Liguria

Dissequestrati i Bagni Liggia, ma il pm presenta subito appello

Ennesimo colpo di scena sullo stabilimento genovese da anni al centro di un complesso contenzioso

Il gip Riccardo Ghio ha firmato il provvedimento per il dissequestro dei Bagni Liggia, lo stabilimento balneare di Genova da anni al centro di un complesso contenzioso che il mese scorso era culminato con il sequestro dell’intero manufatto. Secondo il gip, la sentenza del Consiglio di Stato che lo scorso 9 novembre ha annullato la validità della proroga delle concessioni balneari al 2033 ha affermato che la disapplicazione della proroga non può avere conseguenze penali, pertanto Ghio ha firmato l’ordinanza di dissequestro valida a partire da oggi, forte del fatto che lo stesso Consiglio di Stato ha dichiarato tutti i titoli concessori validi fino al 31 dicembre 2023.

Il sequestro non era comunque direttamente legato alla recente pronuncia di Palazzo Spada. La spiaggia in concessione ai Bagni Liggia si trovava infatti sotto sequestro già da luglio 2019, poiché secondo la Corte di cassazione le proroghe istituite dallo Stato italiano sarebbero illegittime in quanto in contrasto con la direttiva europea Bolkestein, e lo scorso 8 novembre, cioè un giorno prima della pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato, il pubblico ministero Walter Cotugno aveva ordinato alla Capitaneria di porto di mettere i sigilli anche sull’intero stabile, che comprende non solo le cabine e l’area bar-ristorante, ma anche l’abitazione privata della famiglia Galli, titolare dei Bagni Liggia. L’accusa, considerando tutte le proroghe delle concessioni balneari invalide poiché in contrasto col diritto europeo, aveva contestato ai Galli il reato di occupazione abusiva di demanio: per questo il caso dei Bagni Liggia era diventato di interesse nazionale, col il titolare che provocatoriamente aveva invitato le procure a sequestrare tutti gli stabilimenti balneari italiani sostenendo che, se la proroga non era valida per la sua concessione, allora non doveva esserlo nemmeno per i suoi colleghi.

Il pm Cotugno ha già depositato appello contro l’ordinanza di dissequestro e la trattazione da parte del tribunale del riesame è stata fissata per il prossimo 27 dicembre. L’acceso contenzioso sembra insomma destinato ad altri colpi di scena, come già avvenuto per l’inaspettato dissequestro, firmato dallo stesso gip che solo un mese fa aveva convalidato il sequestro disposto dal pubblico ministero. Peraltro il gip aveva firmato il dissequestro già lo scorso 3 dicembre comunicando la sua decisione al pm Cotugno, che tuttavia aveva chiesto al gip a chi si dovesse restituire il bene dissequestrato, tardando la rimozione dei sigilli di un’altra settimana.

Per approfondire

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alex Giuzio

Caporedattore di Mondo Balneare, dal 2008 è giornalista specializzato in turismo, demanio marittimo, economia costiera e questioni ambientali e normative legate al mare e alle spiagge. Ha pubblicato "La linea fragile", un'inchiesta ecologista sulle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022).
Seguilo sui social:
  1. Avv. Lucano says:

    Quanto afferma il GIP e la sintesi reale della situazione assorda cui si trovano i concessionari. La mancanza dell’applicazione della normativa comunitaria non può essere oggetto di alcun provvedimento di natura penale. Semplicemente il concessionario non ha alcuna colpa del caos normativo. Fino a che nn si mettono nero su bianco da parte del legislatore le regole su come fare questi benedetti affidamenti pubblici contemperando gli interessi in gioco, così come lo stesso consiglio di Stato fa intendere non se ne esce . Proseguire una brutale persecuzione di imprenditori senza colpe è degradante per uno stato di diritto. Se qualcuno pensa che un impresa deve lasciare senza rivendicare nulla è ancora più folle, si parla della vita di tanta gente e del lavoro di tante famiglie, non si può far finta di nulla, pur di assecondare distorte regole europee.

  2. Tutti contro tutti. Ormai le istituzioni sono irreversibilmente diventate vittime di sestesse.Nello specifico certamente la situazione é complessa, ma il buonsenso, che sarebbe l unico approccio non va a braccetto con i codici et codicilli, quindi la saga continua .
    Di aziende e famiglie, la legge ne ha uccise tante ( vedi servizio le iene in Sicilia con tribunali che assegnano ad un unico curatore l amministrazione di decine di aziende) Certo non si fermerà a Genova.
    Lo stato crederà di poter sopportare anche l effetto sentenza consiglio di stato su tutte le altre concessioni Italiane in nome della legge, la stessa che permette l occupazione abusiva delle case .Forza politica, latita, e ricordati sempre: con un semplice Zac , si fa un bel dispettone alla moglie!!!!

  3. Nikolaus Suck says:

    Che non ci fossero e non ci siano estremi addirittura di reato, e quindi presupposti per il sequestro, secondo me era abbastanza chiaro e lo ipotizzai già diversi mesi fa definendo abbastanza allucinante la vicenda così come riportata. E il provvedimento di dissequestro conferma proprio l’elemento difensivo più ovvio e semplice, ovvero la mancanza dell’elemento soggettivo/psicologico.
    Quanto alla problematica in generale però, sarebbe bene che ognuno tenesse bene a mente a) la ricostruzione articolata della giurisprudenza unanime ed “omogenea” di Corte Costituzionale, Cassazione, Corte di Giustizia e Consiglio di Stato, cioè di tutti i supremi giudici sia nazionali che europei, contro le proroghe e a favore della disapplicazione; e b) che infatti il provvedimento al di là del penale fa espressamente salve le “conseguenze amministrative”, in base alle quali il titolo è comunque invalido.
    E quo c’è anche l’unico “errore” del provvedimento, secondo cui l’ultima sentenza del CdS farebbe comunque salva la “validità” del titolo fino al 2023. Questo a mio avviso è sbagliato. La sentenza afferma l’invalidità e decadenza fin da subito ma mitiga i relativi effetti dicendo che occorre rimediare “entro” il 2023, non “da” tale data, e non è una differenza di poco conto.

    • certo suck noi lasciamo tutte le nostre aziende perche tu e i tuoi amici che ti stanno pagando possiate accomodarvi , sarà la guerra avvocato e poi vedremo quando tutto il popolo dei balneari si muoverà se tu verrai in piazza a dire ,no il cds ha detto questo l europa ha detto quest altro , col cazzo che l ho farete da vili che siete., è molto meglio essere nascosti e mandare avanti la magistratura( in parte corrotta e ai ultimo il servizio delle iene che ne da conferma )e il tuo amico patroni griffi(ha dimenticavo che l avvocato di amara ha rigettato al mittente le accuse di falsa testimonianza con cui i magistrati hanno difeso e assolto patroni griffi ) insieme al tuo rustichelli come a draghi dove vi nasconderete quando arriveremo? il consiglio che ti do e di finirla di screditare continuamente e assiduamente tutti i giorni il comparto turistico come fossimo usurpatori e delinquenti poichè queste persone sono le stesse che ti sono vicine e tu ne fai parte avvocato. ricordati che in parlamento si discutendo un emendamento( per questo ancora siamo buoni) importante per la nostra categoria …fai ricorso o grande esperto di diritto.il governo può fare quello che vuole caro suck e non sarai certamente tu o il cds ha impedirlo. te l ho diamo noi il libero mercato e le aste

      • Nikolaus Suck says:

        “in quanto alla corruzione ci vogliono le prove per quanto si afferma” Fonte: MondoBalneare.com, cit. ernesto 3 dicembre 2021 ore 16:17.
        No further comment needed.

        Comunque bravo, spera nel governo, questo governo che ha aspettato apposta la sentenza del Consiglio di Stato. Mi sa che fai un buco nell’acqua, come il tuo insegnante di italiano. Buona fortuna

        • tra sicilia siena e calabria roma( tanto per citarne alcune) più prove di cosi ( la corruzione è dilagante e prova a smentirmi e se vuoi ti faccio nomi e cognomi e prove). studia suck che forse riesci a rispondere meglio.( chissà perchè i tuoi amici non vogliono la riforma della giustizia, te l ho sei mai chiesto avvocato?) i miei commenti forse sono negati perchè scoprono troppe verità quelle che tu vorresti far tacere . e il governo è proprio la tua paura che tu e la tua cricca non possiate arrivare a compimento del vostro piano di espropriare aziende sane. il buco nell acqua lo farai tu e attento a non affogare perchè noi non ti salveremo. io discendo da una famiglia che non ha mai studiato e di povera gente e quello che ho l ho costruito senza le cosiddette leccate di culo e come ti ho già ribadito sono esperto informatico e matematico tu invece cosa sei quando cerchi di non rovinare la gente nascondendoti dietro cavilli burocratici e conoscenze nel cds e nella magistratura ? sono ad ostia e quando vuoi un confronto per parlare( in inglese francese arabo spagnolo come vuoi tu) sono a disposizione , ma dubito molto che le persone come te mettano la faccia come sto facendo io. lo stato non farà mai ricorso contro la sentenza perchè il patroni griffi verrà premiato con il posto di giudice in corte costituzionale (per questo è stato assolto a settembre dall accusa rivoltagli da amara) .incredibile che dopo tre mesi sia stato scagionato e la colpa addossata all avvocato di amara che praticamente ha costruito le prove ( stando a quanto affermano i giudici)contro di lui quando ad un povero cristo occorrono anni. sappiamo tutto di patroni griffi e dei suoi rapporti con giavazzi e d alberti (consiglieri di draghi) quindi non farmi prediche suck ..sui politici potresti avere ragione ( in parte) se non fosse che hanno bisogno dei nostri voti che sono qualche milione come sappiamo benissimo che la storiella del cds e draghi è stata montata ad arte per far si che un domani gli stessi politici dicano che la colpa è del cds e draghi ma noi sappiano bene che non è cosi.no party no voti e partiti finiti. capisci ora suck dove è l ago della bilancia. buona serata

      • Per Mondo Balneare: Ma siete sicuri che questo tipo di commenti siano, in primo luogo, utili a qualcuno e in secondo luogo leciti. Vi invito ad una maggiore attenzione, in particolare quando scrive questo utente. Una marea di affermazioni senza nient’altro che calunnie e insulti… cui prodest?

        • mistral lascia stare mondo balneare e prima di parlare di calunnia informati di quanto ho espressamente dichiarato altrimenti taci. e metti il tuo nome e cognome come faccio io non nomi di comodo. buona serata

          • Nikolaus Suck says:

            Qui l’unico con nome e cognome e che ci mette davvero la faccia sono io, il tuo ammesso che importi a qualcuno non lo sa nessuno.

            • qui nessuno calunnia nessuno caso mai se tu che minacci ed ora che la fai finita. ed è la terza volta che lo fai. il violento qui sei solo tu .informati meglio su cio che ho scritto quale calunnie? e poi perchè dovresti temere per te stesso? nessuno ti ha accusato di qualcosa o minacciato. lascia stare mondo balneare perche quello che ho scritto a basi solide. informati meglio. prova a smentire il fatto che patroni griffi sia stato assolto a settembre ( a soli tre mesi dall accusa) e che oggi ci sia una votazione per eleggerlo giudice della corte costituzionale . prova a smentire quanto trasmesso dalle iene riguardo il monte dei paschi e il coinvolgimento di alcuni giudici compreso un colonnello dei carabinieri prova a smentire quello di report e quello sempre delle iene a proposito della giudice saguto e del suo entourage prova a smentire quello che ha detto palamara nel suo libro elencando nomi cognomi date e luoghi di fatti comprovati secondo te è spazzatura o corrisponde a verita? io ho parlato di corruzione dilagante non ho fatto di tutta l erba un fascio .

          • Lasciando perdere il fatto che “ernesto” è tutto fuorché “nome e cognome”, ma esattamente un nickname come il mio e che la mancanza di identificativi è significativo del fatto che TU temi di essere riconosciuto ed essere denunciato (così come io temo di essere riconosciuto da gente violenta e minacciosa come te), quanto ai tuoi fatti sono chiacchiere da bar (sebbene virtuale visto che le trovi nel web-spazzatura) e se fossi in te non dormirei sonni tranquilli sotto il profilo della rilevanza penale di ciò che scrivi. Mondo Balneare, che continua a pubblicarti, ritiene che tali affermazioni calunniose non siano pericolose per il Direttore Responsabile… buon per loro.

  4. Questo e’ il risultato :

    delle pressioni dei balneari che hanno ottenuto proroghe illecite
    dei politici che per tornaconto li hanno accontentati

    Detto questo la magistratura penale e’ indipendente da quella amministrativa e se ritiene (come la cassazione ha piu volte affetmato) illegittime le proroghe ,puo sequestrare.

    Le concessioni sono gia decadute con la sentenza del Consiglio di stato,ma ancora una volta,per venire incontro ai balneari ,si midulano gli effetti della sentenza,con la conseguenza che riforma o non riforma, le concessioni decadono automaticamente al 2024,salvo appunto la magistratura penale

  5. Non giocano con la vita delle persone, sono i politici; le associazioni di categoria ad aver giocato(e continuano a farlo con proclami farlocchi) con la vita delle persone

  6. No.
    in tema di occupazione abusiva del demanio marittimo e’ irrilevante l elemento psicologico.
    Si.
    la sentenza dichiara gia’ decadute le concessioni, ma afferma che le stesse esplicano i loro effetti sino al 2024

    • Nikolaus Suck says:

      No Carlo, l’elemento psicologico è irrilevante solo per la fattispecie di illecito amministrativo, per cui bastano la coscienza e volontà del comportamento (l. n. 689/81).
      Ma quando si parla di reati l’elemento psicologico non solo è rilevante ma deve esserci sempre, sotto forma di dolo o di colpa nelle loro varie forme. E, anche se è possibile che il provvedimento di dissequestro sarà riformato in Cassazione in base ad orientamenti generali costanti, in questo caso considerate le circostanze di fatto e diritto non sono sostenibili né dolo né colpa, credo che siamo al di là del c.d. “esigibile”.
      Il che però come detto non tocca e non riguarda il profilo amministrativo.

  7. Un balneare contento della sentenza del Consiglio di Stato anche se temo che la decisione del Gip verrà riformata dalla cassazione

  8. No suck.
    L elemento psicologico e’ irrilevante, il sequestro preventivo è legittimamente disposto in presenza di un reato che risulti sussistere in concreto, indipendentemente dall’accertamento della presenza dei gravi indizi di colpevolezza o dell’elemento psicologico, atteso che la verifica di tali elementi è estranea all’adozione della misura cautelare reale (Sez. 6, n. 45908 del 16/10/2013, Orsi, Rv. 257383; Sez. 6, n. 10618 del 23/2/2010 , P.M. in proc. Olivieri, Rv. 246415; Sez. 1, n. 15298 del 4/4/2006, Bonura, Rv. 234212 ed altre prec. conf.).

    • Nikolaus Suck says:

      Parliamo di due cose diverse. Io ho detto che secondo me non c’è il reato, perché per quello e per la relativa condanna l’elemento psicologico ci vuole eccome e va accertato. Tu parli dei presupposti del sequestro, e a riguardo anch’io, come Andrea prima di me, ho detto che plausibilmente la Cassazione casserà il provvedimento di dissequestro, sulla base della giurisprudenza che dottamente citi.

  9. Come sarebbe bello, se, anziché essere alla continua ricerca di cavilli legali, si cercasse invece, un po’ di logica e un po’ dì razionalità. Mi piacerebbe molto, se, il nostro super esperto avvocato Suck, ci spiegasse, perché mai i bagni Liggia dovrebbero rimanere sotto sequestro, mentre gli altri “29.999” no! Così come non capirò mai, perché soltanto in Italia (il Paese maggiormente interessato) si applica “UN CERTO TIPO DI BOLCKSTEIN” che sta provocando ingentissimi danni economici, sociali, oltre che umani, senza considerare il DISASTRO in arrivo, e in altri, invece, vi è una situazione completamente diversa. con prospettive migliori, proprio in virtù delle differenze organizzative e di applicazione di questa FIRETTIVA FARLOCCA. Nessuna legge, mi farà mai credere, che questa non è altro che una GRANDISSIMA PORCATA ad esclusivo interesse di pochi potenti, paradossalmente avvallata da “compagni”. Povera Italia, speriamo che il prossimo Presidente, sia un patriota!

