Ambiente Toscana

Ripascimenti, Regione Toscana stanzia 13 milioni di euro

Gli interventi partiranno a marzo e rimedieranno ai danni delle gravi mareggiate di ottobre.

La Regione Toscana ha stanziato altri 13 milioni di euro per effettuare i ripascimenti necessari in seguito alle mareggiate del 29 e 30 ottobre. Dopo i 5 milioni di primi interventi, nei giorni scorsi il governatore Enrico Rossi ha presentato a Piombino un piano di 39 interventi di ripristino da Massa a Capalbio, sul 14% circa del litorale toscano.

«11 milioni arriveranno subito – ha spiegato Rossi – mentre altri 2 saranno stanziati a gennaio e prelevati dal fondo di riserva. A questi si aggiunge il milione e mezzo arrivato dal governo».

Prosegue il governatore: «A inizio 2019 saranno resi noti i progetti esecutivi, da mettere a gara entro febbraio per iniziare i lavori a marzo. L’obiettivo è avere le spiagge pronte per l’estate».

Un plauso alla Regione arriva da Fabrizio Lotti, presidente di Assoturismo-Confesercenti Toscana: «Un sentito grazie a Regione Toscana, al presidente Enrico Rossi in veste di commissario straordinario per l’emergenza, all’assessore all’ambiente Federica Fratoni e al presidente della commissione sviluppo economico Gianni Anselmi per l’impegno costante nell’ascolto, l’assidua presenza negli incontri e la caparbietà nel cercare soluzioni concrete per affrontare l’emergenza, cercando di permettere alla nostra splendida costa, bene fondamentale del nostro comparto turistico, di tornare a esserlo per la stagione 2019».

«Sappiamo che la strada è ancora lunga e i tempi di progettazione e realizzazione sono ristretti – aggiunge Lotti – ma visto l’impegno profuso, confidiamo in un analogo sforzo dei comuni e dei tecnici sia regionali che comunali. Confesercenti continuerà a collaborare attivamente fino al raggiungimento del traguardo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.