Cna Balneari

Pronto l’emendamento di Cna alla riforma delle concessioni balneari

Tomei anticipa i contenuti: ''Legittimo affidamento e doppio binario per evitare le gare alle attuali imprese''

È pronto l’emendamento di Cna Balneatori per modificare il disegno di legge sulla riforma delle concessioni balneari di imminente discussione in parlamento. Lo annuncia il presidente Cristiano Tomei: «Cna Balneatori, con l’ausilio del proprio pool di legali, ha definito l’emendamento secondo le indicazioni scaturite dall’ultimo ufficio di presidenza nazionale tenutosi a Roma lo scorso 9 marzo».

Questi i contenuti annunciati da Tomei: «Tutela del legittimo affidamento, esclusione dalle procedure selettive per le attuali concessioni balneari e avvio del percorso di “doppio binario” – cioè evidenze pubbliche solo sui litorali liberi e prolungamento delle attuali concessioni quale tempo necessario per assodare in Europa la non inerenza del settore balneare nella direttiva Bolkestein».

Il testo dell’emendamento sarà presentato da Tomei e dagli avvocati Roberto Righi ed Ettore Nesi nel corso del prossimo ufficio di presidenza nazionale, che sarà a breve convocato da Cna Balneatori. «Così saremo pronti per le audizioni parlamentari in Commissione finanze, dove le associazioni di categoria saranno chiamate a esprimere il loro parere sul disegno di legge», chiosa Tomei.

accessori spiaggia

 

© Riproduzione Riservata

Cna Balneari

Cna Balneari è la sezione di Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) che associa i titolari di stabilimenti balneari.
Seguilo sui social: