Federbalneari Sardegna

Arzachena, Federbalneari denuncia Comune per mancata estensione concessioni

Federbalneari Sardegna ha denunciato il dirigente al demanio del Comune di Arzachena per non avere applicato l’estensione al 2033 sulle concessioni balneari. Si tratta della seconda denuncia presentata dall’associazione di categoria, dopo quella contro il dirigente del Comune di Olbia annunciata nei giorni scorsi. «Siamo stanchi di questi comportamenti da parte
Federbalneari Sardegna

Federbalneari denuncia il dirigente di Olbia per omissione di atti d’ufficio

I rappresentanti di Federbalneari Sardegna si sono recati alla Procura di Tempio Pausania per protocollare la denuncia nei confronti del dirigente olbiese Molinari in seguito a quanto previsto dalla delibera regionale sulle concessioni demaniali che consente di procedere in questa direzione. Lo rende noto un comunicato della stessa Federbalneari. «In settimana toccherà ad
Federbalneari Sardegna

“Regione Sardegna tutela le imprese balneari, i Comuni riottosi ne prendano atto”

«Mentre alcuni Comuni costieri si facevano inviare una sentenza dell’Antitrust contro le imprese balneari e le famiglie sarde, noi abbiamo terminato l’interlocuzione con la Regione per emanare i documenti di presa d’atto gratuiti». Lo sottolinea Mario Isoni, presidente di Federbalneari Sardegna, commentando la recente pubblicazione, da parte della Regione
Federbalneari Sardegna

“Balneari, Sardegna si faccia promotrice dell’estensione al 2033 con le altre Regioni”

«La Regione Sardegna si faccia promotrice con le altre amministrazioni regionali italiane affinché seguano il suo esempio e recepiscano la normativa nazionale estendendo le concessioni demaniali al 2033». È la richiesta emersa durante l’incontro di presentazione della delibera approvata dalla giunta regionale sarda con cui la Regione, recependo quanto previsto dal decreto