Emilia-Romagna

Balneari coraggiosi, a Cervia si investe nonostante l’incertezza sulle concessioni

Lo stabilimento Balmor ha avviato i lavori per una nuova struttura anche dopo la sentenza del Consiglio di Stato

Nonostante i timori sul futuro delle concessioni balneari, c’è ancora qualche imprenditore del settore che continua a investire senza farsi spaventare. È il caso di Mirco Baldazzi, titolare dello stabilimento Balmor di Cervia (Ravenna), che ha avviato quest’anno i lavori per aprire una nuova gelateria sulla spiaggia con una struttura costruita completamente da zero, come ci racconta nel video qui sopra.

Baldazzi e i suoi soci hanno acquistato la concessione adiacente nel 2019, quando era ancora in vigore la validità dei titoli fino al 2033, e nonostante la sentenza del Consiglio di Stato che a novembre 2021 ha accorciato di dieci anni l’orizzonte temporale delle imprese sul demanio, non si sono tirati indietro.

«La sentenza è stata una sorpresa, ma non ci ha spaventato più di tanto», afferma Baldazzi ai microfoni di Mondo Balneare. «Siamo imprenditori di lunga data e sappiamo come funziona: in questo paese le certezze non ci sono. Ai miei colleghi consiglio di essere più realisti: a breve sicuramente andremo a bando, perché questa è la strada, ma i nostri investimenti dovranno essere riconosciuti. Perciò non vedo il motivo per cui non si debba continuare a investire».

accessori spiaggia

La testimonianza di Baldazzi è importante e ci auguriamo che possa essere di conforto ai balneari del resto d’Italia, affinché possano andare avanti nonostante questo momento di difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Alex Giuzio

Dal 2008 è giornalista specializzato in economia turistica e questioni ambientali e normative legate al mare e alle coste. Ha pubblicato "La linea fragile", un saggio sui problemi ecologici delle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022), e ha curato il volume "Critica del turismo" (Grifo Edizioni 2023).
Seguilo sui social: