Norme e sentenze

Concessioni balneari, la conformità ai requisiti per le gare pubbliche

I consigli dell'avvocato Roma per prepararsi alle procedure selettive richieste per la riassegnazione delle aree demaniali marittime

Il video qui sopra contiene la registrazione integrale del seminario intitolato “Il grado di conformità dello stabilimento balneare ai requisiti richiesti per la partecipazione a procedure a evidenza pubblica e gare per l’assegnazione in concessione di aree demaniali”, a cura dell’avvocato Luigi Roma, organizzato da Mondo Balneare il 12 ottobre scorso alla fiera Sun di Rimini.

Durante il suo intervento, l’avvocato Roma illustra il futuro possibile delle regole per la riassegnazione pubblica delle aree demaniali, prevista dalla legge sulla concorrenza entro il 31 dicembre 2024. «Le nuove regole devono ancora essere precisate con un decreto attuativo – spiega l’avvocato Roma – ma già oggi abbiamo tutti i segnali per sapere come saranno: basta guardare alle norme previste dal Codice dei contratti pubblici per l’assegnazione delle aree pubbliche».

Per questo, aggiunge Roma, «gli attuali concessionari non devono farsi trovare impreparati e possono porre in essere sin da ora alcune accortezze affinché non venga loro pregiudicata la riassegnazione dei titoli»: si tratta di alcune procedure di “self cleaning” che l’avvocato illustra nei 45 minuti di seminario registrati nel video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
    • Giuseppe Pintauro says:

      Si Renzo questi si sono dimenticati ke la meloni nn vuole le gare lo ha sempre detto ora nn voglio dire ke ci darà i 13 anni di conte ma altri 3o4 anni sicuro

    • Nikolaus Suck says:

      Veramente Caro Renzo “Giorgia” non ha detto nulla, e quando si capirà chi la sta (ottimamente) consigliando vi arrabbierete non poco per il voto a dir poco sprecato.
      Intanto, se dopo il presidente Pasca anche un vostro avvocato vi dice che le gare si devono fare, io qualche credito glielo darei…

  1. E cosa dovrebbe o potrebbe fare Giorgia?Infischiarsene delle Leggi,dei Trattati e delle pronunce giurisprudenziali ed avocare a se’ ogni decisione perche’ non e’ d’accordo?C’e’ chi lo ha fatto in passato,quindi come prima cosa Giorgia dovrebbe rispolverare certe Leggi che i libri di storia chiamano con un nome preciso? Giorgia si dovra’muovere entro un perimetro definito,qualcosa tentera’ di fare ma rimanendo nei limiti che potrebbero essere piu’ stringenti di quelli scritti nella Legge delega che gia’ da se’ tali limiti li supera essendo molto sbilanciati a favore dell’ eventuale concessionario uscente.

    • Sicuramente GIORGIA, non farà ciò che i tuoi referenti politici stavano facendo nel governo uscente, disinteressandosi completamente dell’Italia e delle sue famiglie.

    • Le leggi vigenti in Italia sarebbero per la proroga almeno per quelle vecchiotte. La famosisdima direttiva Blochestain.. non e’ mai stata recepita dallo Stato ITaliano..e le direttive non hanno effetto sui singoli cittadini degli Stati membri ma solo sugli ordinamenti. Ad essere onesti…

      • Nikolaus Suck says:

        La famosissima direttiva BOLKESTEIN è stata recepita in Italia con decreto legislativo del 26 marzo 2010, n. 59, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 aprile 2010. E a prescindere da quello, la legge n. 118/2022 all’art. 3 prevede la scadenza di tutte le concessioni, vecchiotte e non, il 31.12.2023. E queste norme nazionali hanno effetto sui singoli cittadini. Ad essere onesti…

        • e quali effetti suck? illuminaci per favore… e illuminaci anche sui 9 miliardi dati ai benetton…perchè non dici che la tua direttiva è stata votata a maggioranza e non all unanimità? il tuo famoso recepimento veniva fatto durante un golpe di stato con lo spred a 600 punti o forse non ne sei al corrente?…ti sembra che sia normale? tanto per dirtene una i tuoi famosi promotori della bolkestain a partire da sandro gozzi letta fassino franceschini d alema ( la lista è lunghissima)e gente varia ricevono la legion d onore per servizi resi alla nazione francia .e non all italia…ci sono anche esponenti della nostra magistratura a partire da franco frattini…ti sembra poco suck…ma non vedi che cosa sta succedendo ? gente che non ha lavoro imprese che chiudono ,bollette astronomiche speculatori d ogni genere e tu parli dei balneari? quali interessi hai? forse non sai che in francia e nelle altre nazioni europee si sta scatenando la rivolto popolare….ma dove vivi? si è al limite della guerra civile altro che i balneari….ma d altronde un grande avvocato del tuo stampo…..

          • Bravo antonio, si e’ al limite della guerra civile e la gente non ne puo’ piu dei vostri privilegi, se volete gestire un bene di tutti noi preparati alle gare

  2. Lorenzo Pinto says:

    “Gioggia” manco riesce a fare un governo, per il momento.
    E con la montagna di merda che sta per pioverle addosso, la sua ultima preoccupazione sarà quella di far sanzionare ulteriormente gli italiani dall’Europa pure per aver annullato le gare dei balneari, rischiando di farsi cacciare via da chi deve darci le decine di miliardi del PNRR per continuare a sopravvivere.

    Vi conviene ascoltare i consigli dei professionisti che ne sanno più di voi, e farvi trovare preparati alle aste. E non dare retta a chi cerca ancora una volta di illudervi.

    • lorenzo io rivoglio indietro una parte dei 9 miliardi dati ai benetton come pure i dindi che paghiamo per le altre 89 infrazioni a cominciare dal bollo auto…le tue decine di miliardi del pnrr non sono gratis ma con interessi ( che anche tu e i tuoi amici detrattori pagate) e un cappio al collo…sono ricatti…e poi sanzionati da chi? quale europa? quella dei burocrati non eletti? o quella della von der leyen indagata dallo stesso parlamento europeo? sarebbero queste persone che dovremmo seguire? non trovano nemmeno un accordo sul price cap….ma di che parli? se le aste si faranno le modalità le deciderà il nuovo governo e non certamente voi …..tutti sanno che il cds ha fatto quello che ha imposto quello sciacallo di draghi e non a caso il foglio ha parlato dell incontro di giavazzi con patroni griffi…forse per prendersi un caffè al bar?

      • Lorenzo Pinto says:

        Parlate senza sapere niente: oltre 1/3 dei fondi del PNRR viene erogato a fondo perduto (per tutti i Paesi a cui è assegnato).

        Sull’affare Benetton, potete prendervela con tutte le forze politiche dal PD alle varie destre, visto quando i 5stelle con Toninelli ministro hanno manifestato la volontà di fare causa ai Benetton e togliergli la concessione, sono stati minacciati da tutti.

        Per quanto riguarda quell’altro vigliacco di BFO: metti nome e cognome, quando mi insulti. Vediamoci di persona, che sono bello grosso, vediamo se hai il coraggio di ripetermelo in faccia.

  3. Cino fedele says:

    Dovrebbero prima Fare il Pul piano utilizzo litorali una volta Fatti i riordini in merito a distanziamento delle concessioni Stabilire gli standard dei servizi Riscrivere le norme sulla sicurezza il fatto che vadano a bando Io ho avuto uno stabilimento balneare Per tanto non vorrei esprimere Una risorsa dello stato importante rivedendo i canoni Ma in particolare istituire il ministero del mare altra risorsa dello stato Che includa il sistema balneare e tutte le attività che ne conseguono

  4. Avv. Lucano says:

    Come ho cercato di spiegare il termine del Consiglio di Stato non è perentorio per il legislatore che può tranquillamente fare ciò che ritiene più opportuno. Primo suggerimento salvare le concessioni ante 2006 visto il palese legittimo affidamento , in caso contrario sarebbe un vero scandalo dai contorni più che politici, poi le restanti si può anche accontentare l’Europa su gare con indicazioni precise e premiali per attuali gestori.

    • Nikolaus Suck says:

      Il “palese legittimo affidamento”, certo… Tu sei proprio sicuro di quel titolo che spendi vero?
      Anche perché fin quando sei stato qui in precedenza ogni tua singola previsione e certezza è risultata sbagliata e smentita, a dir poco non hai portato benissimo alla categoria…
      E nessuno ha mai detto che il termine del Consiglio di Stato (che non è nemmeno un termine) fosse “perentorio per il legislatore”. Legislatore ha già “tranquillamente fatto ciò che ritiene più opportuno”. Stabilendolo autonomamente, un VERO termine.
      Ben tornato, mi sei mancato.

      • Avv. Lucano says:

        Eccolo il principe del foro balneare, sono certo che le gare come le immagini da anni, non le vedrai mai. Quindi quello non è un termine ?????? Ma davvero ??? Lascia stare. Ho dato ampia dimostrazione di come sia politica quella sentenza e come sia sporca questa storia, che vessa imprenditori onesti e famiglie intere. La tua visione giuridica europeista e iperliberista è lontana anni luce dalla mia, ma guarda un po’ dopo anni di chiacchiere ancora è tutto in gioco? E come mai? Sarà perché è dura fare sta riforma che sa tanto di esproprio. Io aspetterei, e non starei così sereno. Giorgia deluderà i balneari? non lo so, ma se sarà così cadrà dal piedistallo in breve tempo. Io dico che le imprese saranno tutelate, forse passando anche dalle gare ( possibile) , ma saranno tutelate in modo incisivo. I detrattori di queste imprese saranno delusi , tanto delusi. Spiegami poi il fatto del termine che me lo studio di notte.

        • Lucano,volutamente omettendo la qualifica,mi sta’ a dire che qualunque Governo osera’ riformare il Demanio Marittimo in linea con il diritto eurounitario,Nazionale e tenendo conto di una consolidata Giurisprudenza e’ destinato a cadere? Questo vuole dire?Le do’ atto che chi ha seguito in diretta telesiva la caduta del Governo ha capito benissimo che il Governo uscente e’ caduto anche e in buona parte per la questione balneare.A questo punto siamo? Cadranno Governi ad oltranza per favorire una categoria che non accetta il fatto che I beni pubblici siano assegnati attraverso gare pubbliche?Un Paese in ostaggio fino a quando finalmente non sara’ fatta una riforma farsa che fara’ uscire da una finestra e rientrare da un portone con tanto di trionfo?Ripeto,per fare questo bisogna prima rispolverare quelle famose Leggi che hanno avocato ad un unica persona i poteri dello Stato,quelle issime…….Aggiungo che quando si dice che ci saranno una valanga di ricorsi……fare ricorsi non e’ solo facolta’ dei concessionari eventualmente uscenti,ma anche di tutti gli altri cittadini.

          • Piombino docet subito dopo la legge Centinaio che aveva fatto esultare la categoria…fortuna che oi funzionari conniventi rispondono in prima persona a partire da gennaio 2024 perché non hanno più la possibilità di colpevolizzare la politica. Ciascuno si assumerà la responsabilità e i ricorsi per inadempienza in atti d’ufficio finalmente avrà un nome e cognome.

        • Nikolaus Suck says:

          In ordine sparso:
          1) IO qui non spendo titoli (facendo sorgere più di un dubbio, e guarda caso non solo a me…) sono un privato qualsiasi quindi “principe del foro” balneare de che;
          2) Tu “spieghi”, “dimostri”, propugni “certezze”…ma ti leggi? E ci dici anche una, una sola, tua certezza o previsione, tra quelle che hai fatto, che si sia mai avverata?
          3) Non ho nessuna “visione giuridica europeista e iperliberista” ma una semplicissima visione giuridica “de jure condito” (che bada bene non ha nulla a che fare con la pasta), di diritto positivo vigente, italiano peraltro, e ancorata a solide, verificate e verificabili basi normative e giurisprudenziali che tu sembri ignorare totalmente. Mentre la “visione” tua è tutta e solo “de iure condendo” (idem c.s.), puramente “politica e sociale”, e si riassume tutta in un “ormai stanno lì e fanno quello” francamente modestissimo, per non dire altro.
          4) Non è affatto “ancora tutto in gioco”, siamo anzi parecchio avanti. Abbiamo una norma di legge autosufficiente che prevede la scadenza delle concessioni il 31.12.2023, e questo ad oggi è un punto fermo. E un’altra norma, diversa e altrettanto autosufficiente che prevede le gare secondo “principi e criteri direttivi” (lo sai cosa sono?), precisi e che possono e devono essere solo “attuati”, non cambiati. Altrimenti abbiamo già pronte norme positive applicabili (e anche questo lo hanno già chiarito fonti ben più autorevoli di me e di te, cui qualche credito darei).
          Se poi vogliono cambiare la legge ad oggi vigente (votata dai due rami del parlamento liberamente, senza fiducia e anche dopo le dimissioni dell’ultimo governo) prego, vedremo. Io non credo che accadrà. E le mie credenze (non certezze), al contrario delle tue, ad oggi si sono tutte realizzate. Come mai?
          5) Sull’esproprio non sto ancora a perdere tempo. Anche qui chiaramente non sai di che si tratta, evidentemente fai tutt’altro. Ma proprio tutt’altro.
          6) Il piedistallo di “Giorgia” non dipende certo dai balneari che sono lo zerovirgolazeroqualcosa dei suoi elettori, e pure qui non serve spendere parole, nemmeno per pensa una roba del genere qualificandosi da solo.
          Se poi sapessi chi la consiglia e porta avanti, saresti tu a non stare tanto sereno, al pari degli altri. Date un’occhio alla lista dei Ministri, incrociatela con chi dovrà mettere sui binari questa riforma, e magari cominciate a capire qualcosa.
          7) Il “termine”. C’è poco da spiegare, basterebbe leggere, e conoscere un po’ di giurisprudenza costituzionale e di legittimità. Per effetto delle sentenze (che non hanno nulla di politico ma pure loro risultano da un percorso logico, lineare e coerente di norme positive e precedenti giurisprudenziali costanti e autorevoli, né tu hai mai “dimostrato”, in alcun modo, nulla di diverso) le concessioni sono e sarebbero decadute subito. Anzi, lo sarebbero pure da prima. Ma tale effetto di diritto è stato limitato per motivi di impatto economico e sociale, in linea con quanto insegnano da qualche decennio la Corte Costituzionale e la Cassazione. Secondo le quali, a sua volta in linea con quella cosa chiamata teoria generale del diritto, su cui pure non mi sembri ferratissimo, una limitazione degli effetti, e nella specie lo spostamento in avanti di effetti che altrimenti si produrrebbero subito o addirittura retroattivamente, tecnicamente non è un “termine”.
          Infatti guarda caso anche i due ottimi legali che patrocinano il ricorso in Cassazione contro le sentenze, giusto e proprio su questo aspetto se ne sono stati zitti, dicendo espressamente che “non conveniva” contestarlo perché era “un vantaggio” e un favore per i balneari.
          Scusami ma a me parte tanto che faresti bene a studiare anche di giorno. E tanto pure.
          Specie se vuoi continuare ad ostentare titoli. Basterebbe “Un Lucano”. Cosa vuoi di più dalla vita.

      • Diritti acquisiti Suck è questa la frase magica che non ti piace. Chi ha ottenuto una concessione sapeva che la stessa si rinnovava con una domanda fatta 120 giorni prima . In base a quelle aspettative e ai titoli concessi dalle amministrazioni competenti quello stesso ha fatto investimenti e costruito (letteralmente) lo stabilimento balneare. Questa situazione ha determinato diritti, non le vostre chiacchiere . Diritti che fate finta di non vedere.

        • Nikolaus Suck says:

          Ma che stai dicendo. Anche la nozione di diritti acquisiti e precisa e non c’entra niente con voi, non ne avete nessuno. Ma ti almeno liberi schiavi e non ti firmi Avv.

        • Rinnovata salvo….essere revocata in qualsiasi momento, leggi tutto nell atto concessorio che hai firmato, sempre che tu abbia voglia e sappia leggere

    • Avv. Lucano? Perche devi raccontare le barzellette? Il legislatore può fare cio’ che ritiene piu’opportuno?
      Quindi ad esempio puo’ violare la costituzione?

  5. Purtroppo il guaio è stato fatto,grazie Draghi,bisogna sperare che il Ministero del turismo vada a una persona con gli attributi che sappia tirare fuori le unghie non come il suo predecessore garavaglia, futtk si può fare ,se la politica vuole .

  6. A me questo intervento mi sembra molto in anticipo e soprattutto fuorviante. Non condivido la scelta della Redazione di Mondo Balneare sulla organizzazione di un tale intervento (convinto però della buona fede di Mondo Balneare su questa iniziativa) perché a piccoli mattoncini…così facendo andiamo a costruire una convinzione su un argomento tutt’altro che chiuso ma anzi….ancora molto aperto. Mancano completamente le norme attuative (quindi di che parliamo…) e comunque prima di esprimere qualsiasi opinione sulla piega che prenderà il tema delle Concessioni Balneari, sono certo che occorrerà far trascorre circa 60 giorni dall’insediamento del nuovo Governo. Tutto quello che si può dire oggi sono chiacchere da Bar Sport e, come tali fuorvianti. Il Governo che ha legittimamente vinto le elezioni penso che avrà buon margine di negoziazione con l’Europa per almeno due motivi: in Europa è agli occhi di tutti che i vari Stati fanno quello che vogliono (dal vecchio tema delle concessioni balneari spagnole e portoghesi a temi recenti….vicenda gas) e poi perché l Europa a trazione socialista sta perdendo colpi ed i vari Gentiloni e Von der L. non avranno più sponda facile in Italia (visto che PD e 5Stelle sono Stati mandati a casa…) . Lo so che ció che scrivo non piacerà ai vari anti balneari che “albergano” giornalmente in questo forum, ma sono convinto che in fondo in fondo (anche se non mi daranno mai ragione…) lo pensano così anche loro!

    • Quindi vuoi alla ERDOGAN ?
      dove il potere politico dipende formalmente e sostanzialmente dalla magistratura.

      Bene io voglio un Europa dove la magistratura e’ indipendente ed agisce a tutela dei cittadini e dei loro beni collettivi, quindi se la Meloni vi concederà altri privilegi, noi questa volta agiremo in tutte le sedi a tutela dei nostri diritti, che sono anche quelli di concorrere per gestire un bene pubblico.
      E’ l italia in primis a dover garantire parita’ di trattamento, non discriminazione e trasparenza.

      • hahahahahahahahahahahahahaha…..diritti…diritti…diritti…!! beati voi che mangiate tutti i giorni senza sapere come ve lo guadagnate il cibo..!!!!!

    • Carlo….cominci a sentire il terreno che frana sotto i tuoi piedi e di tutti quelli che la pensano come te visto che ci “terrorizzi” prospettando azioni legali od altre cose clamorose. Bah…convinto te! Inoltre due riflessioni : Erdogan è il primo Ministro di un paese facente parte della UE o di un paese BRIC? Aggiungo la Polonia e l’Ungheria fanno parte della UE o della Federazione Russa? La Germania che va per la sua strada, Olanda e Norvegia che si stanno arricchendo con il gas alle nostre spalle fanno parte della UE o del Commonwealth? Ti rispondo io….stanno mettendo per prima gli interessi nazionali a quelli di questa Europa matrigna. Seconda considerazione in risposta a quanto hai scritto sulla Magistratura: Ma te in questi ultimi 10 anni dove hai vissuto? Ti avevano ibernato e per un errore ti hanno risvegliato oppure mi vorresti far credere che sino ad oggi la Magistratura è stata indipendente ??? Suvvia Carlo, non far sorridere anche i polli!

      • La magistratura non funziona, per tantissimi aspetti ma occorre continuare a credere e pretendere che sia un organo indipendente cosi come previsto dalla nostra costituzione e cosi come dimostrato dalla legge centinaio che ha consentito numerosi sequestri per occupazione abusiva oppure come previsti dalle sentenze dek Consiglio di Stato che hanno posto un freno alle leggi illegali frutto di un Ministro che tutelava i vostri interessi privati in danno di tutti i cittadini.
        Dobbiamo credere in questa magistratura e denunciare le vere connivenze.

  7. Giuseppe Pintauro says:

    Allora cari io nn so perché qualcuno di voi voglia le gare vi dico una cosa ci sono 2 precedenti in Europa Spagna e Portogallo ke se ne sono altamente fregati di Bruxelles pure avendo la stessa lettera Dell Italia hanno dato 75 anni e perché loro si è noi no.

    • Nikolaus Suck says:

      Ancora??? Ma allora è vero che non leggi le risposte! In Spagna e Portogallo non esistono concessioni di spiaggia e proroghe generalizzate di 75 anni, punto.

  8. Innanzitutto sentire chiamare il futuro presidente del consiglio Giorgia come fosse una vostra parente o amica, mi fa sorridere, non dimenticate che è un politico, e in questo paese da sola o solo non conta nulla, se fosse stato il contrario magari in passato qualcuno poteva anche aggiustare le cose, comunque dai spendere questi soldini per certificazioni che a mio avviso servono solo a far riepire le tasche ad altri, ma di cosa avete paura? Gestire uno Stabilimento balneare non è una cosa semplice o alla portata di tutti quindi chi è del mestiere e lo ha fatto per anni, avrà sempre delle possibilità in più per vincere le gare, ma non illudetevi, le gare ci saranno alla fine i soldi dell’Europa servono e la Meloni dovrà adeguarsi a ciò che le verrà consigliato da tutto il governo, il quale è formato da tre schieramento ricordate? Quindi come la chiamate voi non c’è solo Giorgia, e il suo partito formato da altri componenti come gli altri dovrà essere d’accordo sulle leggi europee, se no ne dobbiamo uscire, buona serata

  9. Giuristi autorevoli, come il Presidente di un TAR a voi favorevole, e professionisti, come un avvocato, un vostro avvocato, pagato da voi, vi dicono che le gare vanno e andranno fatte, e voi lo stesso e senza saperne e capirne niente (e certo meno di loro) pontificate a vanvera di inesistenti “legittimi affidamenti” e “diritti acquisiti”. Mai visto nulla del genere. Siete meravigliosi, grazie. E ancora auguri!

  10. E poi non terrorizzo nessuno e’ quello che accadrà nel caso in cui decreto dovessero contenere privilegi per i concessionari uscenti in danno dei cittadini che vorranno partecipare a vere evidenze pubbliche.

  11. Salve, x me è tutto surreale, si paragona alle Gare pubbliche, che si deve costruire un palazzo? O si deve quantizzare un lavoro? Io penso che prima di decidere come fare l’evidenza devono risolvere prima il problema di questi concessionari esistenti. Co
    me la fai la gara se hai l’occupazione di quel suolo? Qualcuno me lo spiega?

    • Nikolaus Suck says:

      Quella occupazione era ed è solo temporanea e aveva e ha una scadenza e un termine. Scaduti quelli diventa abusiva.

      • Balle Suck, sono balle che solo e soltanto tu, hai sempre ripetutamente raccontato fino alla nausea, balle che non trovano conferme da nessunissima parte.

        • Nikolaus Suck says:

          Trovano conferma in una decina di norme fondamentali dell’ordinamento italiano e in qualche centinaio di sentenze di Cassazione e giudici vari, ma tu continua pure a farneticare dalla tua isola. Prima o poi la guerra finirà pure per te.

  12. Giuseppe, e’ tutto scritto nei contratti concessori come viene considerata l’occupazione del suolo.Letto e firmato in presenza di testimoni dai concessionari.

  13. Elvo Alpigiani says:

    Le concessioni di beni, quali contratti di locazione per questo soggette ad obblighi contrattuali, non sono nell’ambito di applicazione della direttiva Bolkestein, art. 3,paragrafo 2 e art. 17,paragrafo 15.
    Sono nell’ambito applicativo del diritto internazionale privato.
    Quindi si applica la legge dello Stato membro sui contratti di locazione che è applicata ai propri cittadini, art. 49 TFUE, paragrafo 2.

  14. Avendo letto i vostri commenti, viene spontaneo dedurre che, alcuni di voi sono convinti che, GIORGIA (come dal suo libro “io sono Giorgia”!) sia poco credibile, quindi incoerente, con le sue dichiarazioni e i suoi interventi alla Camera, ripetutamente confermate anche da tutti i suoi principali collaboratori in tutte le occasioni, che hanno manifestato chiaramente la loro netta contrarietà alle gare, motivandola abbondantemente. Pertanto, fino a quando non ci saranno reali e comprovate prove che li smentiscono, i vostri commenti rimarranno CHIACCHIERE DA BAR dell’ultima ora (dopo aver parecchio bevuto!)

  15. Quello che accadrà è chiarissimo..le gare si faranno..nessuno parteciperà..gli attuali gestori continueranno a farlo…il valore degli stabilimenti scenderà a livello di un bar medio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.