Puglia

Federbalneari Norme e sentenze Puglia

Balneari, il Tar stoppa lo smontaggio invernale delle strutture

Un Comune non può ordinare lo smontaggio dello stabilimento balneare, se il titolare ha presentato domanda di mantenimento non ancora evasa, indipendentemente dall’intervento della Soprintendenza. Lo ha stabilito il Tar di Lecce in due recentissime sentenze che si sono espresse in merito ai ricorsi presentati dai titolari di due stabilimenti balneari, rappresentati
Attualità Federbalneari Puglia

Smontaggio invernale lidi, Federbalneari: ”Qualcuno ci dica cosa fare”

«Qualcuno ci dica una volta per tutte se l’accordo interistituzionale sottoscritto in Prefettura è ancora valido oppure no». Nel dibattito sul mantenimento invernale delle strutture balneari, Mauro Della Valle, presidente dell’associazione di categoria Federbalneari Salento, chiede chiarimenti definitivi. L’accordo cui fa riferimento Della Valle risale al 29 ottobre 2015 e
Federbalneari Notizie locali Puglia

Salento, apertura annuale lidi: si attiva il sottosegretario Borgonzoni

La problematica degli stabilimenti balneari salentini con lo smontaggio invernale è stato discusso lunedì scorso alla Prefettura di Lecce, alla presenza del sottosegretario al Ministero dei beni culturali Lucia Borgonzoni. che ha incontrato l’associazione Federbalneari Salento per discutere sul mantenimento annuale delle strutture. «Non possiamo che
Cna Balneari Notizie locali Puglia

Mantenimento annuale lidi, la posizione di Cna Balneatori Puglia

di Giuseppe Mancarella In riferimento alle dichiarazioni del presidente di Federbalneari Salento Mauro Della Valle, pubblicate oggi da Mondo Balneare (vedi articolo), Cna Balneatori Salento intende chiarire come è andata davvero la vicenda dello smontaggio invernale dei lidi balneari salentini e il negoziato portato avanti con la Prefettura e il sottosegretario Lucia
Federbalneari Norme e sentenze Puglia

Nuova norma fasce di rispetto, dissequestrato un lido

Arrivano a stretto giro i primi effetti positivi dell’emendamento sull’interpretazione autentica della “fascia di rispetto“, in base all’art. 14 della legge n.17/2015 della Regione Puglia (vedi notizia). La modifica normativa ha portato al dissequestro di uno stabilimento balneare a Porto Cesareo, di proprietà della società La Duna srl, al quale erano stati