  10. Un servizio utile che servirebbe per fare chiarezza sarebbe quello di spiegare chiaramente ai balneari,che sono alquanto confusi anche per le dichiarazioni di politici e sindacalisti,come funziona la gestione del Demanio Marittimo negli altri Stati e come hanno agito per allinearsi alla Direttiva Bolkestein e perche’ la Commissione Europea non ha sollevato dubbi come per l’Italia.E mi chiedo perche’,se ho capito bene,si debba per forza seguire il modello di un Paese meno virtuoso e non quello di un altro che ha fatto scelte piu’ giuste ed eque per tutti dalla libera concorrenza,per i concessionari di adesso e quelli futuri e per la tutela ambientale.

  11. Cara Ilaria, quanto dici, lo dovresti spiegare al resto dei Paesi membri dell’UE e del resto del mondo, in quanto, ciò che sta succedendo in Italia, non esiste e non esisterà mai, in nessun angolo della terra. Ci sarà pure una ragione, o no? Noi italiani, grazie alla nostra storia, ai nostri monumenti, al clima, ALLE SPIAGGE “INVENTATE” E CURATE DAGLI ATTUALI BALNEARI, potevamo essere il paese più ricco e più emancipato del mondo, invece, la situazione è sotto gli occhi di tutti. Mettere alla gogna, 30.000 piccole imprese, per la quasi totalità a conduzione famigliare, non è da paese civile, ancor peggio, se si considera che neanche i Paesi più sottosviluppati, lo hanno mai fatto.

    • … inoltre, questa ”vicenda” che ormai ci trasciniamo da tempo, ha prodotto un enorme degrado a causa delle gravi incertezze, oltre che notevoli danni economici, immaginiamo, come sarà alla fine del 2023, a causa della famosa sentenza, ma anche dopo. Nessuno, farà mai più, investimenti importanti, per ovvi motivi.È possibile che non si riesce a comprendere?!

    • Senti Renzo,parlando di spiagge mi sembra di avere capito che gli altri Stati hanno accettato le gare pubbliche,le concessioni hanno durata ragionevole e le lunghe proroghe riguardano casi che con le spiagge non c’entrano nulla perche’ si parla di concederle per investimenti colossali e di interesse nazionale che riguardano altri settori e altre porzioni di Demanio.Mi spieghi lei perche’ dal settore turistico-balneare,unico al mondo e INVENTATO da voi(e che nel frattempo e’ stato anche venduto a suon di quattrini a chi non ha INVENTATO nulla)non ricaviamo quella ricchezza che dovrebbe tornare indietro alla collettivita’ e non solo a voi?E poi la scarsita’ della risorsa secondo voi e chi ve lo fa credere e’ da misurare in km?E poi se vogliamo fare come gli altri Stati vogliamo prima definire quanti stabilimenti togliere per far spazio alle tante spiagge libere che hanno gli altri Stati?E magari lo facciamo con le ruspe come ha provveduto la Francia?Io non avro’ capito bene,ma l’importante e’ che l’abbia capito chi la spaccia come verita’ assoluta e dice che l’Europa con noi e’ cattiva,quell’Europa che dopo anni e anni e ancora li’ che aspetta i vostri comodi.

  12. Con l’EURO ci hanno ridotti a colonia da saccheggiare. ora le concessioni, poi le case con ridotti valori energetici, poi il resto . Uniamoci con i tassisti, gli ambulanti a far sentire la nostra voce. Usciamo da questa compagnia di furbacchioni che ci vuole depredare.

  13. Senti Ilaria, la quasi totalità di chi ha dato origine alle concessioni demaniali, hanno dovuto lasciare per motivi di forza maggiore (morti, oppure in pensione); secondo te, cosa avrebbero dovuto fare? Inoltre, non credo, che vendere o comprare una attività, sia mai stato un reato, tutto è stato fatto nel rispetto delle regole.
    PS ti prego di avvisarmi quando faranno le “aste” negli altri 26 Stati membri, ma soprattutto avvisami, quando metteranno sulla “graticola”, 30.000 piccole imprese familiari.

  14. Senti Renzo,se si chiede l’armonizzazione con gli altri Stati bisogna pero’ farlo sapendo che deve essere a tutto tondo,no pensare di prendere solo quello che piace di piu’.Per questo chiedo se si conoscono bene le Leggi degli altri Stati.A voi piacciono quei numerini 50-60-90,a me e ad altri piace il fatto che mettano Al primo posto la tutela ambientale e che le spiagge siano per lo piu’ libere da stabilimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.