Sib-Confcommercio

15 anni ai balneari, Sib chiede intervento del ministro De Micheli

Il sindacato sollecita l'emanazione di una circolare applicativa per far estendere le concessioni a tutti i Comuni ritardatari

Il Sib-Confcommercio chiede al ministro delle infrastrutture Paola De Micheli di superare i ritardi delle autorità portuali nell’applicazione della legge di stabilità.

«Abbiamo chiesto un incontro urgente al ministro De Micheli – spiega il presidente del Sib Antonio Capacchione – al fine di sollecitare l’emanazione di una circolare applicativa, da parte della direzione generale per i porti, sulla legge di stabilità che ha differito di quindici anni la scadenza dei titoli concessori. Questo ministero, infatti, attraverso la direzione generale per i porti, continua a esercitare funzioni amministrative in materia di rilascio e di rinnovo delle concessioni demaniali marittime nelle aree di competenza delle autorità portuali».

«Come è noto ci sono gravi ritardi, da parte delle autorità portuali, nella formalizzazione della nuova durata sui titoli concessori di loro competenza», prosegue Capacchione. «Ciò è anche dovuto, sicuramente, alla circostanza che la direzione generale per i porti non ha ancora fornito una lettura interpretativa e indicazioni applicative della norma legislativa sopra richiamata, a differenza non solo delle Regioni, ma anche di quanto avvenuto tempestivamente in passato con le circolari n. 6105 del 6 maggio 2010 e n. 57 del 15 gennaio 2013 per le norme precedenti che avevano disposto proroghe dei titoli concessori. L’emanazione di tale circolare è importante perché sarebbe vincolante per gli organi del ministero, ma avrebbe degli effetti positivi anche per tutti gli enti territoriali interessati».

Per scaricare la lettera inviata da Capacchione al ministro De Micheli, clicca qui.

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: