Accessibilità

Rimini capitale dell’inclusione lavorativa negli stabilimenti balneari

Il progetto "Una spiaggia per tutti" ha coinvolto venti ragazzi con autismo e disabilità nelle mansioni in spiaggia

Un progetto di inclusione sociale per inserire nel mondo del lavoro persone con autismo e con disabilità fisiche e mentali. Si chiama “Rimini, una spiaggia per tutti” ed è un virtuoso progetto portato avanti da un gruppo di stabilimenti balneari della località romagnola, facenti parte della Cooperativa operatori di spiaggia di Rimini. L’iniziativa, che quest’anno ha coinvolto 20 ragazzi impiegati con varie mansioni all’interno di alcuni bagni tra il numero 27 e il 143, si è rivelata di grande utilità per i giovani coinvolti: nonostante il lavoro di tipo stagionale, caratterizzato da un importante carico di utenti da servire in tempistiche piuttosto serrate, anche gli stabilimenti balneari possono essere un luogo ideale per avviare percorsi di inclusione lavorativa dedicati a persone con fragilità sociale e abilità speciali.

“Rimini, una spiaggia per tutti” è frutto di un percorso di co-programmazione che ha coinvolto Comune di Rimini, Cooperativa Il Millepiedi, Associazione Rimini Autismo, Fondazione San Giuseppe e Associazione Sergio Zavatta. Il percorso è stato avviato a partire dall’incontro delle diverse realtà citate che, mettendo a disposizione la propria esperienza, hanno reso possibile l’individuazione di obiettivi comuni. Il progetto, peraltro, è stato tra i nove vincitori di un bando della Regione Emilia-Romagna per l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’aumento dell’accessibilità sulle spiagge.

«L’ambito “familiare” che caratterizza le piccole imprese balneari riminesi, così come il contesto lavorativo votato all’accoglienza e alla sana socializzazione, fa della spiaggia un importante punto di riferimento nell’attuazione di progetti rivolti alla comunità», spiegano dalla Cooperativa operatori di spiaggia di Rimini. «Anche per questo è sempre più sensibile l’attenzione che i bagnini dedicano ai temi dell’accessibilità e dell’inclusività, non soltanto garantendo la fruibilità dei servizi a ogni tipo di utente, ma anche, come in questo caso, rendendo le persone con abilità speciali parte attiva e valore aggiunto delle imprese artigianali che rappresentano».

Dichiara Mauro Vanni, presidente della Cooperativa operatori di spiaggia di Rimini: «Siamo orgogliosi, e credo che non ci sia un termine più appropriato, di essere stati capaci assieme alle associazioni di settore e all’amministrazione comunale di avere portato a regime un progetto così importante e distintivo. Si tratta di un progetto importante perché mette a sistema mondo del lavoro, organizzazioni di promozione sociale e istituzioni, ponendo le nostre imprese al servizio di tante ragazze e ragazzi che oggi possono usufruire di questo percorso formativo e lavorativo per poi orientare al meglio il proprio futuro».

Aggiunge Stefano Mazzotti, titolare dello stabilimento riminese “La Community 27″ e coordinatore del progetto: «”Rimini, una spiaggia per tutti” è un sogno che si avvera. Un sogno fatto con tante amiche e amici e coltivato nel tempo, sperimentato, perfezionato, e che oggi vede la sua forma più piena e matura. Negli anni abbiamo tessuto importanti rapporti di collaborazione con le associazioni del territorio che sono diventate oggi nostri partner e che hanno fornito le competenze necessarie per promuovere nuovi progetti di sviluppo sociale e imprenditoriale. Le imprese del balneare che si sono impegnate e si stanno impegnando in queste attività lo fanno sia per un senso di responsabilità nei confronti della propria comunità, sia perché abbiamo capito che questi percorsi di inclusione ci hanno cambiato e cambiano le nostre imprese in meglio: “Rimini, una spiaggia per tutti” quindi non è soltanto funzionale ad aprire importanti percorsi di inclusione lavorativa e sociale, ma è anche la strada che ha migliorato l’impresa balneare riminese e che ogni giorno ci permette di vivere meglio il nostro lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.