Lazio Notizie locali Sindacati e associazioni

I balneari laziali chiedono l’apertura anticipata

La primavera precoce ha portato 80 mila presenze tra Ostia e Fregene. Fumagalli (Sib): 'Non regaliamo turisti agli altri'

Il fine settimana di sole e di primavera anticipata ha fatto prendere d’assalto spiagge e ristoranti sul litorale romano. In molti, spinti dalle alte temperature che hanno sfiorato i 20 gradi e forse per riscattarsi dai lunghi giorni di pioggia invernali, si sono riversati nelle strutture in riva al mare: oltre 80 mila le presenze da Ostia a Fregene, con ristoranti pieni e traffico in tilt. Un assaggio di primavera che ha indotto i balneari a chiedere l’anticipo dell’apertura della stagione balneare.

«Abbiamo chiesto alla Regione Lazio di anticipare dal primo maggio al primo aprile l’apertura della stagione balneare, nell’ottica di arrivare a una destagionalizzazione del turismo – spiega Fabrizio Fumagalli, presidente del Sib Lazio, al quotidiano Il Tempo – Per inglesi, tedeschi e scandinavi ad aprile è già tempo di bagni al mare; in Grecia e in Spagna trovano spiagge attrezzate. Non vedo perché dobbiamo regalare visitatori ad altri quando i litorali d’Italia sono tra i più belli del Mediterraneo».

«Pasqua quest’anno arriverà un po’ tardi – sottolinea Fumagalli – mentre a Roma la stagione turistica sarà già esplosa. Gli stranieri che vorranno scoprire la spiaggia della capitale rischiano di trovare i cancelli chiusi. Inoltre, anticipando l’apertura degli stabilimenti si rende un servizio ai tanti romani che amano il mare». Di qui l’appello al governatore del Lazio Nicola Zingaretti per avviare il primo aprile la stagione balneare e «arrivare attraverso un costruttivo confronto a far funzionare gli impianti tutto l’anno», visto che «pure in inverno le giornate di cattivo tempo sono assai poche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.