Cna Balneari Eventi Toscana

Balneari, venerdì a Viareggio l’assemblea di Cna Toscana

Appuntamento alle 17 all'Hotel Esplanade. "Obiettivo continuità aziendale senza procedure comparative per le attuali imprese balneari"

Si terrà a Viareggio, venerdì 10 gennaio alle ore 17, l’assemblea regionale delle imprese balneari aderenti a Cna Toscana. L’evento, a cura di Cna Balneari Versilia, è in programma all’Hotel Esplanade (piazza Puccini 18) ed è intitolato “La riforma del demanio marittimo, una norma nazionale per la continuità aziendale dopo il 2033 alla luce delle recenti sentenze e circolari. Necessario un forte impulso per l’estensione a 15 anni in tutti i comuni rivieraschi”.

pouf Pomodone

Interverranno i parlamentari che seguono la materia del demanio marittimo in ambito nazionale: Umberto Buratti (deputato del Partito Democratico), Massimo Mallegni (senatore di Forza Italia), Riccardo Zucconi (deputato di Fratelli d’Italia) e Susanna Ceccardi (europarlamentare della Lega). Inoltre, sono previsti gli interventi di Andrea Giannecchini (presidente Cna Lucca), Luca Tonini (presidente nazionale di Cna Turismo), Lorenzo Marchetti (portavoce Cna Balneari Toscana) e Cristiano Tomei (coordinatore nazionale Cna Balneari).

Questi gli obiettivi annunciati da Cna Balneari: «Continuità aziendale senza procedure comparative per le attuali imprese balneari dopo il 2033 e forte impulso per l’estensione a 15 anni in tutti i Comuni rivieraschi».

«L’assemblea costituisce un importantissimo momento di confronto con i legislatori nazionali, anche alla luce delle recente circolare del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti», spiega Cna Balneari, che al riguardo è intervenuta, anche attraverso il proprio pool giuridico, «per ribadire la tutela del legittimo affidamento riposto dai concessionari nel quadro normativo vigente prima che fosse introdotta la direttiva Bolkestein. La loro buona fede è indiscutibile e i diritti acquisiti dagli attuali concessionari sono esigibili se si attua ciò che Cna sostiene da sempre, ossia il doppio binario: tutela delle attuali imprese balneari dopo il 2033 evitando procedure comparative prevedibili solo per nuove concessioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale di riferimento per il settore turistico balneare.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *