Basilicata

Regione Basilicata rinvia termine gare concessioni balneari

La Regione Basilicata ha rinviato il termine per partecipare ai bandi sulla riassegnazione delle concessioni balneari. Lo ha annunciato l’assessora regionale alle infrastrutture Dina Sileo. Lo scorso dicembre la Regione (che al contrario del resto della penisola, ha le deleghe dirette per la gestione del demanio marittimo) aveva approvato una delibera con le linee guida per indire le evidenze pubbliche sulle concessioni balneari, fissando la scadenza del 30 marzo 2024 per presentare domanda. Tuttavia, un comunicato pubblicato ieri ha reso noto che «è differito, fino a nuovi provvedimenti governativi, il termine per la presentazione delle domande per l’assegnazione delle concessioni demaniali marittime».

Così l’assessora Sileo ha spiegato le ragioni della scelta: «Il provvedimento è stato reso possibile grazie alla nota del Ministero delle infrastrutture con la quale il ministero guidato da Matteo Salvini, in risposta alle contestazioni della Commissione europea, sottolinea come sia necessaria di una valutazione preliminare sulla scarsità della risorsa naturale prima di applicare procedure selettive per l’assegnazione delle autorizzazioni. Ringrazio il ministro Salvini, da sempre impegnato nella battaglia di salvaguardia del know how degli imprenditori italiani, per aver avviato una interlocuzione con la Commissione europea al fine di dirimere una annosa controversia».

Il comunicato della Regione non ha reso noto a quale data sia stato rinviato il termine del 30 marzo.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: