Sib-Confcommercio

Sib a disposizione di Nomisma per veri dati settore balneare

Il Sindacato italiano balneari ha chiesto a Nomisma una «ricognizione a tappeto sulla balneazione attrezzata italiana» per avere dei dati aggiornati e veritieri sul settore turistico balneare. Lo ha reso noto il presidente del Sib Antonio Capacchione, precisando che l’iniziativa sarà intrapresa di concerto con Fipe-Confcommercio. «Ci siamo messi a disposizione, quindi collaboriamo, affinché questo istituto in totale autonomia effettui la sua ricerca. Per cui il Sib unitamente all’intero sistema della Confcommercio ha deciso di collaborare con Nomisma per fornire una rappresentanza corretta e veritiera del settore», spiega Capacchione.

«È nota la calunniosa campagna di stampa di cui noi balneari siamo stati bersaglio, che ha condizionato pesantemente non solo il dibattito pubblico sulla nostra vicenda ma persino, a nostro avviso, decisioni politiche e financo giudiziarie», argomenta Capacchione. «Questa campagna di stampa ha fatto leva su dati falsi e su una lettura fuorviante di vecchie analisi proprio di Nomisma (si pensi solo ai 15 miliardi di giro d’affari attribuito ai balneari, nella foto, mentre lo studio di Nomisma del 2004 faceva riferimento alle utilità economiche dirette e indirette di una località balneare, quindi anche i ricavi di alberghi, ristoranti, trasporti eccetera). Assume pertanto particolare rilievo quanto questo prestigioso e autorevole istituto elaborerà per una rappresentazione corretta della nostra realtà da fornire al dibattito pubblico e ai decisori politici e istituzionali».

«A questa iniziativa siamo chiamati tutti noi a dare un contributo di conoscenza mediante la compilazione di un questionario che è stato inviato a tutti gli stabilimenti balneari associati al Sib», conclude Capacchione. Il testo della lettera con il link per compilare il questionario è disponibile a questo link: mondobalneare.com/lettera-Sib-studio-Nomisma.pdf.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:
  1. La rai dovrebbero chiuderla….. comunque apparte che non è vero!!! Poi in qualunque caso chi lo decide il canone il concessionario????? Sé e come dicono loro che lo stato chieda i danni hai suoi funzionari incapaci ….poi può anche alzarlo che nessuno si è mai lamentato (anche se di spese fisse legate alla concessione c’è ne sono ben altre) del resto già siamo l’unico comparto turistico con Iva al 22%

  2. Teo Romagnoli says:

    Era ora ! Fare luce sui dati FALSI di legambiente sulla quale si è basato anche il consiglio di stato… SCANDALO che sicuramente verrà smontato 15 migliardi diviso 16500 stabilimenti sono circa 900.000 € a balneare.. MAGARI ! Non ci voleva uno statista per capire la insostenibilita dei dati) speriamo che ora anche la stampa si renda conto del danno che ci ha ingiustamente creato e corra ai ripari..

    • mettiamo il caso che uno stabilimento abbia 60 postazioni e il guadagno giornaliero sia di 50 euro a postazione e dei 4 mesi estivi contiamo solo 3 mesi quindi 90 giorni sono 270 mila euro mettiamo che spendano per bagnini e pulizia 70 mila euro restano 200 mila euro che divisi per 12 mesi visto che nelle altre stagioni non lavora non risultano 16 666,00 al mese allo stato quanto dovrebbero pagare di questo guadagno?(ci sono stabilimenti con oltre 80 posti e costi che superano gli 80 euro giornalieri )

      • Egidio…sarebbe bello avere come spesa solo il costo dei bagnini…ma come li fai i conti…inoltre da me una postazione costa 12euro / 15 euro sabato e domenica

      • 50 euro una postazione non l’ho mai visto. Massimo dalle mie parti puoi trovare 15/20 euro, al massimo ripeto e solo ad agosto. Poi non so te che spiagge frequenti. Per quanto riguarda le spese magari fossero solo bagnini e pulizia. Ti dico solo che oltre alla spiaggia devo lavorare pure in inverno per portare a casa qualcosa e quando magari te sei in vacanza io ancora lavoro. Sono anni che non mi prendo una settimana di vacanza ma non mi lamento e sopratutto non vado a guardare il lavoro degli altri e quanto guadagnano. Vai per caso nei bar a pretendere l’incasso dell’ultimo anno? Oppure quando sei al ristorante vai dal titolare e chiedi se dichiarano tutto quello che incassano? Vorrei proprio sapere… E ora che ho detto qualcosa del mio lavoro parlami anche del tuo, per capire se sei un lavoratore onesto.

      • MA DOVE VIVI EGIDIO …IL 75% VA ALLO STATO …ROBA DA MATTI..E POI IL LAVORO GROSSO SI RIDUCE A SOLI 2 MESI …..270000 EURO A STAGIONE? E CHI LI HA MAI VISTI….ECCO UN DATO DI FATTO DELL INCOPETENZA DI CHI NON HA MAI SVLTO QUESTO MESTIERE…PRIMA DI PARLARE INFORMATI…PERCHè NON PARLI DALL AUMENTO INDISCRIMINATO DELLA BENZINA O DEL CARO ENERGETIC, LI CI SONO QUELLI CHE LUCRANO NON I BALNEARI…SONO MOLTO INCAZZATO PER LE CONTINUE STRONZATE DETTE SU QUESTO PORTALE…80 EURO GIORNALIERI?…GUARDA CHE QUESTO TIPO DI VACANZE SE LO POSSONO PERMETTERE CHI è RICCO E SA BENISSIMO DOVE SPENDERE I SUOI SOLDINI( QUESTO TIPO DI STRUTTURE RAPPRESENTA IL 5% DEI GESTORI)E NON CERTAMENTE NELLE NOSTRE STRUTTURE ( CHE RAPRESENTANO IL 95% DEI GESTORI) DOVE UNA GIORNATA COSTA 15 EURO E CI PAGHI PURE L IVA SOPRA….FINISCILA DI FARE IL SAPUTELLO …. SE AVEVO QUESTE ENTRATE NON ANDAVO CERTAMENTE A LAVORARE D INVERNO COSI COME LA MAGGIOR PARTE DI NOI FA….IPOCRITA è DIR POCO

        • Ernesto, se è così poco redditizio avere una concessione avrai occasione di liberartene molto presto e chi come Renzo si avvale delle leggi dello stato per legittimare il lavoro deve anche citare la parte in cui so dichiara la scadenza della concessione motivo per cui era ed è sbagliato pensare di fare il balneare a vita, visto poi che non rende affatto.

          • ernesto renzo ancora che rispondete a questo personaggio? fate come me che domani mattina con il mio legale denuncero’ il signor “diario” presso la procura della mia regione cosi vediamo se ha ancora voglia di fare lo s……vedrai che poi ti passera’ la voglia di prendere per il culo e dire falsita’e i 5s non ti salveranno .

            • Guarda Antonio che butti via i soldi..contento tu, sicuramente lo sarà il tuo avvocato!

          • E TU CHI SEI PER DIRMI QUESTO? FAI PArte della mia famiglia?mangi con i miei 4 figli? no e allora fatti i cazzi tuoi e pensa alla denuncia che a breve ti arriverà da antonio…sbagliato è la tua persona ignobile

          • sono soldi ben spesi diario soprattutto perche so benissimo chi sei.pensa per te e vedrai che adesso la tua spavalderia cambiera radicalmente. vedrai che ora non riderai piu.

            • Nikolaus Suck says:

              Ha sicuramente anche degli interessanti risvolti psicologici che purtroppo non sono il mio campo, ma trovo abbastanza curiosa questa cosa di minacciare di denunce persone che non hanno fatto nulla e in assenza di qualsiasi ipotesi di reato possibile, con parole che l’interessato invece secondo me potrebbe denunciare eccome. Chissà come andrà a finire.

            • suck nessuna ipotesi di reato? tu vivi in un sogno.io ho denunciato punto.il reato c e eccome. e finiscila di dire che minaccio le persone perche la prossima denuncia potrebbe essere la tua. chi ti credi di essere un intoccabile?

      • Ma che c…. di conti fai? Io ho 44 Hawaiani e 250 ombrelloni, non arrivo minimamente a 270.000,00 €.
        Gli stagionali pagano le ultime file 400€ che se li dividiamo solo x 90 giorni, sono 4,44€/gg. E comunque a i nostri clienti stagionali lasciamo accesso in spiaggia fino ad ottobre, calcola che a fine settembre una parte dell’attrezzatura è in spiaggia. Il giornaliero costa 20€ in una postazione ombrellone e 80€ in hawaiano, ma non abbiamo tutte le postazioni libere. Magari noleggiassi a 50€/postazione. Ma chi ci viene il lunedì in spiaggia? Il fine settimana lavoriamo, è vero, ma questo non fa di noi dei Super ricchi. Ma per favore, non potresti fare neanche il venditore di insalata.

      • Salve. 70000 € ai bagnini e per le pulizie? Ma pulizia della spiaggia cioè vagliare per 50 ombrelli? Scusi ma dove ha lo stabilimento che vengo a lavorare per lei. Vengo subito!!!! 70000 € un ci crede nemmeno il gatto

      • Bravo Egidio, tu si che sei un dritto, hai capito tutto. Vieni da me che di postazioni ne ho 200, ci mettiamo d’accordo, io ti cedo lo stabilimento a 500k, tu in questi 2 anni con 200 postazioni lavori queste 2 stagioni che ci rimangono sicuramente e poi ti buttassero anche fuori te ne vai con un utile, a spanne, di 500k. Non è male direi! Vieni che facciamo l’affare! Ah, porta il cash, che tanto a fine di questa stagione sei già a pari, poi è tutto grasso che cola!

    • SIAMO UN GRUPPO DI BALNEARI DELLA COSTA LAZIALE E CI STIAMO ORGANIZANDO PER DENUNCIARE CHI HA DIFFUSO QUESTI DATI COMPLETAMENTE FALSI…….CI COSTITUIREMO PARTE OFFESA CONTRO CHI LI HA DIFFUSI….DATI NON CORRISPONDENTI ALLA REALTà…..è ORA CHE QUALCUNO COMINCI A PAGARE PER LA SUA ARROGANZA E FALSITA.BASTA…..

        • Beh, si potrebbe dire che ce ne sarebbero… diffamazione, calunnia, diffusione di dati falsi, con forse anche l’aggravante del momento storico che agita ancora di più un disordine pubblico già nel caos.

          • Nikolaus Suck says:

            Hai letto bene le definizioni del codice penale prima di fare questo pregevole elenco o te lo sei riscritto a piacimento e fantasia? Io ci andrei cauto. Hanno tutti un significato e contenuto preciso.

        • e ha te che ti frega suck? li hai per caso pubblicati tu i dati? ma come ti sei sempre pavoneggiato che i balneari pagano poco che guadagnano milioni a non finire e ora ti preoccupi del reato? noi come associazione ci difenderemo suck e come ho detto è ora che qualcuno torni con i piedi per terra

          • Nikolaus Suck says:

            Vi difendete da cosa? Pubblicare dati (in tesi) sbagliati non implica “falso” e non costituisce reato, punto. Le vostre “denunce” finiranno nel cestino prima ancora di essere archiviate. Vogliamo scommettere?

            • si si mettila in caciara come si dice a roma suck….se tu pubblichi una cosa in un servizio pubblico con dati falsati screditando onesti lavoratori e aziende come lo chiami? le denunce non saranno cestinate , non ci sperare, perche chi le ha fatte non è certo di primo pelo e saranno portate avanti poiche abbiamo mezzi e cervelli a disposizione …..e la stessa cosa dicasi per i ricorsi….non scommettere perche dovresti venderti la casa per risarcire …..torna con i piedi a terra

  3. Un accanimento contro una categoria era ora di portare alla luce la verità.siam9 dei lavoratori e nn giriamo in Ferrari ogni anno dobbiamo rimettere in piedi le nostre strutture x i danni subiti da mareggiate e adesso ci vogliono togliere il lavoro tanti di noi abbiamo mutui come faremo.Avevamo fatto affidamento su una legge dello stato che ci aveva prorogato i nostri titoli fino al 2033 e ora tutto messo a repentaglio nn ci dobbiamo solo difendere dalle mareggiate ma anche contro lo stato che ci dovrebbe tutelare.

  4. Tanto non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire. Voglio demolire il nostro settore per pura demagogia. Tutti questi incapaci gente composta di nulla attaccata con niente, che è serva sciocca delle lobby straniere.
    Ormai l’italia è destinata a divenire colonia di altre grandi nazioni……scellerati.

  5. Non capisco perché la destra si opponga ad una ricognizione corretta degli immobili da parte del catasto e sostenga al contrario di voler fare luce sui dati di Legambiebte

    • FORSE PERCHè IL CDS SI è BASATO SU QUEI DATI CHE SONO RISULTATI ESSERE FALSATI?….TI DICE NIENTE QUESTO? SECONDO TE è ARGOMENTO DI POCO CONTO?

  6. Io invece commissionerei alla guardia di finanza una bella ricognizione fiscale/patrimoniale per verificare gli utili effettivi e iniziare a dare calci agli evasori prima ancora del 2023

  7. Era ora che qualcuno parlasse di chi decide quanto deve essere pagato per una concessione, non certo il concessionario. Questo lo decide l’ente preposto. Quindi non si può parlare di canoni irrisori, quando è lo stato che stabilisce gli stessi canoni da pagare. Pertanto ritengo che i canoni che vengono pagati dai concessionari siano stabiliti da una legge dello stato italiano. Qualora la ritenga iniquoa la modifichi con i criteri attuali e mai nessuno si opporrà.

    • i servizi di ristoro ci sono per legge .e poi non sempre appartengono allo stabilimento…ma che c …dite …ma lo sai quanto tempo ci vuole per avere questi permessi e quanti soldi… poi dimmi come farebbero i futuri grandi astisti ad avere permessi cosi veloci ,quando noi impieghiamo anni….finitela di dire cazzate perche le vostre argomentazioni sono fuori luogo e false…ipocriti

  8. Ma che conti che fate? 50€ al giorno di guadagno? Egidio ed il resto ma perché non ragionate?
    50€ al gg di FATTURATO, ponendo 3 mesi di stagionalità sono 4500€ a stagione… prezzi che si trovano solo a forte dei marmi dove gli ombrelloni sono a distanze allucinanti uno dall’altro… inoltre non potete porre dei costi quando non avete idea dei costi di gestione…
    Io gestisco uno stabilimento in una zona molto vicina a forte dei marmi, ho prezzi abb alti ma il fatturato si aggira intorno ai 170k€ tra spiaggia bar e ristorante…
    Dato che son sempre esistite concessioni in vendita( e come l’ho acquistata io 6 anni fa a prezzo di mercato con mutuo in essere fino al 2033, potreste farlo anche voi, rimboccandovi le maniche e senza rubarlo agli altri ) perché non ve le comprate se pensate che si guadagni 2 o 300000€ a stagione? Quanta ipocrisia… nemmeno l’ovvio, tutti sti dati falsati, schifosi ed offensivi verso una categoria e verso tutte le persone in grado di ragionare con la propria testa…. Basta una semplice divisione per capire che 15 miliardi è una cifra ridicola sola da pronunciare

  9. GIUSTO COSI LA MAGGIOR PARTE DI NOI SARA CONTENTA PERCHE IN LINEA CON LA LEGGE…MA VEDI NON LO FARANNO MAI PERCHE I PRIMI LADRI SONO CHI è HA MONTECITORIO…ABUSIVI NON ELETTI E SI PERMETTONO PURE DI DARE 9 MILIARDI DI EURO AD AUTOSTRADE ( DOPO AVER UCCISO 43 PERSONE)MENTRE NON SCI SONO SOLDI PER LA POVERA GENTE E INOLTRE SI PERMETTONO PURE DI SPECULARE SUI SACROSANTI DIRITTI D AZIENDA DI NOI BALNEARI CHE CHIEDIAMO IL RICONOSCIMENTO AZIENDALE…….SCIACALLI…..TUTTO QUESTO FINIRà PERCHE NE ABBIAMO I C…….. PIENI DI DRAGHI E I SUOI ABUSIVI..IL 26 TUTTI A ROMA PER CACCIARE QUESTA GENTAGLIA CHE CI STA PORTANDO ALLA FAME…..SVEGLIA POPOLO ITALIANO

  10. I balneari italiani, hanno subito una accanita e ingiusta PROPAGANDA, null’altro che propaganda, accusati di essere gli autori di ogni tipo di nefandezze, una campagna propagandistica come quella fatta per la guerra Russia-Ucraina, ciò che però i nostri media e i loro “referenti” non hanno compreso è, che i balneari, non sono PUTIN, bensì una categoria di piccolissimi imprenditori-lavoratori onesti e rispettosi delle regole dello Stato, (art. 37 c. Navigazione e art 10 della 88/2001) regole, sulle quali hanno fatto affidamento per i loro investimenti, soprattutto di vita. Bisogna sperare che la ricerca approfondita di NUMISMA, venga adeguatamente diffusa, così come è stata diffusa la campagna denigratoria, commissionata dai nostri “boia” traditori, che, purtroppo temo, non avverrà, in barba alla nostra “democrazia” e … ai concessionari italiani!

  11. Come suol dirsi chiudere la stalla dopo che i buoi sono usciti! Dopo mesi di campagna denigratoria nei confronti della categoria senza alcun contraddittorio e soprattutto senza alcuna obiezione da parte di quella politica che finge di appoggiarci mi sembra una decisione un po’ tardiva.

    • manfredi tradotto significa che il dittatore draghi e i suoi scagnozzi non eletti fanno fallire 15000 aziende e 3 milioni di lavoratori…sarebbero queste le belle cose di cui parli? voti di fiducia da parte di ignobili politici poltronari ….se aspetti che noi seguiamo alla lettera le sentenze fatte da persone vicino a giavazz(i il bocconiano amico di griffi) te ne accorgerai presto tu….allora si ne vedremo delle belle …detrattori capaci solo di sputare veleno…

    • diario forse ti correggo io…le aziende sono circa 6500 , ma arrivano a 157000 con indotti e laghi fiumi bar ristoranti piscine e quant altro..( tu parli di solo stabilimenti balneari ma non è cosi).questi sono i dati reali…e poi se sono 6500 con 10000 km di costa (che arrivano a 65000 con laghi fiumi specchi acquei) perchè dovrebbero toglierci le concessioni? la bolkestain non dice questo…ragiona prima di parlare perchè cosi affermi che non esiste scarsità della risorsa……

      • Beh se contiamo anche i famigliari e gli antenati allora arriviamo ai tre milioni..cosa ti fa pensare che all’indotto, cioè i 150500 aziende, non faccia gola la concessione per cui siano al vostro fianco?..lo stesso vale per i clienti che saputo dei bandi penso che ci proveranno perché il vostro lavoro interessa molti che a suo tempo non sapevano degli albi pretorio, del D1 o dell’istanza diretta.

  12. I balneari non hanno ancora capito che devono arrendersi alla mediocrazia ed al politicamente corretto!!! QUINDI: ESTATE 2022 POSIZIONARE SOLO IL 50% DEGLI USUALI PUNTI OMBRA!!! preavvisare coloro che non potranno usufruire del loro punto ombra! Nella scelta ogni titolare , conoscendo i propri clienti, DARÀ PREFERENZA AI MENO ABBIENTI O PERCETTORI DI REDDITO! Gli altri andranno a spiagge libere or attrezzate! ESTATE 2023: visto il successo conclamato del 2022, ora i punti ombra sono ridotti al 10%! CONCLUDENDO: BALNEARI ARRENDETEVI!!!

  13. Ernesto Antonio e compagnia fatte ridere, non posso andare al mare davanti casa mia senza pagare da sempre,e sono ormai vecchio, e voi siete infami.
    Come giustificate il fatto che una spiaggia pubblica debba sempre essere vostra?
    Ma non vi vergognate nel difendere l’indifendibile?
    L’opignone pubblica arriva solo ora perchè la maggior parte della popolazione non abita sul mare come me, ma siete veramente una cosa brutta

    • infame a chi? io pure sono vecchio e non tollero che tu dica queste stronzate. noi difendiamo il lavoro e le nostre aziende non l indifendibile. non so dove vai al mare e non me ne frega un cazzo potevi dedicarti a fare il balneare come abbiamo fatto noi investendo la nostra vita invece di sputare veleno e offendere.

      • Antilobby says:

        …./.su questo hai ragione…../ non bisogna offendere….. il problema che in Italia in determinate zone sono poche o quasi inesistenti zone adibire a spiagge libere…… la colpa è dei comuni che hanno dato troppe concessioni per non stare loro a fare la manutenzione delle spiagge…..

        • Mi dispiace per l’offesa, anche se voi non siete da meno, ma non capisco perché da qualunque altra parte nonostante la concessione, ci sì possa sostare, come in Spagna che citare sempre,e invece qua, solo la battigia per il solo transito

    • Antilobby says:

      Si lo notato ieri sera……. Un titolo contrastante che parte di già da una considerazione che i dati pubblici sono non veritieri e che il sib è a disposizione di Nonisma per veri dati sul settore balneare…… tale titolo potrebbe mettere in dubbio l’imparzialità …….. per una ricerca indipendente chi effettua lo studio dovrebbe usufruire di altre fonti di notizie e non di quelle che lo studio la commisurato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.