Sib-Confcommercio

La mobilitazione estiva dei balneari Sib: bandiere e petizione a Mattarella

Le iniziative sono volte a contestare il riordino delle concessioni previsto dal ddl concorrenza

«La giunta allargata del Sindacato italiano balneari ha esaminato e decretato le iniziative da attuare durante l’estate, quando è alta l’attenzione mediatica per la categoria, e soprattutto vi è il contatto diretto con decine di milioni di clienti ospiti delle aziende balneari che pensiamo debbano essere non solo correttamente informati sull’attuale situazione critica del comparto, ma soprattutto coinvolti positivamente ed efficacemente nella battaglia a difesa della balneazione attrezzata italiana». Lo rende noto un comunicato del Sib-Confcommercio.

«Riteniamo che quest’estate non sia una parentesi prima della ripresa autunnale – dichiara il presidente del Sib Antonio Capacchione – bensì un importante momento di sensibilizzazione e di coinvolgimento della popolazione per impedire un colossale errore storico da parte dell’attuale governo e del presidente del consiglio Mario Draghi».

Sono cinque le iniziative di mobilitazione e sensibilizzazione che il Sib-Confcommercio indirà a partire dal giorno dell’approvazione alla Camera dei deputati del disegno di legge sulla concorrenza, in programma il prossimo 27 luglio: bandiera del Sib in ogni stabilimento associato con manifesto illustrativo sul significato dell’azione e sulle ragioni della contestazione; avvio di un sondaggio fra i clienti per conoscere il gradimento dei servizi di spiaggia offerti dalle imprese balneari che sarà elaborato dall’Ufficio studi della Fipe; avvio di una petizione al presidente della Repubblica, in qualità di garante della Costituzione, per la salvaguardia del lavoro, delle aziende balneari attualmente operanti e di un modello di balneazione attrezzata efficiente, di successo e con una tradizione secolare; “Biliardino day“, che si svolgerà sabato 6 agosto per promuovere questo tipico gioco estivo, ma anche quale occasione per contestare il carattere ingiusto e vessatorio del trattamento fiscale al quale sono sottoposti i balneari; “Tipici da spiaggia“, sabato 30 luglio e sabato 27 agosto, quale esempio di attività di servizio delle aziende balneari per la promozione del territorio.

«Queste ultime due iniziative sono importanti per rafforzare il clima di consenso nei confronti delle nostre aziende e a difesa del made in Italy di cui siamo parte integrante», conclude Capacchione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:
  1. Ottima iniziativa ma, non sarebbe meglio intraprendere iniziative di protesta COMUNI, con altre associazioni della stessa categoria? Quantomeno provarci?!!!

  2. Siete ridicoli bandiere, biliardini,ma cosa fate tate solo ridere bisogna scendere in piazza prima dell approvazione alla Camera forse non avete capito niente se esistono le rivoluzioni bisogna farle capito

      • Coloro che parlano di concorrenza, sanno almeno di cosa parlano? Secondo voi, tra migliaia di concessionari che svolgono stesse attività, (ristoranti , bar e quant’altro) spessissimo gli uni affianco all’altro, non vi è già una forte concorrenza?

  3. Lorenzo Pinto says:

    Azzo…
    Questo Capacchione è uno che picchia giù duro…
    Se lo metti in attacco alle manopole del biliardino e gli paghi un paio di grappe è capace anche di farti un paio di goal!
    Immagino poi che gioia, per i clienti esasperati dall’inflazione e costretti pure a leggere i manifesti di rivendicazione della categoria, vedersi poi interrogati per iscritto sul gradimento dei balneari che probabilmente gli hanno aumentato il prezzo dell’ombrellone…

    Ripeto: mai cognome fu più azzeccato di Capacchione.
    E mai categoria fu più suicida di quella dei balneari.

  4. Legge sulla concorrenza e biliardino , sono due proteste dei balneari che hanno la stessa importanza . Ma io dico come si fa a mischiare queste cose. Ma sarà possibile che in tanti anni non siamo stati capaci di organizzare una chiusura delle spiagge ! Non ci siamo proprio, e quando viene proposto qualcosa si rasenta il ridicolo

    • Chiusura delle spiagge ???? Ma davvero pensate che le spiagge siano vostre per poterle chiudere ?
      Quanto odio questa maledetta categoria di ladri e approfittatori del bene pubblico. Quanto desidero che venga approvata quanto prima la legge sulla concorrenza ! Fuori dalle nostre spiagge , andate fuori dai piedi !

      • Ma secondo te chi verrà dopo gli attuali concessionari???? Altri che ti romperanno il c…. E rimpiangerai quelli uscenti. Bravo tieni il tuo livore per altre cause

      • Nikolaus Suck says:

        Ma infatti mica possono “chiuderle” davvero nel senso di impedire l’accesso, sarebbe un reato e sai quanto si arrabbia le gente…con loro però, come stai facendo tu ora!
        Possono chiudere gli stabilimenti non erogando i relativi servizi, e sai chi se ne importa anzi meglio. Così la gente si accorge che non c’è bisogno di loro per godersi il mare.
        Con i Taxi stessa cosa, la protesta ha avuto un effetto geniale: chi non trovava i Taxi cosa ha fatto? Ha preso di più NCC e UBER, ovvero proprio quelli contro cui protestano, imparando di più a conoscerli ed apprezzarli!
        Bravi, proprio bravi, avanti così.

        • E ti pareva, il nostro avv Suck, sempre lì a cavillare, sulle “espressioni” dei bagnini, credendo che tutto il mondo sia a sua immagine e somiglianza. Mi sembra ovvio che nessuno potrà mai impedire l’accesso al mare (neanche adesso, senza “chiusura” lo si può fare), inoltre, è evidente la tua totale ignoranza sulla materia TURISMO, anche se si potrà accedere al mare, in caso di “chiusura”, milioni di turisti, non troveranno i servizi che i concessionari offrono, causando enormi disagi, che, persone come te non riusciranno mai a comprendere!

  5. Con mille riunioni fatte a qualsiasi livello, non abbiamo cavato un ragno da un buco. Zero. Ho cominciato a fare il tifo per i taxisti, perché dove abbiamo fallito miseramente noi, sono convinto che ci riusciranno loro

  6. Come si può dare credito a un soggetto come capacchione…anche lui è responsabile del clima di sfiducia che si è venuto a rafforzare verso i balneari ……invece di battersi per il principio di reciprocità che è un principio fondante della comunità europea ci invita a giocare a calcio balilla ……non ho parole

  7. Ma ovvio che per chiusura delle spiagge si intendeva quella degli stabilimenti anzi garentendo comunque il servizio di salvataggio . Sono sempre più convinto che quei quattro che scrivono qui capiscono quello che possono .

  8. Capacchione fai meno chiacchiere le contestazioni si fanno come anno fatto i taxi altro che leccare il culo ai politici di turno sono anni che gli vai dietro e prendi solo schiaffoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.