Attualità Sib-Confcommercio

Sblocca cantieri approvato senza norma salva pertinenziali

Capacchione (Sib): ''Ci stiamo adoperando per inserire una moratoria''

«Nel consiglio dei ministri di questa notte il governo ha approvato il decreto legge cosiddetto "sblocca cantieri". Purtroppo non è stata accolta la nostra richiesta di inserire una norma salva pertinenziali consistente, almeno per queste famiglie di balneari, nella sospensione dei pagamenti e dei procedimenti di decadenza delle concessioni demaniali marittime per il mancato pagamento del canone, nelle more di una non più procrastinabile riforma del settore». Lo rende noto Antonio Capacchione, presidente del Sindacato italiano balneari – Confcommercio.

«È ormai nota a tutti la drammatica situazione in cui si trovano alcune centinaia di famiglie di imprenditori balneari – prosegue il presidente Sib – che a causa di un meccanismo di determinazione dei canoni demaniali sbagliato e ingiusto, hanno perso i risparmi di una vita e rischiano, da ultimo, persino di vedersi sottratta l’azienda e non avere più un lavoro».

«La clausola "salvo intese" con la quale è stato approvato il decreto legge non esclude che il governo possa ancora raccogliere il grido di dolore di queste famiglie», conclude Capacchione. «Il Sib si sta adoperando nei confronti dei nostri interlocutori politici affinché si inserisca la moratoria per i pertinenziali all’interno del decreto legge sopra menzionato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *