Emilia-Romagna

Mare d’inverno: Gnassi e i balneari al lavoro su un protocollo

Prende il via un progetto per vivere la spiaggia tutto l'anno come un ''parco marino urbano''.

Un protocollo d’intesa tra l’amministrazione comunale di Rimini e gli operatori balneari per far vivere il mare anche d’inverno. È questa la proposta emersa nell’incontro tra il sindaco Andrea Gnassi, i rappresentanti delle categorie che operano in spiaggia e la soprintendenza, convocato per confrontarsi sulle idee e sui progetti da mettere in campo per valorizzare la spiaggia anche durante i mesi freddi. Una prospettiva che il sindaco lega al progetto del “Parco del mare”.

Questa la dichiarazione del sindaco Gnassi in merito: «Si tratta di elaborare insieme agli operatori un protocollo di intesa che definisca principi e linee d’azione condivise, applicabili sin da subito e che possano servire da base anche per il futuro. Il principio è uno: considerare la spiaggia come un ‘parco marino urbano’ e dunque al pari dei parchi della città, vivibile 365 giorni all’anno. Assecondando di fatto una richiesta che arriva sia dai turisti che sempre più numerosi arrivano a Rimini anche nel periodo invernale, sia venendo incontro a quella fascia di popolazione sempre più vasta che ama fare sport e muoversi all’aria aperta e che non rinuncia alla spiaggia nonostante le temperature più rigide. Trovo molto interessante, peraltro, la serie di proposte messe per iscritto in un documento intitolato ‘Rimini e il mare d’inverno. Una città a tutto tondo’, presentate dagli stessi operatori balneari e che vanno proprio in questa direzione».

Ma la strada è ancora lunga, dice il sindaco: «Si tratta di ipotesi di lavoro ancora tutte da approfondire, di naturale e necessario concerto con la soprintendenza, per le quali sarà necessario individuare gli strumenti normativi adatti, ma che rappresentano una novità e una predisposizione positiva che va assolutamente verificata per vederne la possibilità di concretizzazione. Tra le proposte presentate per iscritto dagli operatori, quelle di facilitare nel periodo invernale l’accesso e la fruizione dell’arenile, strutturando barriere che non ostacolino la visuale, il mantenimento in sicurezza dei giochi e il loro pubblico utilizzo, il potenziamento dell’illuminazione notturna per agevolare le operazioni di sorveglianza e controllo, oltre a proposte di iniziative, sia di intrattenimento sia legate allo sport. Il tutto in sistematico dialogo con l’amministrazione e la soprintendenza».

«Vivere il mare ogni stagione – aggiunge il sindaco – è un principio che aderisce alla filosofia che muove uno dei più grandi progetti in cui la nostra città è impegnata, il Parco del mare, una scommessa decisiva se vogliamo avviare una nuova stagione di sviluppo in chiave turistica, che punti con decisione a riconquistare il mercato estero. È una sfida fondamentale, difficile, e che deve coinvolgere tutta la città, soprattutto nella sua componente privata. L’attenzione e l’attesa sono alte, a conferma della volontà condivisa di rigenerare la spiaggia, valorizzandone gli aspetti naturalistici e allo stesso tempo arricchendolo di funzioni, a partire dal wellness. Ci sono quindi le condizioni per muoverci e in fretta, a partire dagli interventi sui due stralci funzionali che rappresentano la testa e la coda del vasto progetto organico del Parco del mare: lo stralcio ‘piazzale Fellini/piazzale Kennedy’ e lo stralcio ‘Miramare/lungomare Spadazzi’, che di recente hanno ottenuto circa 2,9 milioni di finanziamento dalla Regione nell’ambito del bando POR FESR 2014-2020».

«In questa cornice di cambiamento – conclude il sindaco Gnassi – si inserisce la volontà, da parte del Comune e degli stessi operatori balneari, di dare una nuova linfa alla spiaggia d’inverno, già nell’immediato, in questa fase che ci traghetterà dritti verso un nuovo modo di vivere la spiaggia».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: