Sib-Confcommercio

Sib a disposizione di Nomisma per veri dati settore balneare

Il Sindacato italiano balneari ha chiesto a Nomisma una «ricognizione a tappeto sulla balneazione attrezzata italiana» per avere dei dati aggiornati e veritieri sul settore turistico balneare. Lo ha reso noto il presidente del Sib Antonio Capacchione, precisando che l’iniziativa sarà intrapresa di concerto con Fipe-Confcommercio. «Ci siamo messi a disposizione, quindi collaboriamo, affinché questo istituto in totale autonomia effettui la sua ricerca. Per cui il Sib unitamente all’intero sistema della Confcommercio ha deciso di collaborare con Nomisma per fornire una rappresentanza corretta e veritiera del settore», spiega Capacchione.

«È nota la calunniosa campagna di stampa di cui noi balneari siamo stati bersaglio, che ha condizionato pesantemente non solo il dibattito pubblico sulla nostra vicenda ma persino, a nostro avviso, decisioni politiche e financo giudiziarie», argomenta Capacchione. «Questa campagna di stampa ha fatto leva su dati falsi e su una lettura fuorviante di vecchie analisi proprio di Nomisma (si pensi solo ai 15 miliardi di giro d’affari attribuito ai balneari, nella foto, mentre lo studio di Nomisma del 2004 faceva riferimento alle utilità economiche dirette e indirette di una località balneare, quindi anche i ricavi di alberghi, ristoranti, trasporti eccetera). Assume pertanto particolare rilievo quanto questo prestigioso e autorevole istituto elaborerà per una rappresentazione corretta della nostra realtà da fornire al dibattito pubblico e ai decisori politici e istituzionali».

«A questa iniziativa siamo chiamati tutti noi a dare un contributo di conoscenza mediante la compilazione di un questionario che è stato inviato a tutti gli stabilimenti balneari associati al Sib», conclude Capacchione. Il testo della lettera con il link per compilare il questionario è disponibile a questo link: mondobalneare.com/lettera-Sib-studio-Nomisma.pdf.

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: