Norme e sentenze

Gazebo su demanio marittimo: occorre parere del genio civile

La recente giurisprudenza per chi deve installare questa struttura nel proprio stabilimento balneare.

I gazebo sono molto comuni negli stabilimenti balneari, in quanto si tratta di strutture semplici e pratiche sia per offrire un po’ di ombra ai propri clienti, indispensabile per consumare colazioni e pranzi all’aperto sulla spiaggia durante i mesi più soleggiati; sia per allestire dei punti dedicati a somministrazione o reception. Eppure, nonostante si tratti di strutture temporanee, anche i gazebo per essere installati su una concessione demaniale marittima necessitano di un preciso iter burocratico.

In particolare, secondo una recente sentenza, la realizzazione di un gazebo è subordinata al parere del genio civile previsto dall’art. 12 del regolamento di attuazione del Codice della navigazione. Ad affermarlo è il Tar Sicilia, Sezione III Catania, con la pronuncia n. 6 del 05/01/2018, pubblicata dalla rivista specializzata Patrimonio Pubblico.

Riportiamo qui di seguito un estratto della sentenza, per gentile concessione di Patrimonio Pubblico.

«Residua la questione del “gazebo” non autorizzato. Va rigettato il connesso motivo di gravame con il quale parte ricorrente si duole dell’arresto procedimentale determinato dal parere negativo impugnato in ordine alla realizzazione di detta opera. Intanto, non appare condivisibile l’assunto secondo il quale il detto parere non sarebbe dovuto, in quanto si tratta di una semplice opera precaria sull’area di sede, posto che a mente dell’art. 12 del Decreto del Presidente della Repubblica – 15/02/1952, n.328 «il capo del compartimento richiede sulla domanda di concessione il parere del competente ufficio del genio civile che indica le condizioni tecniche alle quali ritiene necessario sia sottoposta la concessione, e pone il suo visto alla relazione tecnica, ai piani e agli altri disegni dopo averne accertata l’esattezza. Per le concessioni con licenza il predetto parere deve essere richiesto soltanto quando per l’attuazione degli impianti previsti si debbano apportare modificazioni di qualunque entità ad opere marittime». Non v’è dubbio che l’estensione a modifiche di qualunque entità depone per la necessità del parere. La struttura, per quanto precaria e amovibile, è comunque innovativa rispetto a quelle esistenti».

Informazioni commerciali sui gazebo

Se devi installare un gazebo nella tua struttura, visita la sezione Gazebo del nostro Catalogo Fornitori su Mondo Balneare.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: