Sib-Confcommercio

Vaccini in spiaggia? “Lidi pronti, ma non si trasformino in ospedali”

Capacchione (Sib): "Vogliamo preservare la nostra caratteristica di luogo di svago e serenità"

La seconda dose dei vaccini in spiaggia? L’ipotesi vede la disponibilità dei gestori degli stabilimenti balneari, anche se non spingono perché questo avvenga: «Noi saremmo anche disponibili, ma bisogna anche evitare di trasformare gli stabilimenti balneari in luoghi di cura», afferma all’Adnkronos Antonio Capacchione, presidente del Sindacato italiano balneari aderente alla Fipe-Confcommercio.

«Vogliamo preservare la nostra caratteristica di luogo di svago e serenità», motiva Capacchione. «Siamo disponibili a mettere a disposizione gli stabilimenti balneari e qualora si ritenesse opportuno saremmo felici di farlo, ovviamente con il personale fornito dalle Asl. Il nostro impegno però è quello di iniettare serenità più che vaccini».

Intanto la stagione balneare è ripartita e i primi segnali positivi si sono visti lo scorso weekend, maltempo a parte. «Si riparte con l’entusiasmo di tornare a lavorare da parte degli operatori e una generalizzata sensazione di voglia di mare degli italiani», segnala Capacchione. «Molte famiglie sono venute a trovarci sia per fare gli abbonamenti che per respirare l’aria di mare: c’è stata una buona affluenza a livello nazionale e molte persone si sono fermate a mangiare nei ristoranti, anche se la riapertura è stata condizionata dalla situazione meteo. Sono stati ovviamente italiani i primi ad arrivare, mentre le presenze straniere sono ancora pochissime».

Ad oggi gli stabilimenti balneari sono pronti al 30-35% ed entro fine maggio saranno tutti aperti. «L’anno scorso – conclude Capacchione – i balneari hanno registrato una riduzione del 30-35% del fatturato. Rispetto al 2019 abbiamo perso tutta la primavera e le vacanze di Pasqua. Siamo ben al di sotto di due anni fa, però i segnali sono estremamente positivi. Riaprire il 15 maggio dà un segnale anche al mercato internazionale, soprattutto di lingua tedesca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *