Sib-Confcommercio

“Biliardino day”, dopo le polemiche i balneari offrono i giochi gratis

L'iniziativa annunciata dal Sib-Confcommercio dopo la "norma salva calciobalilla" che ha salvato i tavoli più amati dai turisti

Biliardini, freccette, ping pong e giochi di società offerti gratuitamente ai clienti degli stabilimenti balneari: è l’evento “Biliardino day“, il primo del suo genere nel nostro paese, annunciato e organizzato dal Sindacato italiano balneari – Fipe Confcommercio in seguito alle polemiche per la tassa sul calciobalilla, poi placatesi grazie a un emendamento del governo al decreto Pnrr che ha istituito una “norma salva biliardini”.

Spiega il presidente del Sib-Confcommercio Antonio Capacchione: «La data sarà la domenica successiva all’emanazione del provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle dogane per l’esclusione di questi giochi tradizionali dall’autorizzazione prevista per quelli pericolosi. La giornata del “biliardino day” è a sostegno della richiesta di detassazione di questi giochi, quando sono offerti gratuitamente. È infatti assurdo tassare anche nel caso non ci sia reddito, così come è assurdo equipararlo a un gioco pericoloso».

«Riteniamo necessario incentivare, soprattutto fra i giovani, questi giochi tradizionali e per tutte le età, che favoriscono il ritorno alla socialità, purtroppo pregiudicata dalla pandemia del covid-19, e alla manualità compromessa dal digitale. Uno degli slogan sarà infatti “Lascia il telefonino e gioca al biliardino!”», sottolinea Capacchione.

«I nostri 30.000 stabilimenti balneari sono impegnati a difendere e salvaguardare l’estate e la tradizionale vacanza italiana fatta anche di giochi di società, contro gli eccessi e gli abusi della burocrazia e del fisco», conclude il presidente del sindacato, che infine lancia una vera e propria sfida al premier Mario Draghi: «Invito il presidente del consiglio a una partita di biliardino da tenersi proprio quel giorno… e vinca il migliore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:
  1. salvinicrepa. says:

    La tassa sembra sia di 10 euro, la rivolta insurrezione ecc e poi solo dei bagni sembra un po’ riduttiva.
    In discussione c e il fatto che , per riscuotere la bellezza di 10 euro lo stato , tramite mo nopoli, burocrati, societa di consulenza e di software ecc mette in piedi in sistema malato di registrazione autorizzazione, quando invece bastava chiedere 100 euro con F24 a forfait per ogni invenzione burocratica .Quando le invenzioni aumentano 150 euro 200 ecc. ma senza carta computer ecc. apertura e chiusura di termini ecc. RIMPIANGO LA VECCHIA TASSA SUI COMPRESSORI FRIGO, UN VERSAMENTO PER OGNI COMPRESSORE..
    intanto, quando uno stato é dipendente dai soldi come un drogato dalla sostanza, le invenzioni di balzelli sono solo all inizio, almeno che l obolo sia facile da pagare.

  2. ENNESIMA RIPROVA DI UNO STATO CHE FORTEMENTE INDEBITATO ED ALLA RICERCA DELLA “PACE SOCIALE “OSSIA DELLA PROPRIA SOPRAVVIVENZA “ORDISCE MACHIAVELLICHE ARGOMENTAZIONI A CARICO DELLE IMPRESE PER SEDARE LE PRETESE DEI MENO ABBIENTI!!!! PROBLEMA È CHE…QUELLI CHE LO STATO CHIAMA A PAGARE PER LA SUA SOPRAVVIVENZA, PER L’ORDINE SOCIALE, si sono rotti i c……i CONCLUDENDO: SE LO STATO È TIMOROSO DI COLORO CHE SI ASPETTANO IL DIRITTO DI CITTADINANZA SI ASPETTINO LA NON PACE SOCIALE DALLE IMPRESE CHE LO DEVONO SOSTENERE!!!

  3. Per il SIB, con tutto rispetto, siete diventati ridicoli! State pensando alBiliardino Day, e fra un po’ vi butteranno a mare, biliardini compresi… invece di combattere. contro questi politici inetti, perdete tempo con i biliardini! Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.