Calabria Eventi Sib-Confcommercio

Balneari Calabria a confronto con la politica

Domani la categoria in plenaria a Catanzaro per discutere di tutela delle concessioni demaniali e di futuro del turismo regionale

Mai come in questo momento si preannuncia partecipata l’assemblea del Sib-Confcommercio Calabria, convocata per domani alle ore 15 a Catanzaro presso la sala congressi dell’Hotel Perla del Porto. Alla presenza del presidente nazionale del Sib Antonio Capacchione, del presidente regionale Antonio Giannotti e dai presidenti provinciali Carmelo Fiorillo (Reggio Calabria), Roberto Talarico (Catanzaro), Luca Manica (Crotone), Mino De Pinton(Vibo Valentia), Franco Mazza (Cosenza sullo Jonio) e Giorgio Delle Tasse (Cosenza sul Tirreno), tantissimi operatori calabresi del comparto balneare avranno modo di confrontarsi su temi assai “caldi” per la categoria insieme alle massime cariche istituzionali regionali: il presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso, l’assessore regionale al turismo Fausto Orsomarso, la vicepresidente regionale Giusi Princi e il delegato Anci Calabria e sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi.

«Al centro della riunione, intitolata “Italia terra di mare”, ci saranno il futuro del turismo in Calabria, la tutela e salvaguardia del mare, delle spiagge e dei lidi, e soprattutto il tema della tutela delle concessioni demaniali che, a seguito della recente sentenza del Consiglio di Stato che ha disposto di rimettere in gara le licenze per la spiaggia a partire dal 2024, senza possibilità di proroga, pone a rischio centinaia di imprese in Calabria», spiega una nota del Sib Calabria.

«La riunione sarà occasione per il presidente regionale Giannotti e per il suo direttivo, in sinergia con la linea tracciata con decisione dal presidente nazionale Capacchione, di proseguire nel percorso di sensibilizzazione della classe politica e dell’intera popolazione rispetto alla decisione sconvolgente e sconcertante adottata dal Consiglio di Stato. Strada del confronto e della sensibilizzazione percorsa a livello provinciale, regionale e nazionale e che procede parallela rispetto alle iniziative legali che saranno attuate dal Sib per tutelare con tutte le forze centinaia di famiglie calabresi di onesti lavoratori che vedono a rischio il futuro e gli investimenti fatti negli anni».

Conclude la nota del Sib Calabria: «Sono stati invitati alla riunione, per favorire un confronto quanto più possibile aperto, leale e costruttivo nell’esclusivo interesse della categoria, anche i colleghi balneari delle sigle Fiba, Federbalneari e Assonautica, perché come ha avuto modo di dichiarare più volte il presidente Capacchione, questo è il momento della compattezza in cui occorre evitare discorsi disuniti e vuoti che non danno agli interlocutori istituzionali gli strumenti per risolvere il problema del qui e ora, che è affrontare le gare impedendo l’esproprio delle nostre imprese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.