Assobalneari-Confindustria Attualità

”Balneari, prosegue il lavoro di Efebe per uscire dalla Bolkestein”

Assobalneari parteciperà al vertice europeo il prossimo 8 marzo a Torremolinos. Licordari: ''Noi unica associazione a portare avanti da sempre questa battaglia''

L’attività di Efebe, la Federazione europea degli imprenditori balneari, prosegue il prossimo 8 marzo con un vertice alla fiera Expoplaya di Torremolinos (Malaga). «Dopo l’assemblea dello scorso 24 febbraio alla Balnearia di Carrara – spiega il presidente di Assobalneari-Confindustria Fabrizio Licordari, co-fondatore di Efebe – il prossimo appuntamento sarà in Spagna per incontrare un gruppo di autorevoli giuristi che ha contribuito alla stesura della Ley de costas, ovvero quel provvedimento che ha esteso le concessioni dei nostri colleghi iberici fino a 75 anni».

«La nostra Federazione europea sarà al fianco del ministro del turismo Gian Marco Centinaio – prosegue Licordari – nella partita che il governo si appresta a intraprendere con la nuova commissione Ue, per stabilire un riordino totale delle concessioni demaniali marittime che dia certezze definitive agli imprenditori balneari italiani. Il ministro Centinaio ha infatti ancora una volta ribadito che l’intento finale resta la fuoriuscita dalla direttiva Bolkestein e Assobalneari-Confindustria appoggerà questa battaglia fornendo tutto il necessario supporto. Ai tecnici del ministero abbiamo già consegnato la copiosa comparazione normativa tra Spagna, Portogallo e Italia che abbiamo prodotto in tutti questi anni. Un lavoro portato avanti da soli e con determinazione, che ci ha permesso di conoscere gli aspetti normativi di altri paesi e che abbiamo potuto portare all’attenzione di tutti, mettendo in risalto la differenza di trattamento e la mancanza di reciprocità che invece il precedente governo voleva imporci come inevitabile, tentando di introdurre le evidenze pubbliche in Italia».

«Assobalneari-Confindustria è stata l’unica associazione balneare italiana a credere nell’aggregazione europea», sottolinea Licordari. «E tra gli argomenti che abbiamo sviluppato in passato – concessioni di beni e non di servizi, scarsità delle risorse, legittimo affidamento eccetera – la questione di Spagna e Portogallo è stato l’argomento più forte e che ha avuto il maggiore appeal».

«In questo periodo qualcuno sta cavalcando la normativa spagnola come se fosse un argomento di cui si è accorto solo oggi, utilizzandolo in modo strumentale per avere un po’ di visibilità in modo affannoso e compulsivo, raccattando testimonial ed elementi dell’ultima ora. Ma negli anni indietro dov’erano quando noi ne parlavamo e sostenevamo con fermezza questa posizione?», conclude Licordari. «Se noi non avessimo avuto la determinazione nell’approfondire, sviluppare e sostenere con decisione la differenza di trattamento riservata a noi concessionari italiani rispetto a quella dei nostri colleghi iberici, avremmo dato il via libera all’approvazione del disegno di legge che aveva il consenso delle altre organizzazioni di categoria».

© Riproduzione Riservata

Assobalneari Italia Federturismo Confindustria

Assobalneari Italia è l’associazione che riunisce le imprese balneari aderenti, a livello nazionale, al sistema Federturismo Confindustria.
Seguilo sui social: