Attualità

Riforma spiagge, cresce il fronte dei contrari dopo il passo indietro sul valore aziendale

Associazioni balneari in mobilitazione dopo la modifica a sorpresa del testo

Gli imprenditori balneari sono sul piede di guerra dopo il tradimento del governo Draghi, che ha modificato la bozza di riforma del demanio marittimo eliminando il riconoscimento dell’intero valore commerciale delle aziende in caso di passaggio di mano del titolo. «La proposta di legge è inaccettabile – afferma una nota del Sib-Confcommercio – e alcuni suoi contenuti tradiscono quanto autorevolmente preannunciato». Infatti, dopo che il consiglio dei ministri lo scorso 15 febbraio ha approvato all’unanimità la proposta di emendamento da inserire nel disegno di legge sulla concorrenza, la bozza è stata trasmessa al parlamento venerdì scorso con una piccola ma significativa modifica: nelle future riassegnazioni delle spiagge tramite gare, che il governo vorrebbe istituire entro il 2023, per gli attuali concessionari non è più previsto il riconoscimento dell’intero valore aziendale basato su tutti i beni materiali e immateriali, come affermava la prima versione del testo, bensì solo un indennizzo degli investimenti non ancora ammortizzati.

Tanto è bastato a far infuriare le associazioni di categoria Sib-Confcommercio, Fiba-Confesercenti e Confartigianato imprese demaniali, che inizialmente avevano espresso soddisfazione per la proposta di legge. Il Sib ha convocato d’urgenza nel fine settimana il comitato di presidenza e la giunta allargata a tutti i presidenti regionali, indicendo una riunione generale per domani pomeriggio e dando mandato al presidente Antonio Capacchione di «concordare con Fiba-Confesercenti le iniziative di mobilitazione, anche le più incisive, adeguate alla gravità della situazione». Cresce dunque il fronte delle sigle contrarie alla riforma Draghi, già nutrito da Assobalneari-Confindustria, Cna Balneari, Base balneare, Italia balneare e Itb Italia, che sin dalla prima stesura della bozza hanno espresso dure critiche poiché contrarie a prescindere a qualsiasi forma di gara. La fiera di settore Balnearia 2022, in programma dal 4 al 7 marzo prossimi a Carrara, si preannuncia dunque molto accesa: gli imprenditori della spiaggia si troveranno infatti a seguire le assemblee organizzate dalle associazioni di categoria per capire se dovranno tornare presto in piazza.

Anche sul piano politico la situazione continua a essere tesa: le forze di maggioranza, pur avendo raggiunto un accordo di massima sulla riforma, sono infatti divise proprio sul riconoscimento dei vantaggi ai concessionari uscenti, respinti dalla Commissione europea e mal digeriti anche dal Movimento 5 Stelle. Non si è ancora spenta, peraltro, la polemica sull’incidente avvenuto nei giorni scorsi in commissione industria al Senato, dove l’Agcm ricevuta in audizione era in possesso dell’emendamento che invece i parlamentari non avevano ancora avuto da Palazzo Chigi. Il deputato di Fratelli d’Italia Riccardo Zucconi ha giudicato «gravissimo quanto accaduto in commissione industria: l’Autorità garante della concorrenza ha espresso parere favorevole a un emendamento del governo che, al momento dell’audizione, non era ancora stato presentato in parlamento. È l’ennesima riprova di una volontà complessiva e orchestrata dal governo per infliggere un colpo definitivo alla categoria dei balneari. Non possiamo ignorare quanto accaduto e, per tale motivo, Fratelli d’Italia presenterà immediatamente un’interrogazione, inserendo anche un’altra questione che aggrava ulteriormente la posizione del governo».

Prosegue Zucconi: «Nell’emendamento depositato dall’esecutivo in merito alle concessioni balneari non è presente il riconoscimento dell’intero valore commerciale a titolo di indennizzo per i gestori uscenti. Quanto accaduto conferma ancora una volta come le preoccupazioni di Fratelli d’Italia fossero fondate e che il reale intento del governo sia da sempre la svendita dell’intero comparto balneare italiano a favore delle consorterie europee e dei grandi gruppi finanziari. Continueremo a batterci in parlamento affinché questo scempio venga immediatamente corretto, garantendo un futuro certo alle migliaia di micro e piccole aziende che operano nel settore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. ma ancora stiamo a parlare!!!!! tutti a Roma, ora basta!!!! abbiamo bisogno di certezze. non è possibile che nel 2022 ci siano ancora guerre, che il lavoro delle persone sia messo in dubbio da chi invece dovrebbe tutelarlo. ma stanno veramente giocando con le nostre vite, questi signori non fanno il bene comune, ma i loro sporci e loschi interessi………….non lo avete capito!!!!!

    • Andare a Roma serve a poco !!!
      Bisognerebbe intervenire massicciamente con manifestazioni più eclatanti tipo bloccare le autostrade con sit-in attrezzati con lettini e ombrelloni nelle varie zone strategiche delle varie regioni

      • Aldo+de+Ascentiis says:

        Sono d’accordo per i blocchi autostrade e altro compreso le ferrovie, vogliono toglierci il lavoro dopo anni ( nel mio caso 35 ). Dopo averci dato la proroga fino al 2033 adesso dicono che non è valida (ottima scusa ) ma molti di noi con quel pezzo di carta ha ottenuto prestiti e mutui, chi li paga? Senza parlare degli investimenti iniziali quando c’era il rinnovo automatico e molti di noi hanno investito in questo settore a caro prezzo. Svegliamoci ci sono i ladri in giro……..

      • Visto che per i media, lo stato incamera a malapena 100 milioni dai balneari a fronte di un giro di affari di 15 miliardi e nessuno cita mai quanto in realtà entra nelle casse dello stesso tra iva, Irpef, Imu contributi ecc.ecc., io proporrei una diversa forma di protesta che potrebbe avere un effetto ancora più dirompente. Ovvero aprire gli stabilimenti il mese di maggio e giugno piantando soltanto 4 ombrelloni così da mettere in difficoltà tutto il comparto turistico. Sono convinto che sarebbe sufficiente anche la sola minaccia di dar forma a questa protesta che si mobiliterebbero anche gli albergatori per non vanificare la stagione.

      • Teo Romagnoli says:

        Tutto serve e ho il timore che noi soli, faremmo di più e meglio dei sindacati ..impacciati, spiazzati, scarsi e con politiche che allo stato di fatto si sono dimostrate totalmente sbagliate!!!
        Io c’ero, ci sono e ci sarò..non regalerò un granello di sabbia è nessun vantaggio a nessuno..dopo 30 anni di lavoro non mi faccio derubare !

    • la modifica della bozza di legge porta la firma di garavaglia … traditore e lecchino di draghi ,altro che protezione dei lavoratori del turismo…i sindacati indicano subito manifestazioni e non dovrebbero nemmeno presentarsi al tavolo tecnico con la lega mercoledi dato che è stato proprio garavaglia il firmatario della bozza….non solo; agcm rustichelli si permette d intervenire in un audizione del senato per dire che il testo ok quando nessuno ne era a conoscenza nemmeno il parlamento…..garavaglia vattene via e portati via anche gli altri ministri venduti a draghi che è il massimo esponente di questo schifo. dimettetevi altrimenti ci penseremo noi a mandarvi via con sommosse popolari il che non è escluso affatto quando si è in un regime di dittatura come il nostro…..governo dei migliori un cazzo….governo degli affamatori dovreste dire

    • signor michele questo lo dici lei che c è poco da protestare…in primis perchè il governo non ha preso solo i 70 miliardi pnrr offerti a fondo perduto? che bisogno c era di indebitarsi per averne altri 130 miliardi? questi sono ricatti e i trattai europei non sono stati fatti per questo…. le sembra normale che se io non svendo il demanio marittimo tu non mi dai i soldi? le ricordo che i soldi nascono dal nulla e che non sono stampati in base alle risorse auree di una nazione come avveniva in passatao… lo sai che ci sono quasi 3000000 di lavoratori ?lei sa a chi andranno quei soldi? si informi e vedrà che bella sorpresa avrà…qui non si discute della bolkestain ma della sua applicabilità.. le sembra che nella bozza di legge sia menzionata….la bolkestain ci proteggerebbe poichè dovrebbe essere applicata in base alla sentenza promoimpresa della corte di giustizia europea valutando caso per caso se sussista o meno la scarsita di risorsa in fase di autorizzazioni e il che significherebbe controllare a tappeto le coste italiane….per questo si è richiesto la mappatura dei territori , proprio in funzione di quella sentenza della corte di giustizia europea …le faccio presente che le mappature delle coste italiane sono a disposizione del governo dal 20 maggio 2020 e inspiegabilmente non sono ancora pubblicate…si faccia una domanda perchè…l unica regione che l ha pubblicata è il lazio dove su 245 km di costa risulta che il suolo occupato sia circa il 20% ..è descritto per filo e per segno ogni tipologia di licenza di superfice di canone pagato etc etc . ha capito ora perchè bisogna non protestare ma cacciarli via questi usurpatori….

  2. https://formenteranews.it/smantellati-gli-otto-storici-chiringuitos-di-formentera-boom-di-domande-per-poterli-gestirli-nei-prossimi-anni-il-bando-scade-il-31-dicembre-2021/
    Voi che citate i famosi rinnovi di 70 anni in Spagna, questa è la realtà dei fatti e non mi sembra si sono fatti tanti problemi con indennizzi o meno. Quindi chi conosce quello che c’è scritto sulla propia concessione sa benissimo che ha una durata e una fine e sa benissimo che tutto quello che ha investito su quella concessione gli è stato dato modo di poter ammortizzare in base alla durata della medesima. Io sono tranquillo e sereno ad affrontare il.bando e chi come me ha lavorato seriamente non avrà nulla da temere da queste gare.

    • Si ok ma parliamo di strutture ridicole Co fronto agli stabilimenti balneari …le strutture non facilmente removili hanno la proroga 75 + 75

    • Alessandro76 says:

      Beh certo…la stessa cosa…nel mio comune ogni 5 anni ci sono i bandi per avere un tratto di spiaggia per noleggio attrezzatura e piccolo bar…strutture amovibili max 25mq…quindi anche da noi esiste questo….gli stabilimenti balneari sono tutt’altra cosa…è il sistema italiano che è completamente differente e non ci vedo nulla di male..ha portato ricchezza in mezza Italia…molti paesi e città sarebbero dei modesti comuni senza infamia e senza lode

    • e chi non ha possibilita economiche perche ha investito tutto quello che aveva? tu hai possibilita io no ,e vivo solo di quello, che faccio vengo a casa tua a mangiare a 60 anni? e le concessioni in spagna le aste sono partite dal 2014 e non solo, dato che appartenevano a grandi gruppi economico finanziari tipo tedeschi danesi olandesi nessuno li ha toccati, inoltre il loro turismo non e come il nostro…questo l ho dico perche sono stato in spagna e ho avuto esperienza diretta e constatato con i miei occhi lo stato dei fatti. finitela fi parlare di cose che non conoscete a fondo. il turismo spagnolo non ha niente a che vedere con il nostro, sono due cose completamente diverse..il nostro e unico al mondo .

    • Vale anche per chi ha acquistato gli stabilimenti negli ultimi anni? Vale anche per chi ha ipotecato la casa per avere un prestito bancario e tra due anni rischia di ritrovarsi senza lavoro e senza casa?Ho la vaga sensazione che ci si stia infilando in un vespaio.

  3. Nikolaus Suck says:

    Perché “cresce il fronte dei contrari”. A me il fronte sembra sempre quello. Che, dopo essere stato chiamato a un tavolo in cui tutto ciò che ha saputo proporre è stato un impossibile “no alle gare”, non poteva aspettarsi nulla di diverso da quanto accaduto.

    • sik a te sembra che con i dittatori e con governanti fantocci si possa discutere? perche noi abbiamo un parlamento? avrei preferito da un personaggio come te che parlassi del fatto che la bolkestain cosi tanto cara a te non sia minimamente presa in considerazione nella bozzatruffa in una ridicola discussione nel parlamento ladrone. cosa pretendi che noi non veniamo tutti a roma….

  4. Buongiorno,
    Da premettere che le aste non andrebbero fatte per tanti motivi tutti validissimi, che sarebbe inutile elencare qui perché ormai li sappiamo tutti. Comunque altre associazioni ritengono che il valore aziendale non sia stato affatto cancellato, ma ancora presente nel nuovo emendamento. Possibile che SIB è FIBA non l’hanno letto? Qualcuno può chiarire perché viene detto questo da molti?

    • ……perché non c’è unità sindacale in quanto ci sono categorie sindacali che sono contrarie a prescindere dalle evidenze pubbliche (con tutele per i concessionari attuali) con adeguata pubblicità e mirano ad arrivare al 1.1.2024 senza alcuna riforma con il caos per l’intero settore che ne deriverebbe

  5. È il momento di farsi sentire, venerdì tutti a Carrara, e subito dopo tutti a Roma, se sara’ necessario fermare il traffico ferroviario di tutto il paese, ognuno di noi si siede sui binari dei treni nel comune di appartenenza, gusti i giorni che Dio manda in terra fino a quando non verranno rispettati i nostri diritti

    • Io sono d’accordo così il concessionario commette reato penale e cosi non può partecipare ai bandi pubblici..tutti a bloccare il pubblico servizio!

      • reato penale? ma che cazzo dici qui stai parlando di tutelare il lavoro di milioni di persone che hanno creduto in uno stato ladro e truffatore….te li do io i reati penali..metteci anche l ergastolo .ipocrita senza ritegno..

    • Te lo darei io il blocco ferroviario , sulla capoccia ..fino adesso ci hai mangiato bene con quel pezzo di carta che hai preso tu sei impossessato di un bene di tutti , che ti vuoi per sempre tuo, ma ti rendi conto? La vergogna è la tua e di tutti quelli come te che lo avete sfruttato fino adesso.

      • e i nostri di diritti non contano? lucrare sulle persone che difendono il proprio lavoro è ignobile e non me lo sarei aspettato da una persona come lei……

      • È facile parlare quando si conosce solo una verità e sopratutto quando a rimetterci sono solo gli altri, spero che il curatore fallimentare che sta facendo danni alla mia categoria arrivi a farli pure a te, pensa a chi ha pagato fior di quattrini una realtà che era garantita da uno stato che ora cambia le carte in tavola e magari ti fa perdere la tua attività dopo che hai acceso dei finanziamenti, ti auguro davvero di vivere le stesse ansie che sto vivendo io e tanti come me

      • caro mistral forse non sei a conoscenza che le forze dell ordine( ed è notizia di ieri dimostrabile anche dai video circolati in rete) si sono schierate tutte dalla parte del popolo non dei tuoi amici parlamentari caro professore.. e le manifestazioni di cui avete tanto paura sono l espressione di una democrazia specialmente quando questa è palesemente violata………..

      • Mistral, “diritti di tutti gli italiani” saltati fuori al momento opportuno, a distanza di più di un secolo, dopo aver abrogato quelle norme che NON consentivano quei diritti, non certo per volontà dei concessionari.

  6. Vorrei capire quali sono le categorie sindacali che erano soddisfatte della proposta di andare in gare,e di avere l indennizzi,forse cari amici non state capendo niente bisogna andare sul tavolo del governo con un unica proposta ferma , mappatura, scarsità di risorse,e le concessioni prima della bolkestein cioè quelle prima de 2010 devono viaggere su un altro binario c’è anche l ultima sentenza , gennaio 2022,perciò iniziate a semplificare le richieste, altrimenti cadete nel loro tranello,per poi dopo lo schifo dell’ audizione della commissione del garante,

  7. Mi unisco al fronte dei contrari alla riforma:
    E’ assolutamente inutile approvare il testo che riconosce il valore dei beni di una concessione che era a tempo, e’ un non senso giuridico.

    Poiche’ tale elemento sarebbe invalidato dal primo giudice, e’ meglio non fare nessuna riforma ed attendere i bandi al 2024.

    Laddove ci dovessoro essere dei ricorsi dei balneari saranno i giudici a stabilirne la legittimità o meno

    • Il valore è relativo all’impresa e non alla concessione. Ed in ogni caso il valore dell’impresa non scompare anche se “termina” la concessione, visto che l’impresa potrebbe continuare a vivere giuridicamente ed economicamente perchè ha anche altre attività previste in Camera di Commercio.
      Poi le leggi sono decise in Parlamento. Non sono i giudici a fare le norme.
      E di certo non siamo noi a determinare se una norma possa avere o meno senso giuridico.

      • Nikolaus Suck says:

        Bene, se è come dici mi spiegheresti perché chi prende solo la concessione dovrebbe indennizzare, senza avvalersene, pure un’impresa che a tuo dire con la concessione non c’entra?

        • Perché l’impresa precedente ha creato un “valore” economicamente valutabile, che verrebbe fruito dalla impresa successiva. Ad esempio già solo con la clientela che nel corso degli anni è riuscita ad avere e che verrebbe immediatamente fruita dal nuovo concessionario; con tutti gli acquisti in beni ed attrezzature (per la parte non ammortizzata) che resterebbero e che hanno incrementato il valore non della concessione, ma della impresa che gestisce la concessione.
          Infine Suck ti faccio una confidenza: io sono un economista che lavora in ambito creditizio, ma sono molto legato al mare, per vari motivi.
          Mi chiedo, se permetti, come mai una persona specializzata come te in Diritto Amministrativo (diciamo forse anche professore universitario) dedica tutto questo tempo a scrivere e discutere di concessioni demaniali ? Scusami preventivamente se è stata una domanda inopportuna.

    • quali giudici quelli che hanno rifiutato il referendum sulle loro responsabilita civili in caso d errori? oppure quelli vicino a draghi vedi amato e patroni griffi oppure il pagliaccio rustichelli che in barba alla legge severino che non gli consentiva di ricoprire il ruolo agcm è sto prorogato ( era un fuori ruolo e vai a leggere bene cosa significhi) oppure il nuovo presidente del cds frattini( molto preparato e stimato per la sua competenza) non vicino ma a fianco di dragghi…sono questi i giudici che dovrebbero vigilare su una corretta applicazione della legge? carlo finiscila ….noni verremmo tutti a roma …l italia intera del turismo verra a roma…mettetevolo bene

      • Nikolaus Suck says:

        L’IMU la pagate perché siete proprietari superficiari dei manufatti finché dura la concessione quindi è giusto così. Poi però quando scade c’è l’art. 49 cod nav e non da ieri, andava e va tenuto presente.

    • Teo Romagnoli says:

      Se non pagano gli investimenti li distruggiamo. Chi arrivera dovrà rifarlo.. io lo so che ci vogliono tanti soldi e tanto tempo..nel frattempo le pecorelle scappano..e dopo gli investimenti dovranno a loro volta andarsene e se non ce’ indennizzo si ricomincia punto e a capo.. cosa si risolve in questo modo? Nulla! I politici con la P maiuscola hanno già capito la trappola dittatoriale di draghi !!! Dobbiamo evitare che ci inseriscano nel maxi decreto concorrenza..ma discuterci a parte..altrimenti andiamo alla fiducia col mega-pacchetto e siamo fritti. La partita, le nostre sorti, la nostra veemente protesta e tutta su questa partita ! Ormai.

  8. Siamo in mano al peggior dittatore di tutti!!
    Il Sig.(se così si può chiamare )Draghi!!!
    Lo schifo di uomo fatto in persona!!!
    Tiene in scacco L intera manica di fantocci che ci rappresentano e che pur di rimanere li accettano tutto!!!
    Ora metterà mano anche alle concessioni demaniali con fini sociali non a scopo di lucro dove sono iscritti migliaia di poveri pensionati con una barchina di 4 metri che per fortuna invece che andare a chiudersi in un bar magari si passano due ore a pesca…siamo alla frutta purtroppo…povera Italia…e il solito italiano medio che fa la guerra dei poveri…ma sappiate che draghi colpirà tutti prima o poi e sarà tardi…ci meritiamo tutto questo purtroppo!!!

  9. No alle aste.
    Questi delinquenti mettono come priorità italiana il lavoro.
    A noi lo tolgono
    Ma prima o poi andremo a votare e spero che questi voltagabbana tornino a lavorare se lo hanno.

  10. I dittatori sono quei balneari che pretendono di farsi pagare i beni di una concessione che e’ stata sempre a termine.
    Meglio non fare la riforma, tanto il Consiglio di stato ha stabilito che , benche’ auspicabile,non e’ obbligatoria.

    • carlo hai preso le medicine? dittatori di che.?…ma sei fuori di testa? stai attento a quello che dici perchè sei andato oltre….

      • Teo Romagnoli says:

        Qua do dreghetto dice: ho passano i decreti o mene vado è DITTATURA ! Visto che ai fantocci sono li a campare fino a settembre per i vitalizi..apri gli occhi tu Ernesto..

  11. Breve storia dei celeberrimi ‘8 chioschi di Formentera’, con cui la Spagna si dimostrerebbe moderna, civilizzata e, sommo vanto, europea.

    Si tratta di otto piccole ma ambite attività messe su anni fa da gente del posto che poi le ha vendute a prezzo di mercato. Ora che appunto qualcuno se le è comprate (italiani! gente per lo più di Milano), il comune (i locals) ci rimette sopra le mani, verosimilmente per ‘restituirle’ alla gente del posto. Viva il mercato, viva la concorrenza.

    Tutti gli esempi concreti che i pro gare adducono a sostegno delle loro tesi astratto-giuridiche sono puntualmente travisati e letti in modo opposto rispetto a ciò che significano realmente.

  12. Purtroppo bisogna capire alcune cose fondamentali: la prima é che l unione europea e dal 2004 che chiede all ITALIA di adeguarsi alla normativa BOLKESTEIN giusta o sbagliata che sia,
    da allora che sanziona la nostra ITALIA con svariati milioni di multa all anno, la seconda è che in questo momento storico imporrà allo stato italiano di mettere in atto la normativa BOLKESTEIN pena la sospensione o blocco delle tranche di denari del PNRR….Riassumendo EUROPA dice: o voi applicate la normativa o mettiamo in discussione i denari del PNRR che noi sappiamo essere tanti circa 200, anche di più del piano MARSHALL americano nel dopoguerra…quindi c è poco da protestare..

    • Alessandro76 says:

      Mai un commento tanto inutile….prima di tutto non è dal 2004…poi mai pagato un euro di multa dall Italia…poi secondo te i soldi del pnnr tutti non sarebbero dati all Italia se non si fanno le gare???a parte che ora si parla di una trance di circa 50 miliardi l e le spiagge sono uno dei 50 e oltre obbiettivi che bisogna raggiungere…e il non raggiungimento di uno nn significa che non si otterranno tutti i soldi…come se le spiagge fossero l unico scoglio del parroco…prima di esprimere opinioni almeno cercare di non dire ca@@ate

    • Dal 2004??? Fino adesso solo minacce di sanzioni! E le infrazioni dello stato italico sono decine già in essere ma non se ne parla!

      • Teo Romagnoli says:

        Le infrazioni europee sono 102 (fino a dicembre) e ci costano 100 miglioni e passa tra i quali le autostrade che a differenza dei balneari non vanno a bando ! Di cosa stiamo parlando..In oltre vorrei chiedere ai 4D finora in che campo e dove si è applicata la bolkestein?? Solo da noi..porco zio..tutti a Roma.. importante essere in tanti tantissimi e preferibilmente agguerriti!

  13. Intanto il governo dà 16 milioni di euro alla Heineken per l’ammodernamento di Ichnusa in Sardegna perchè hanno promesso di investire, sviluppare l’indotto e assumere 25 dipendenti. E noi? Intere famiglie a casa con due calci nel culo e indotto in ginocchio per almeno 2 anni! Diciamo grazie ai nostri meravigliosi politici, grillini in testa ch vi siete guadagnati il posto con il voto di scambio….

    • Infatti se facessero i bandi subito di tutelerebbe l’indotto ma i balneari vogliono tutelare prima di tutto e solo loro.. volete aiutare gli altri di cui dite di preoccuparvi, promuovete le gare quanto prima possibile.

  14. Muro contro muro , il governo durerà poco, al massimo dopo le elezioni cancelliamo quello che uscirà fuori. Anche perché il prossimo governo del pensiero draghi se ne infischierà altamente

  15. Michele un consiglio. Riprenditi dato che non sai neanche di cosa parli. Sei riuscito a dire tre inesattezze in un solo post dato che la direttiva servizi è del 2006, lo stato italiano ad oggi non ha pagato neanche un euro di sanzione e cosa ancora più importante, la fandonia montata ad hoc dove si vuole far passare la riforma del demanio come imprescindibile per ottenere i fondi del pnrr.

  16. 1 Michele la bolkestein e dal 2006 inventata e dal 2009 o 2010 che l’Europa dice a l’italia che deve farla poi se permetti i soldi del pnrr se non vengono dipendono dai balneari l’italia a tante infrazioni pero i balneari solo il problema vedi io ho un piccolo chiosco su area demaniale dove mio padre ha investito tutto e non e stato facile per niente un comune che ti nega acqua luce abbismo ottenuto tutto con i giudici presentando progetti con geometri pagati da noi.ovviamente un comune che non ti risponde mai e io oggi dovrei cedere la mia concessione di chiosco su spiagge libera attrezzata per uno che viene e cazzo cazzo come si.dice a roma prende tutto e io.come uno.stronzo li.a guardare Mi.dispiace ma non sara cosi il discorso delle gare andava bene quando lo stato.che dite voi haters costruiva di tasca loro.le strutture e poi faceva i bandi il discorso li era giusto ma visto che i privati anno fatto le cose che lo.stato.doveva fare comune regioni ecc ecc io.ci sopravivo come tanti qui la verita e che l’Europa fanno gola i.nostri posti e vogliono prenderli e i.comuni dovrebbero gestire i bandi vedi quello.che e successo a sabaudia la verita e che scopierebbe una bomba noi.balneari ambulanti tassisti io direi mettiamo.a bando.anche i posti fissi pubblici mettiamo a.bando tutto.adesso.vi voglio

  17. Non.scherzate con la gente che lavora e campa con quel lavoro adesso fare il balneare o fare il tassista o fare lambulante e diventato il lavoro dei sogni di tutti facile andare a prendere le cose gia costruite e avviate troppo facile il sangue l’abbiamo sputato io e la mia famiglia e non e giusto che uno prenda i frutti cosi dal nulla io ho dignità e voi che volete prendervi cose sudate dagli altri mi fate vomitare non avete dignità ma succederà la guerra nel 2024 se non faranno qualcosa vedrete voi

  18. Questo governo bisogna mandare a tutti a casa! Noi andremo tutti a Roma davanti al palazzo Chigi!e vedranno cosa significa il lavoro dei stabilimenti balneare!se va tutto bene 16 ore al giorno i proprietari! Hanno dato lavoro a tante famiglie e hanno pagato le tasse! E + hanno pagato anche L’IMU Come possono fare di togliere la concessione senza indennizzo di tutto!
    ANDIAMO TUTTI A ROMA A PALAZZO CHIGI! Chiediamo il nostro diritti….

  19. Siete un governo di inetti, non avete neanche le palle per dissentire dimettendovi.
    No perché le poltrone fanno comodo a tutti in maggioranza, tanto a quei poveri cristi facciamogli capire che siamo con loro e tutto sarà risolto.
    Ma vi abbiamo smascherato PD, 5 stelle, LEU , quelle insignificanti di più Europa etc.etc.
    Pensate che non abbiamo capito che volete far fare business alle vostre associate cooperative rosse, o legambiete e altri organismi definite no profit? Volete svendere alle lobby il frutto del nostro lavoro?
    Dovete passare sui nostri corpi prima di rubarci il futuro costruito con sudore e sangue, siate maledetti.

  20. Vincenzo scrive:
    .”.Dovete passare sui nostri corpi prima di rubarci il futuro costruito con sudore e sangue, siate maledetti..”
    Ecco la testimonianza di vincenzo e’ l ennesima squallida prova che testimonia come molti balneari vivano il bene demaniale come fosse privato.

  21. Teo Romagnoli says:

    Finalmente vedo e sento molti colleghi convinti e arrabbiati che vogliono, come me, urlare in faccia alla politica che le nostre vite, il nostro lavoro, i nostri sacrifici NON SONO MERCE DI SCAMBIO ! Invito tutti a parlare con i colleghi con le associazioni, con le famiglie e portare più gente possibile a Roma. È lì che si decide il nostro destino !

  22. ecco, non so se l’ho avete capito, ma andrà a finire cosi!!!!!!! le concessioni andranno all’asta e non per trasparenza o minkiate varie, ma perché l’indotto fà gola , perché il pnrr porta milioni di euro nelle casse di chi conta. Poco importa se a pagare sono 30000 imprese italiane, ormai le guerre non si combattono sul campo ma si studiano a tavolino, come stanno facendo in ukraina in questo preciso istante. ora se no ci difendiamo siamo pecore e tali rimarremmo, a voi la scelta e inutile stare qui ad illuderci che arrivi un post che ci fa comodo o che dica che ritornerà tutto com’era, no non è cosi, ormai hanno già deciso e di comune accordo tra tutti i partiti. Sta a noi decidere se essere pecore o lupi, il dado é tratto, noi ci siamo dentro. quindi a noi la scelta se giocare o rinunciare…..io preferisco giocare e voi?????

  23. analisi perfetta . I media sono anni che si sono schierati . Faccio solo una domanda da quando hanno liberalizzato le licenze di somministrazione chi ne ha giovato ? I piccoli ristoratori ? I bar costretti a fare tavola calda ? Nessuno ! Eccetto i grandi gruppi che sono entrati gratis e hanno saccheggiato ed impoverito il settore della ristorazione , non pagano tasse in Italia , non tutelano il lavoro e hanno monopolizzato con prodotti scadenti il mercato . Pensate veramente che vogliano fare le gare per 60 MT di concessione ? Leggete bene il testo della riforma e vi accorgerete che non ci sono limiti , questo significa una sola cosa che faranno su quel bene un project di tipo europeo investendo milioni di € su tratti importanti di litorale . Prezzi di ombrelloni forse anche uguali a quelli di oggi ma con 1 mega ristorante in 2 km ( catena ) che vendono a 25€ un piatto di pasta , gli stessi servizi che oggi trovi in ogni singolo lido in uno di dimensioni 10 volte superiore . Risultato ?
    1)Da 1000 (lido medio di 50 MT , ha 25 persone a lavorare)a 200 dipendenti
    2) 30 anni di monopolio che spesso come Benetton con autostrade permette loro di cambiare le tariffe anche se non potrebbero
    3)A fronte di 1mld di incassi sulle concessioni ci ritroveremo con Tasse non pagate in Italia , iva compensata con improbabili crediti di imposta presi a spiccioli , contributi al 50% per qualche legge su misura , Imu ecc stralciatii perché la struttura non sarà più loro ( 2,1 mld ai comuni ) se il giro di affari é di 15 mld come tutti scrivono e nelle casse dello stato ne finiscono oggi 6, ben presto ne incasseremo solo 2( autostrade ne é esempio lampante ) .

    solo un piccolo riassunto abbiamo impoverito il sistema ( firnitori italiani sostituiti con quelli cinesi )perso ben 3 mld di entrate all’anno , tolto servizi ai fruitori , persi 20.000 posti di lavoro ; ma siamo felici perché finalmente vanno a casa ” usurpatori ”
    mi sembra come un uomo che si taglia il membro perché la moglie lo tradisce .
    Ma in Italia si sa si è più felici per le disgrazie altrui che per proprie fortune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.