Assobalneari-Confindustria

Coronavirus, Licordari scrive a Conte: “Governo escluda balneari da Bolkestein”

La richiesta del presidente di Assobalneari Italia: "Si tratta di una misura a costo zero per lo Stato"

Il presidente di Assobalneari Italia – Federturismo Confindustria Fabrizio Licordari ha scritto al premier Giuseppe Conte per chiedere l’esclusione delle concessioni demaniali marittime dalla direttiva Bolkestein, come misura di sostegno per tutelare le imprese balneari dalla crisi in cui sono piombate a causa delle misure di contenimento sanitario dovute al coronavirus.

«La ferma richiesta di Assobalneari Italia si riassume in due punti che riteniamo assolutamente necessari – scrive Licordari a Conte – e che, voglio evidenziare, non hanno nessun impatto di tipo economico per il bilancio dello Stato».

Queste, nel concreto, le due richieste di Assobalneari Italia:

  1. Il Ministero per le infrastrutture emani una circolare urgente affinché tutti i Comuni costieri diano attuazione ai precetti normativi di cui alla legge di bilancio 145/2018 comma 682 e seguenti, aventi ad oggetto le concessioni demaniali marittime ai fini turistico ricreativi, poiché molti Comuni ancora oggi non l’hanno resa esecutiva.
  2. Si inserisca nel decreto “Cura Italia” il seguente articolo al fine di promuovere e garantire gli obiettivi di politica sociale connessi alla tutela dell’occupazione:
    Al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, sono apportate le seguenti modificazioni:
    all’articolo 7, comma 1, dopo la lettera f)bis è aggiunta la seguente:
    g) alle attività delle concessioni demaniali marittime ai fini turistico ricreativi.

«Mi preme ricordare che il nostro comparto consta di circa 30.000 concessioni demaniali marittime ai fini turistico ricreativi con centinaia di migliaia di addetti e che rappresenta un volano strategico per l’industria del turismo del nostro paese», conclude Licordari nella lettera al premier Conte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Assobalneari Italia Federturismo Confindustria

Assobalneari Italia Federturismo Confindustria

Assobalneari Italia è l’associazione che riunisce le imprese balneari aderenti, a livello nazionale, al sistema Federturismo Confindustria.
Seguilo sui social:
  1. Avatar
    LORENZINI FABIO says:

    Buongiorno
    mi sembra giusto pero’ che vengano inserite dall’esclusione dalla BOLKESTEIN anche le concessioni demaniali rilasciate dopo il 2009 visto che anche noi sosteniamo spese e stiamo subendo gravi disagi e perdite da tutta questa situazione.
    SPERO VIVAMENTE CHE NE PRENDIATE NOTA.
    GRAZIE

  2. Avatar

    Mi auspico che in questo tragico momento che tutti i cittadini stanno attraversando e soprattutto le migliaia di aziende a conduzione famigliare, come la maggioranza degli stabilimenti balneari italiani, il Governo prenda atto che queste aziende che sono circa 30.000 in tutta la nostra nazione e che sono il traino insieme a tutte le aziende fornitrici dell’indotto di un sistema turistico balneare, basilare e importante per l’occupazione e per la ricchezza di tutto il Paese creando un PIL molto importante per le casse dello Stato. Detto tutto questo forse per la ricrescita del dopo Corona Virus, gli stabilimenti balneari hanno bisogno non di soldi ma di certezze per il futuro, quindi senza un grande sforzo chiediamo che il Governo centrale dia l’ordine a tutti i Comuni costieri italiani di prendere atto della normativa dell’estensione delle concessioni demaniali al 31/12/2033 e di ratificarlo con le relative vidimazioni ai concessionari che per la ricrescita del settore post-crisi hanno bisogno di fare ingenti investimenti nelle aziende, ma senza l’atto di proroga firmato dai Dirigenti del Demanio di tutti i Comuni d’Italia, nessun istituto di credito rilascia i finanziamenti necessari allo sviluppo di queste aziende. Confidiamo come sempre nel buon senso di chi ci governa. Nell’attesa di tutto ciò auguro a tutti di uscire da questa tragedia in salute e motivati per la ricrescita della nostra economia.

  3. Avatar
    roberto banti says:

    Visto il difficile momento economico che dovremmo affrontare che ci condizionerà per molto tempo, credo che sia giunto il momento di chiedere qualcosa di davvero importante per il riassetto del nostro sistema imprenditoriale.
    Oltre ai vari aiuti richiesti che ci potranno dare un ristoro solo momentaneo e oltre alla esclusione dalla direttiva Bolkestein, ritengo fondamentale per accedere a possibili agevolazioni finanziarie indispensabili per il mantenimento e la sopravvivenza delle nostre imprese, riconoscere alle imprese balneari il DIRITTO DI SUPERFICIE , dando cosi modo, a costo zero per lo Stato, di dare un tangibile segnale di attenzione al settore turistico balneare. Mi auguro che i nostri rappresentanti prendano nota di questo commento. Grazie

  4. Avatar

    In un momento così difficile bisogna anche ricordare tutti i frutti raccolti negli anni passati dai nostri gestori balneari.
    Bisogna dare anche la possibilità a tutte le persone che hanno sempre sognato come loro di avere uno stabilimento balneare e dare la possibilità ad altri e non sempre alle stesse persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *