Ambiente Veneto

Mareggiate, Unionmare Veneto: ”Spiagge e pinete distrutte, chiediamo stato di calamità naturale”

La scorsa notte di mareggiate è stata fatale per la costa veneziana. Ingenti i danni registrati da Unionmare Veneto, che ha già richiesto un incontro urgente della giunta per fare il punto della situazione e per decidere come intervenire, chiedendo probabilmente lo stato di calamità naturale.

«La costa veneta è stata pesantemente colpita da questa eccezionale ondata di marea», spiega il presidente di Unionmare Veneto, Alessandro Berton. «Le condizioni sono ancora oggi critiche in tutte le località balneari, anche perché è previsto un ulteriore picco; c’è solo da sperare che il vento non sostenga ulteriormente l’azione del mare. Tutte le località hanno riportato ingenti danni agli stabilimenti balneari e alle strutture in genere, oltre a una diffusa devastazione che necessiterà di interventi manutentivi prolungati e impegnativi in tenermi di tempo e, soprattutto, costi».

«Gli effetti sulla costa sembrano essere addirittura peggiori di quelli riportati a seguito della mareggiata di un anno fa», prosegue Berton. «Jesolo, Caorle, Eraclea, Bibione, Chioggia: tutte le località della costa veneta sono state colpite in maniera pesantissima. Tutta la delegazione della costa veneta mi sostiene non solo nel chiedere lo stato di calamità per rifondere i danni subiti, ma soprattutto per stimolare le istituzioni, a tutti i livelli, per far sì che comprendano una volta per tutte l’esigenza di avere risorse strutturali per la difesa della costa. L’erosione non può e non deve essere un problema della singola località e della nostra categoria, ma deve essere un intervento a sostegno di uno comparto strategico per l’economia del nostro territorio».

Per quanto riguarda Jesolo, il presidente di Federconsorzi Renato Cattai è rimasto lui stesso rimasto vittima dell’eccezionale mareggiata, con lo scantinato dell’hotel finito completamente sott’acqua, così come molti alberghi frontemare. Questo il suo commento: «La pineta di Jesolo è completamente devastata e alcuni stabilimenti balneari sono letteralmente spariti. Si sono salvate solo quelle zone dov’erano state predisposte le dune. Ora attendiamo che passi il momento critico e poi quantificheremo le conseguenze del disastro». Così come farà l’Associazione Jesolana Albergatori per quanto riguarda i danni subiti dalle strutture ricettive.

Unionmare Veneto ha effettuato ieri mattina un sopralluogo delle località costiere alla presenza del vicegovernatore del Veneto Gianluca Forcolin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Unionmare Veneto

Unionmare Veneto

Unionmare Veneto è un’associazione che nasce nel 1995 e rappresenta la corrispondente regionale per il Veneto del Sindacato italiano balneari - Confcommercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *