Assobalneari-Confindustria Eventi

Licordari (Assobalneari) ospite a Porta a Porta e Quarta Repubblica

Il presidente di Assobalneari Italia – Federturismo Confindustria Fabrizio Licordari interverrà in due importanti trasmissioni televisive nazionali, che tratteranno delle questioni legate alla riapertura degli stabilimenti balneari e alla ripartenza della stagione turistica in seguito all’emergenza coronavirus. Licordari sarà ospite questa sera in prima serata
Assobalneari-Confindustria Eventi

Partenza stagione balneare, se ne parla stasera da Barbara D’Urso

Il talk show “Live – Non è la d’Urso” torna a parlare di spiagge e ripartenza della stagione turistica balneare. L’argomento, di grande attualità in relazione all’emergenza del coronavirus, sarà affrontato stasera alle 21.20 dal noto programma di Canale 5 condotto da Barbara D’Urso. In rappresentanza degli imprenditori balneari
Assobalneari-Confindustria Eventi

“Diritto e rovescio” parla di balneari, stasera alle 21.30

I problemi degli stabilimenti balneari in vista dell’estate vanno in prima serata su Rete 4. Questa sera, alle ore 21.30, la trasmissione “Diritto e rovescio” condotta da Paolo Del Debbio (nella foto) analizzerà i possibili scenari in vista della prossima stagione, in cui anche in spiaggia occorrerà rispettare adeguate misure di sicurezza per evitare il
Assobalneari-Confindustria

Allestimento spiagge, nuovo appello di Assobalneari al governo: “Fateci lavorare”

Continua il pressing di Assobalneari Italia – Federturismo Confindustria nei confronti del governo per fare chiarezza sulle modalità di allestimento degli stabilimenti balneari. In una lettera inviata direttamente al presidente del consiglio Giuseppe Conte, il presidente di Assobalneari-Confindustria Fabrizio Licordari, facendo seguito alla sua nota dello scorso 4
Assobalneari-Confindustria

Coronavirus, Licordari scrive a Conte: “Governo escluda balneari da Bolkestein”

Il presidente di Assobalneari Italia – Federturismo Confindustria Fabrizio Licordari ha scritto al premier Giuseppe Conte per chiedere l’esclusione delle concessioni demaniali marittime dalla direttiva Bolkestein, come misura di sostegno per tutelare le imprese balneari dalla crisi in cui sono piombate a causa delle misure di contenimento sanitario dovute al
Assobalneari-Confindustria

Coronavirus, esclusione dei balneari dalla Bolkestein fra le richieste di Federturismo

«Anche la richiesta di Assobalneari Italia è all’interno del pacchetto di misure richieste al governo da Federturismo Confindustria per fronteggiare i problemi economici causati dal coronavirus». Lo rende noto Fabrizio Licordari, presidente di Assobalneari-Confindustria, che ha fatto inserire nel documento la richiesta di escludere le concessioni demaniali marittime
Assobalneari-Confindustria Calabria

Gli operatori turistici di Cirò Marina aderiscono ad Assobalneari-Confindustria

A Cirò Marina una delegazione di Assobalneari Italia – Federturismo Confindustria, guidata dal presidente nazionale Fabrizio Licordari e dal presidente regionale della Calabria Giuseppe Nucera, è stata accolta presso l’Hotel Il Gabbiano dai soci della neonata Associazione Operatori Turistici Cirotani (Aotc), presieduta da Cataldo Mazzone. Nel corso della riunione,
Assobalneari-Confindustria

Coronavirus, Licordari scrive a Conte: “Escludere spiagge da direttiva Bolkestein”

In occasione dell’incontro svoltosi ieri sera tra il premier Giuseppe Conte e i rappresentanti di tutte le forze politiche per fronteggiare la minaccia del coronavirus, Assobalneari-Confindustria ha presentato un documento ufficiale per chiedere l’esclusione degli stabilimenti balneari dalla direttiva Bolkestein come misura compensativa per i danni economici
Assobalneari-Confindustria

Elezioni Emilia-Romagna, Licordari: “Bonaccini e Gnassi non prendano in giro i balneari”

«Bonaccini ha promesso ai balneari romagnoli una proroga di trent’anni, pur sapendo che la Regione non può legiferare in materia. Se il governatore dell’Emilia-Romagna ha davvero a cuore la tutela del comparto, inizi a far applicare l’estensione fino al 2033 prevista dalla “legge Centinaio”». Lo afferma Fabrizio Licordari, presidente di