Veneto

50 milioni di euro ai balneari veneti per affrontare gare concessioni

Il plafond è messo a disposizione dal gruppo BCC Iccrea grazie a una partnership con Unionmare Veneto

Il gruppo BCC Iccrea, con sei delle sue banche di credito cooperativo operative nel nord-est, ha siglato una partnership per sostenere finanziariamente i balneari veneti nella attuale fase di profondo cambiamento normativo che determinerà, nei prossimi anni, un impatto significativo per lo sviluppo del settore a causa della riassegnazione delle concessioni balneari tramite gare pubbliche, come previsto dal ddl concorrenza approvato nei giorni scorsi in Senato. L’accordo, il primo dedicato esclusivamente al comparto turistico-balneare, coinvolge direttamente tutte le BCC del gruppo che hanno sportelli sulla costa veneta – Centromarca Banca, Banca della Marca, BCC Patavina, Banca Annia, BCC Pordenonese e Monsile e Credifriuli – e prevede per gli associati a Unionmare Veneto, associazione che rappresenta 140 balneari della regione, lo stanziamento di un plafond da 50 milioni di euro a tassi e condizioni agevolati e con la garanzia attivabile di Fidi Impresa e Turismo Veneto.

L’intesa, siglata nel corso dell’ultima edizione della Fiera dell’Alto Adriatico di Caorle, va a sostegno degli operatori del settore che, a seguito della sentenza del 2021 del Consiglio di Stato e del recente provvedimento approvato in Senato, dovranno nei prossimi mesi avanzare le richieste di rinnovo della concessione demaniale marittima presso i Comuni di competenza.

Così Francesco Beninato, responsabile area territoriale nord-est di Iccrea Banca, illustra i motivi dell’accordo: «Il turismo balneare è, per tutta l’economia del nostro paese, una risorsa fondamentale, oltre a essere una filiera che oggi deve essere sostenuta con strumenti puntuali ed efficaci. Come gruppo BCC Iccrea, insieme alle BCC sul territorio, diamo concretezza al nostro impegno per assistere gli stabilimenti balneari in Veneto e auspichiamo che questa iniziativa possa rappresentare l’inizio di altri percorsi lungo tutta la nostra penisola».

Conclude Alessandro Rizzante, vicepresidente Fidi Impresa & Turismo Veneto: «Sono particolarmente soddisfatto nel mio duplice ruolo di Presidente del Confidi regionale e di Confcommercio di Venezia e Rovigo per questo importante accordo, che dimostra ancora una volta la forte coesione che c’è all’interno del nostro Sistema Confederale. Saper fare sinergia tra le strutture associative, il Confidi e le banche del territorio per sostenere le nostre imprese impegnate nel settore balneare, è fondamentale per rafforzare e sostenere il sistema turistico del Veneto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.