Emilia-Romagna

Spiagge, ricorso di 11 concessionari per evitare le gare

Un gruppo di imprenditori riccionesi con titoli antecedenti l'anno 2000 chiede il riconoscimento del diritto di insistenza

Iniziano le battaglie legali dei balneari che vogliono tentare di evitare le gare delle concessioni. Tra i le prime c’è quella di un gruppo di undici imprenditori di Riccione, titolari di altrettanti ristoranti sulla spiaggia, che nei giorni scorsi hanno presentato un ricorso multiplo al Tar di Bologna citando in giudizio il Comune, con l’obiettivo di vedersi riconoscere una durata illimitata del loro titolo sul demanio marittimo anziché affrontare le evidenze pubbliche nel 2023 come previsto dalla legge sulla concorrenza approvata una settimana fa in via definitiva.

accessori spiaggia

Gli undici ristoratori di spiaggia, spiega Il Resto del Carlino, chiedono il riconoscimento di un principio che, se il giudice darà loro ragione, potrebbe far loro evitare le gare: si tratta del fatto che le loro concessioni fanno riferimento a un rapporto antecedente il 7 dicembre 2000, data che per la giurisprudenza comunitaria rappresenta l’applicazione del principio secondo il quale gli affidamenti concessori sono soggetti al rispetto degli obblighi di trasparenza, primo tra tutti l’assegnazione dei titoli mediante una competizione tra chi mostra interesse. Questa, almeno, è la tesi del legale difensore degli undici concessionari riccionesi, ovvero l’avvocato Ettore Nesi, specializzato in diritto amministrativo e demanio marittimo.

In sostanza il ricorso, se andrà a buon fine, potrebbe consentire ai balneari di mettere la mani avanti nel tentativo di evitare le gare, vedendosi riconosciuto il diritto di insistenza nelle concessioni di competenza anche nei prossimi anni. Per il momento si tratta della prima azione legale di questo genere, ma senza dubbio ne seguiranno molte altre: il ddl concorrenza è stato approvato solo da pochi giorni, i balneari sono impegnati nella stagione estiva e oltretutto manca ancora il decreto attuativo a disciplinare le gare, ma non appena le gare saranno avviate, molte competizioni per riottenere la propria concessione non si giocheranno nelle evidenze pubbliche bensì nei tribunali.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: