Attualità

Demanio marittimo, Regioni chiedono incontro urgente al governo

Scajola: "Unità d'intenti per riforma organica del settore che dia certezze a imprese"

Le Regioni italiane chiedono, compatte e a una sola voce, un confronto al governo sul tema del demanio marittimo. La riunione di oggi del tavolo interregionale, coordinato dall’assessore ligure Marco Scajola, ha messo a fuoco i problemi dell’intero comparto balneare che da tempo chiede risposte concrete da parte dell’esecutivo: i rappresentanti delle Regioni lamentano il silenzio del governo, nonostante i ripetuti solleciti, e hanno dato mandato a Scajola, in qualità di coordinatore, di chiedere al governo un’immediata convocazione per affrontare sia il tema del rinnovo delle concessioni sia quello dell’aumento esponenziale dei canoni minimi a 2500 euro, che rischia di mettere in ginocchio i titolari di micro e piccole concessioni di diversi settori (pesca, sportivo, sociale).

Le Regioni chiedono inoltre una riforma organica sul demanio marittimo, attesa dal territorio ormai da anni e che metterebbe fine a una situazione di incertezza che si protrae da troppo tempo, seguendo la strada già percorsa da altre nazioni europee, come Spagna e Portogallo, che hanno adottato una riforma completa del settore.

«Mai come adesso le regioni si trovano così compatte sul tema delle concessioni demaniali e della necessità di una riforma organica del demanio marittimo», commenta Scajola. «Chiediamo collaborazione e ci poniamo in maniera propositiva e costruttiva al governo, che però latita: vogliamo un confronto democratico per tutelare i tanti imprenditori e lavoratori di un settore strategico per l’intera nazione che vedono ad oggi a rischio la loro attività».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Avatar

    Non siamo la spina dorsale della Italia…..come si sente molte volte dire…..ma siamo come la Pelle di un uomo che emana profumi intensi e unoci, noi diamo il benvenuto al mondo dai nostri Mari, noi siamo la famiglia italiana che ha fatto storia nel Mondo come Modello di Lido (spiaggia attrezzata) grazie alle innumerevoli restrizioni.
    Altrove non fanno altro che emulare il modello Italia…..ma non sarà mai uguale!!!! Le nostre spiagge, la nostra accoglienza, le nostre coccole al cliente finale non saranno mai uguali nel Mondo!!!?

  2. Avatar

    Incrociamo le dita e cominciamoci a credere…per prima noi balneari, l’invito è essere coesi e uniti e compatti nel chiedere di “uscire dalla Direttiva Bolkestien” xchè ci sono i presupposti per uscirne( leggere la relazione studio prof Zunarelli) se vogliamo possiamo e dobbiamo essere coesi e uniti. Nel 2009 grande dimostrazione a Roma eravamo tanti, tantissimi oltre 10/12 Mila grande manifestazione. Senza colore politico e sindacale. E abbiamo raggiunto dei risultati, oggi bisogna portare a termine l’operazione tanto attesa “Uscire dalla Bolk” e ora si può basta che il Governo ci dia ascolto. Sandro balneatore storico Pescara

    • Avatar

      Io sono un cliente degli stabilimenti ogni volta cerco comodità sicurezza e attrezzature come te le può garantire un gestore se non sa mai se il prossimo anno potrà ancora gestire quel stabilimento mancherebbero gli investimenti o pensi di avere acqua calda alle docce gratis un defibrillatore a portata di mano chi investe crea lavoro lavoro più dignità per tutti

  3. Avatar

    Il mio stabilimento e con 30 ombrelloni a 14 euro al giorno con parcheggio coperto tutto compreso in calabria scalea ho 2 concessioni 1 del parcheggio l’altra per il lido in totale con le nuove regole 5000 euro per una stagione di 20 giorni ad agosto ma siete pazzi e impossibile devono esserci le differenze da regione a regione perché i costi sono uguali ma i guadagni cambiano di un bel po tra Sardegna Riccione Viareggio forte dei marmi informatevi sui costi degli ombrelloni a scalea va da 8 euro giugno con posto auto riservato 12 luglio con posto auto riservato agosto 14 con posto auto riservato ce una bella differenza questi sono i prezzi in calabria a Scalea rivalutate se no molti chiuderanno ripeto la stagione dura 3 settimane ad agosto tutto il resto e niente perché nonché nessuno ma dal momento che paghi tieni aperto ma più costi che guadagni informatevi

  4. Avatar

    Sono Claudia titolare di uno stabilimento preso quando nessuno lo voleva .Ho iniziato co 10 ombrelloni e 20 sedie a sdraio lavorando 13 ore al giorno. Nessuno ci ha creduto in questo investimento adesso rompono tutti le palle .Troppo comodo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *