Attualità

I balneari del “no alle aste” tornano in piazza a protestare

Convocata per lunedì una seconda manifestazione autonoma in concomitanza in varie piazze italiane

I balneari che chiedono l’esclusione delle spiagge dalle gare pubbliche tornano a protestare nelle piazze di tutte le regioni italiane. Presenti anche alla grande manifestazione di giovedì scorso a Roma, organizzata dalle associazioni Sib-Confcommercio e Fiba-Confesercenti per chiedere miglioramenti alla riforma delle concessioni in discussione in questi giorni al Senato, i balneari del “no alle aste” hanno organizzato una seconda iniziativa autonoma in programma lunedì alle 10.30 in tutte le Regioni costiere italiane. Dal momento che giovedì scorso, infatti, la richiesta prevalente dei cinquemila imprenditori portati in piazza da Sib e Fiba era il riconoscimento dell’intero valore aziendale in caso di passaggio della concessione, la corretta applicazione della direttiva Bolkestein, il legittimo affidamento e un’adeguata disciplina transitoria, il fronte del “no alle aste” ha deciso di imbastire un’altra manifestazione al fine di ribadire le proprie richieste più radicali di escludere del tutto le spiagge dalla riassegnazione tramite gare pubbliche.

«Ci saranno delle azioni congiunte dalle varie regioni italiane nelle piazze simbolo di ogni regione: Liguria, Toscana, Marche, Sardegna, Basilicata e Calabria sono tra le prime a scendere in piazza per ribadire il nostro no convinto alle evidenze pubbliche e lo stralcio al disegno di legge che è irricevibile», spiega Vicky Ratto, presidente dell’associazione Italia Balneare che è tra le promotrici dell’evento. La Sardegna manifesterà a Cagliari davanti al Palazzo Regione, la Calabria sarà a Catanzaro presso la Cittadella Jole Santelli, la Basilicata si recherà invece a Potenza sotto la sede della Regione, mentre i balneari di Liguria e Toscana saranno a Genova in Piazza De Ferrari.

La scelta del giorno non è casuale: lunedì alle 12, infatti, scade il termine per presentare gli emendamenti al decreto concorrenza, che contiene anche la norma proposta dal consiglio dei ministri per riassegnare le concessioni balneari. «È una data simbolo per continuare a dimostrare a questo governo che quello che sta facendo è un’azione pericolosa e grave, che va costituzionalmente contro i diritti e che non può essere portata avanti», prosegue Ratto. «Per questo motivo scenderemo in piazza, per ribadire ancora una volta il “no alle aste” e tentare un’apertura al dialogo e al buon senso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
    • Teo Romagnoli says:

      Come 15 anni fa no alle estrazioni del gas e 10 anni prima no al nucleare e adesso piangiamo…e logico svendere un settore intero agli stranieri?? Noi le abbiamo comprate..fate altrettanto LADRI..!! le volete gratis ? RACCOGLIERETE LA SABBIA NUDA!

        • trovarenno solo macerie e un campo minato…..ve le diamo noi le aste caro diario detto sergio…venite a prenderle

        • Teo Romagnoli says:

          Sai che belli bombardini in legno..la gente caro stolto, vuole mangiare, fare aperitivi, giochi, docce, cabine servizi, giardini ….cosa smonti?? In Spagna non c’è niente.. se ti scappa devi tornare a casa.. cosa cacchio dite.. ma ci andate in ferie? Fate fare questo lavoro a chi lo sa fare..altrimenti perderemo competitività e soldi .

        • Il prossimo gestore dovrà procurarsi artiglieria pesante e carri armati prima di montare la propria struttura. 😂

      • Cambronne says:

        Ma perché continuate a pensare che le spiagge se le compreranno gli stranieri? Perché non vi guardate attorno località per località in modo da individuare le lobby locali, fatte di capitali, speculazione, usura a volte, che saranno quelle che parteciperanno alle gare. Magari per papparsi spiagge ( non una sola) in aggiunta a quelle che già hanno. Questo sarà la cosa più scandalosa.

      • Charles ponzi says:

        Monopolio per scuole guida ( 1 su 7500 ab). Monopolio per imprese di soccorso stradale ( 1 su 6000 ab). Monopolio per farmacie ( 1 su 4000 ab). Notali 1 su 5000 abitanti

      • Teo Romagnoli says:

        Slot macchine, autostrade, estrazioni minerarie e materie prime d’ogni genere, acque minerali, telefonie, radio, TV, impianti di risalite, parcheggi.. potrei continuare. . Queste concessioni vanno ad evidenza ???tu invece cerca di non essere invidioso e apri gli occhi !

      • Prezzi più accessibili riguardo a cosa? Allora mettiamo alle aste tutti gli alberghi dalle 4 ⭐️ in su. Dipende da quanti soldi hai da spendere per andare in spiaggia. Se non ne hai, vai in spiaggia libera non certo in quella che gestisco io.

        • l immensa distesa di sabbia che le coste italiane offrono non è sufficente per dar da lavorare alla gente e creare nuove imprese? sbaglio forse ?10000 km di coste di cui appena il 20% è in concessione sono pochi?sapete quante spiagge libere ci sono in italia? tra i 6000 e i 7000 km….bastano? e altri 50000 km (( documentati dalla mappatura di maurelli) fra laghi e fiumi sono pochi? qui coi tempi che corrono con pandemie e una guerra alle porte( e io so di cosa parlo per esperienze dirette)bisogna far lavorare la gente e non far chiudere aziende togliendo loro l unica fonte di reddito. ….più entrate per lo stato meno disoccupazione. ….. si potrebbero far lavorare milioni di persone creando nuove imprese togliendo cosi una buona fetta di disoccupazione con nuove entrate per lo stato, e invece degli imbecilli burocrati cosa fanno? tolgono lavoro perchè lo dice draghi (e i suoi scagnozzi compreso il 5m) e non l europa , non confondiamo…….ma voi avete mai fatto impresa o avete qualche minima nozione di economia? ma do cazzo vivete?

        • andrea se lo dici tu ti crediamo…io sono ad ostia piazza gasparri vieni a dirmelo di persona …quello che non sara più concesso è farci prendere per il culo da gente come te e i tuoi detrattori del 5m di cui conosciamo tutto. il regime di monopolio non siamo noi ma i personaggi che sono in parlamento e che non ci rappresentano come tu non ci rappresenti….

        • Teo Romagnoli says:

          Solo quest’ anno la Puglia liberalizza 20 nuove concessioni..cosa dici..ma perché non fai come noi e te la compri? Ladro, invidioso, ignorantr!

        • Noi lo abbiamo gestito sabbia sulla quale abbiamo creato un attività. Se volete potete farlo anche voi, ci sono spiagge abbandonate dove neanche i comuni riescono a gestire e molti sindaci sperano che qualcuno se ne occupi. Perché quelle non vi piacciono?

      • Il problema è che ti nascondi dietro una tastiera. Se hai qualche qualifica, ho bisogno di personale, così a fine stagione ci sediamo e vediamo se avrai lo stesso pensiero.

    • Guido pisacane says:

      Dario, WALTER MARIA E CARLETTO PER ACCEDERE ALLA PRIMA FILA DOVRANNO PASSARE ATTRAVERSO LA SPIAGGIA LIBERA ( troppa cenere e calcinacci davanti alla entrata)

    • Speriamo che capiti anche a te, che a un certo punto si svegli qualcuno e si porti via tutti i sacrifici fatti negli anni dandoti il benservito

  1. Nikolaus Suck says:

    Perdita di tempo. Le risorse pubbliche vanno e devono andare a gara anche a prescindere da direttiva e Europa.

    • e già suck infatti noi stiamo buoni buoni a pettinare le bambole. quello che non hai capito è che noi sappiamo cosa vuole fare il drago …la bolkestain non verra tenuta minimamente in considerazione perche lui fara una riforma che non ha niente a che fare con la direttiva…mappature non considerate , interesse transfrontaliero non considerato ,risorsa scarsa abolita , indennizzi aboliti…..è questa la riforma suck? ……secondo te cosa succedera walter maria?….. sei proprio un poveruomo come poveracci sono quei tuoi amici detrattori……

    • Non le vogliamo a vita. Semplicemente dal niente ho creato una lista clienti che preferisce venire in spiaggia. Se li vuoi tu, mi paghi tutto il lavoro che ho fatto fino ad ora e ti impegni a trattare i miei clienti abitudinari da 48 anni come meritano. Mi dai il controvalore della mia azienda, rimango insieme a te per la formazione almeno per una stagione, e finalmente puoi avere anche tu la tua spiaggia. Nessuno ti vuole negare la possibilità.

  2. Buongiorno…ho perso un’ oretta e ho visto su youtube il confronto romagnolo tra l’ illustrissimo avvocato Biagini e due esponenti di sindacati….per la seconda volta dopo l audizione in senato si è vista la cattiveria e arroganza del avvocato…avvocato messo alle strette da un balneare e un ristoratore…Avvocato BIAGINI che scrivi sempre qui su mondobalneare fatti un bagno di umiltà indipendentemente dalla vicenda balneare…sei veramente una persona sgradevolissima

      • Biagini difende il nulla…persona spregevole, cattiva,…il buon Lombroso lo giudicherebbe colpevole di inettitudine

      • Qui ogni uno vuole difendere qualcosa. Noi semplicemente stiamo difendendo il nostro diritto di poter lavorare. Se per voi questa è follia, non so cosa dire.

  3. Ma voi pensate che davvero si può partecipare alle aste? Se credete questo allora siete mafiosi o multinazionali. Altrimenti nessuno può competere, noi abbiamo fatto investimenti .debiti . Sacrifici e rischiato la vita salvando persone in procinto di annegare. Voi che c….. avete mai fatto ? Prima venite a vedere come si lavora e quante spese ci sono poi parlate.

  4. Come sono buoni questi liberisti. Vogliono le aste con i contorni simili ai piani poliennali sovietici, per interferire nelle attività e disporre della situazione a loro piacimento.Hanno ingaggiato sofisti e sputaveleno per il lavaggio del cervello. Vogliono l’esproprio e la sostituzione fisica degli attuali gestori.Uniti si vince.

  5. Gianfranco says:

    Questi personaggi, tipo suck, che vogliono le strutture sulle spiagge e le attrezzature occorrenti per far funzionare uno stabilimento senza tirar fuori un euro, sono solo dei sognatori ed è giusto che loro ci credano, non perdete tempo a insultarli sono solo degli ignoranti, fateli scrivere.

  6. Il concessionario uscente con Le ruspe demolira ‘ le strutture estenti (senza ricevere alcun indennizzo ) le coste diventeranno un ammasso di detriti da smaltire ……se e’ questo che vogliono…avanti poi quelli bravi !

    • Adriano raccolta e smaltimento sono a carico tuo e a me va benissimo..portati via tutto. Sorrido quando Teo, Ernesto & C. lamentano la vendita a multinazionali e mafiosi quando ad ostia diversi stabilimenti sono stati sequestrati, i russi ne hanno in toscana e a sabaudia è emerso un sistema a dir poco schifoso a vantaggio proprio della categoria…boh il tempo ci dirà chi ha ragione

  7. I balneari del “NO ALLE ASTE” devono avere lo stesso rispetto che hanno gli “APERTURISTI” di SIB e FIBA , in quanto, entrambi cercano di salvaguardare gli stessi interessi, darsi battaglia è assolutamente controproducente e poco intelligente. Sono certo, che anche il popolo “no aste” diventerebbe possibilista, se fosse loro offerto il valore commerciale MAGGIORATO a causa della costrizione a cui vengono (solo ora, a distanza di più di un secolo) sottoposti, a causa dello stravolgimento delle regole dello Stato, che ci ha, sin dall’origine, incentivati a fare investimenti anche di vita, con NORME ASSOLUTAMENTE INGANNEVOLl, in quanto successivamente annullate, perché “ce lo chiede l’Europa”. Perciò, carissimi balneari tutti, facciamo quadrato SUBITO🙏😡

  8. Avv.Lucano says:

    Difendere posizioni contro famiglie e imprese dequalifica anche professionalmente. Naturalmente questo è un pensiero personale. Chi eccepisce che la spiaggia non è privata e lo fa giustamente , deve anche capire che questa gente rivendica la propria impresa, quella che nessuno gli ha regalato e che si è formata sulla valorizzazione dei beni materiali e immateriali posti dall’imprenditoria balenare. C’è la carta di Nizza , c’è il trattato tfce che lo dice e c’è inoltre là nostre costituzione che concede la perdita di sovranità a condizioni di reciprocità con gli altri membri ue. Ma se questo non basta , c’è un concetto errato e sviante di come le spiagge possono oramai essere gestite in Italia, solo i folli pensano che sia semplice dopo 150 anni tornare indietro e azzerare tutto, ci saranno problemi economici, amministrativi e soprattutto ricorsi infiniti, tali sa dover creare sezioni apposite nei tribunali . Lasciate lavorare questa gente , di follie ne abbiamo già tante , dell’iperliberismo sfrenato alla draghi nn ne sentiamo l’esigenza , e se accendere la tv quotidianamente vi farete un idea di come la nostra economia ha ben altri problemi e la colpa è tutta europea.

  9. È una cosa inaudita,un uomo di 55 anni che ha fatto sempre questo lavoro di punto in bianco disoccupato,è normale? Dici questo ai falliti a favore delle aste

    • Mi sembra di vedere la tua faccia. 😂😂😂
      Cerchi solo di offendere persone che semplicemente lavorano e stanno cercando di farvi capire qualcosa.
      Sei solo un plebeo del quale lo stato si serve. Sono sicuro che in una radiografia del tronco toracico non risulterebbe neanche 1 delle 12 vertebre perché completamente assente di colonna. Mi sembra di vederti quando ti muovi. Non cammini vero? Strisci. 😂

    • Chi parla così è davvero ignorante e invidioso,giustizia che c’entra questo termine noi le concessioni le abbiamo comprate non rubate e nonostante gli invidiosi pensano a miliardi di incassi sono attività in cui si lavora e si da lavoro per dodici ore al giorno non credo che tutti ne sarebbero capaci.si invocano i bassi costi dei canoni ,le spese irrisorie non è vero niente,i canoni non sono adeguati la dove ci sono zone di pregio ma questi sono stabiliti dai singoli comuni mica è colpa del concessionario!!!questo esproprio fa proprio schifo ma sicuramente ci sono interessi molto grandi dietro e le nostre spiagge fanno gola a molti?!!!

  10. Co(n)Scienza says:

    Oh Ma riprendetevi!
    Domani vengono e vi espropriano la l’attività dove lavorate da sempre, dove avete investito tutte le vite della vostra famiglia, perchè un imbecille l’ha detto e un altra manica di pecoroni deficienti come lui, e come voi gli va dietro.
    Pensate: domani tutti i vostri sacrifici fatti negli anni per costruirla sistemarla, metterla a norma di legge per lavorarci decorosamente senza rubare niente a nessuno vengono vaporizzati, casa vostra passa a qualcun altro senza che vi sia riconosciuto un euro per i mutui sostenuti nei 30 anni prima, per dirne una. O senza che abbiate tempo di trovare un altra soluzione ( prendi chi ha 40/50/60 ani e ha fatto sempre e solo lavoro turistico ricettivo nella propria impresa..ma dove vanno? chi li piglia a lavoro? ah già, viviamo un periodo roseo..) Sapendo che poi esistano infiniti spazi dove poterne costruire di altre ex novo senza togliere niente, specialmente l’unico lavoro, a nessuno. Ma voi? Ditemi cosa fareste? Come vi sentireste? Ma Non ce la avete una famiglia? provate a mettervi nei nostri panni.. Bugiardi ipocriti pusillanimi, non pensanti senza cuore e senza vergogna. Cattivi invidiosi esseri spregevoli senza Intelletto ne Consapevolezza di Se o del Mondo in cui vivono. ( Non c’entra niente eh, ma posso tranquillamente azzardare che queste persone rientrano tra quegli individui che probabilmente sono orgogliosamente terrapiattisti, no-vax o complottisti che credono che la guerra in Ucraina sia una manipolazione mediatica ). Come voi oggi esultate per la ricezione di questa direttiva, e di conseguenza per la sciagura, la sofferenza e il dolore d’altri dovreste essere altrettanto flagellati dagli eventi, se non peggio. Non crediate di essere intelligenti, simpatici o dalla parte della ragione eh. Tutto Torna a Pari.
    Come dicono dalle mie parti : ” Cristo, il 27, è pari con Tutti..”
    E pensate alle vostre di disgrazie, (essere come voi lo è già di suo), che per come vi comportate, Padreterno vi sta per abbattere una bella tempesta di m***a sullla testaccia vuota.
    Buona Vita.

    • Noi non lavoriamo con un bene pubblico la cui concessione , e’ a tempo.
      Chi ci lavora periodicamente avrebbe dovuto concorrere attraverso una gara pubblica, ed invece vi e’ stata concessa illegittimamente per secoli l assegnazione diretta tramite proroghe.
      E adesso anziché ringraziare per il passato pretendete ancora proroghe.

      • carlo sei proprio un c….e a tempo era la nostra pazienza..ora e finita ….vedrai che sorpresa avrete a breve….

      • Ringraziamo per il passato che ci ha dato la possibilità di creare stagione dopo stagione un azienda che oggi ci permette di guadagnare.

  11. Sarebbe il momento di essere UNITI, TUTTI. Invece no, i NO ALLE ASTE continuano su una strada inutile e dannosa per noi tutti. Chi glielo spiega?

  12. Antilobby says:

    Secondo me posso anche sbagliarmi ….. se le concessioni marittime vadano all’asta come si prevede i vecchi concessionari devono avere più paura degli hotels che sono dietro a loro che delle multinazionali in quanto tenteranno di fare proposte migliori nelle aste demaniali per potersi prendere una concessione davanti a loro e dare un servizio migliore e completo al cliente che vi alloggia nell’hotel…..

    • Antilobby says:

      ….//. La stessa federalberghi in commissione aveva fatto presente che in Grecia per gli alberghi davanti al mare avevano assegnata una spiaggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.