Sulla legge di delegazione europea, un emendamento presentato da Fratelli d’Italia per l’esclusione delle concessioni demaniali marittime dalla direttiva Bolkestein è stato bocciato dal Senato. Non sarebbe stato risolutivo (per la sentenza della Corte di giustizia europea “Promoimpresa” e per quanto disposto nel ddl concorrenza), ma certamente si sarebbe trattato di un importante positivo segnale politico del governo italiano verso la Commissione europea.

A seguito della bocciatura di questo emendamento si è sollevata la solita carnevalata di alcuni esponenti politici che hanno invocato coerenza e serietà rispetto al ddl concorrenza, che prevede le gare per le aziende balneari e che è stato approvato anche da alcune forze politiche che ieri invece si sono espresse diversamente. Sta di fatto che proprio quegli esponenti politici che hanno fieramente invocato coerenza politica si stanno adoperando e affannando per escludere dalle gare – imposte dall’Europa – altri settori economici come le aziende dei trasporti locale. Alla faccia della coerenza e dell’europeismo a ogni costo..!

In sostanza, abbiamo forze di governo che invocano e dispongono le gare – anche persino quando non sono ritenute necessarie dall’Europa, come nel caso dei balneari quando non c’è la scarsità della risorsa o l’interesse transfrontaliero – e che poi brigano per “salvare” le grandi aziende amiche. “I primi della classe” in danno dei balneari e proteggendo il grande capitale. È proprio il caso di dire: “forti con i deboli e deboli con I forti”.

Stiamo seguendo con attenzione il percorso parlamentare del ddl concorrenza e degli altri provvedimenti legislativi e non mancheremo di stigmatizzare quanti stanno sacrificando gli interessi del paese e decine di migliaia di famiglie di onesti lavoratori sull’altare del consenso becero e populistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Capacchione

Avvocato, presidente nazionale del Sindacato italiano balneari - Fipe Confcommercio dal 2018, già vicepresidente vicario.
Seguilo sui social:
  1. Tutti dovrebbero convenire (antibalneari compresi) che questo è un governo di pagliacci, che ci porterà al totale disastro.

  2. Non hanno ancora capito in che pasticcio si sono infilati…
    avranno sulla coscienza ciò che succederà e ne pagheranno i danni…

  3. Governo di pazzi scatenati, prepariamoci ai disordini, perché questo è quello che succederà se non cambiano la situazione, certo il periodo storico ed economico è proprio l’ideale per stravolgere la vita della gente. Io starei attento

    • io non parlerei ne di governo né di ministri singoli e men che meno di parlamentari .
      La pappa l ha preparata dietro dettatura di draghi il marchettaro patroni Griffi, già promosso, il governo ha votato all unanimità una bozza, arrivata in parlamento riscritta da in altro marchettaro Garofoli con l antitrust,alias amici di farmacisti notai e mille altre categorie, il parlamento con fiducia ha votato il ddl concorrenza con dentro la condanna dei balneari.
      Se questa é politica, se questa é la democrazia legittimata da Mattarella che ha scelto draghi , a sua volta riscelto dal parlamento incapace di eleggere un presidente, credo che se fossimo nell’ immediato dopoguerra, qualche essere pensante e sicuramente anche di sinistra ,avrebbe sicuramente disseppellito l ascia di guerra .
      Se questo é il nuovo stile di decidere e approvare le leggi, siamo solo agli albori di sorprese a noi umani ancora inimmaginabili.

  4. Io sono fiero che finalmente si vada avanti senza timore…i privilegi della categoria sono conclusi e ora c’è solo da prepararsi per i bandi!

    • ma cosa sta dicendo, lei non sa nulla ci sono tante fami
      glie ce vivono a fatica con un bazar edicole chioschetti ecc ecc scenda in campo prima di sputare sentenze caro signore

    • diario scusa forse te l’ ho già detto.
      Fai finta di essere furbo, il discorso é: vinci il bando della concessione, ma se ti prendi anche la mia azienda e il mio avviamento sei un ladro.
      E se dei Marchettari ti permettono di farlo in nome della legge sempre ladro sei, tu, e chi ti permette di farlo.
      Questi sono i fatti allo stato delle cose.

    • e come li chiami i 9 miliardi ai benetton dopo che hanno ucciso 46 persone? te lo fico io diario …..concorrenza in truffa aggravata ai danni dei cittadini italiani con la complicita dello stato…diario buffone pentastellato , o devo dire sergio?

  5. Ma è vero che la bolkestein dovrebbe essere applicata a categorie come farmacie notai etc..?se si perché queste categorie sono state escluse ?che ne pensate varii diario Suck etc…?

    • ma che ne pensano invece ,sul fatto che abbiamo comprato noi italiani a 9 miliardi la concessione di autostrade che il collega bibitaro dimaio voleva togliere ad autostrade. concessione rinnovata per 30 anni senza gara!!!! l antitrust era in ferie????

  6. Liberamente says:

    Nel mio paese ogni tot anni vanno a gara baretti pubblici e qualche spiaggia libera attrezzata …non mi risulta che nessuno abbia mai pagato l’avviamento al precedente gestore… Perché??

    • Nikolaus Suck says:

      Perché non esiste. L’occupazione del demanio è temporanea per definizione e non matura avviamento. Cass. 1283/98.

      • bravo Ciccio hai ragione ma cera anche il diritto di ricollocamento , e il diritto di insistenza , che lasciavano il diritto di lavoro.
        caro suck, il giorno che venderai o ti toglieranno una casa, se devi lasciare anche il letto con tua moglie dentro, e io me la trombo, inizierai a sospettare che qualcosa non ha funzionato.Cornuto, ma amichevolmente!!!

        • Maleducato e cafone, oltre a non capire niente di quello che ha scritto esattamente come il resto dei tuoi compari colleghi.
          Cretino incolto, ma amichevolmente!

          • caro Nausicaa, certamente l avvocato non ha bisogno di un avvocato
            E certamente, l avvocato, al di là della certo discutibile forma capirà altrettanto certamente la sostanza.
            E certamente, siccome non conviene capirla , la sostanza, sentiremo giustificazioni in punta di legge, non giustificabili dal buon senso.
            Siccome caro Nausicaa, ti posso fare in ordine alfabetico nomi e cognomi di tutti i miei clienti che troverai tu quando vincerai per competenza, forza economica e mille altri motivi, il bando per la mia concessione, io , se non mi riconosci il frutto del mio seminato, ti chiamo ladro, anche se suck ha una sentenza della Cassazione, o una che farà il patroni Griffi di turno che ti assolve.

        • Nikolaus Suck says:

          Ottimo esempio Ciccio. La casa costruita sul demanio non me la “tolgono” perché è mia solo per diritto superficiario, e se è inamovibile alla scadenza resta lì e diventa demaniale, come da sempre prevedono la legge e la concessione, e si sapeva e doveva sapere. Invece il letto, così come la moglie dentro, sono amovibili quindi me li porto via, sempre come prevedono la legge e la concessione (né potrei importi di tenerli o comprarli tu, nemmeno se me ne voglio liberare). A parte la tua trombata mancata funziona tutto alla perfezione.
          Diritto di ricollocamento non significa niente, diritto di insistenza era solo una prelazione e non esiste più, e diritto di lavoro per l’impresa non esiste, è una libertà non un diritto. Ossequi alla signora.

    • perché il baretto ecc sono di proprietà comunale.per sempre e il comune lì da in gestione.mo li può dare con bando e non assegnazione diretta. un affitto di azienda.
      quella che SI VUOLE RUBARE al vecchio concessionario .

  7. se pensate che i concessionari si lasceranno derubare senza reagire,siete fuori strada..! ci sono titolari con mutui da pagare per anni,e..credete che reagiranno con l’avvocato in tribunale o cosa..!!! quando ti portano via la casa ipotecata la reazione è una sola..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! PENSATECI SU QUALE…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.