Emilia-Romagna

Cesenatico, avviato ripascimento per ripristinare spiaggia scomparsa

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato 90.000 euro per un tratto di spiaggia martoriato dalla mareggiata di settembre scorso

Dopo la mareggiata di metà settembre e con la fine della stagione balneare, sono ripresi sulle spiagge di Cesenatico i lavori di difesa della costa a opera dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. Per il ripristino dei danni causati dagli ultimi eventi meteo-marini, la Regione Emilia-Romagna rende noto di avere stanziato 90.000 euro destinati ad alcune opere di somma urgenza lungo gli arenili di Valverde e Villamarina, dove il maltempo aveva causato erosioni e allagamenti. Con queste risorse sarà realizzata una duna in sabbia per proteggere gli abitati dal rischio di ingressione marina.

«Si tratta di opere che puntano alla manutenzione della costa, cui la Regione riserva particolare attenzione perché è il segno della cura costante del territorio», afferma Irene Priolo, vicepresidente della giunta con delega alla difesa del suolo e della costa. «A tal fine, nella provincia di Forlì-Cesena nel 2022 sono stati messi a disposizione 550.000 euro. Risorse che si sommano agli oltre 20 milioni di euro investiti per la realizzazione del “Progettone 4“, il mega-ripascimento che ha portato sul litorale romagnolo più di un milione di metri cubi di sabbie prelevate al largo della costa».

Sono in corso in questi giorni, inoltre, alcuni interventi di ripascimento dell’arenile di Gatteo Mare per permettere, anche su quelle spiagge, la formazione della duna invernale di protezione.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: