Attualità

Spiagge, Buratti (Pd): “Certezze a Comuni costieri per rafforzare turismo”

Il deputato dem interviene sull'annosa vicenda delle concessioni balneari

«La legge 145/2018 ha esteso la durata delle concessioni demaniali marittime a uso turistico-ricreativo fino al 2033, prefigurando e delineando anche una complessiva riforma del demanio marittimo. In attesa di definire tale riforma, dunque, è stata effettuata una proroga, la cui validità ed efficacia sono state confermate dai decreti rilancio e agosto, per dare certezza alle imprese balneari e ai Comuni che devono esercitare la funzione amministrativa». Lo afferma il deputato Umberto Buratti (Pd) della commissione finanze alla Camera, in relazione al mancato inserimento nel “decreto proroghe” di un’ulteriore norma per blindare la durata delle concessioni balneari al 2033.

«In tal senso, è indispensabile avviare quanto prima un’interlocuzione con la Commissione europea che chiarisca una volta per tutte la specificità delle coste del nostro paese», aggiunge Buratti.

Conclude il deputato dem: «Sul demanio marittimo non ci sono solo stabilimenti balneari ma anche negozi, cinema, distributori di benzina, circoli nautici e altre attività. Il confronto con l’Europa nel rispetto delle procedure previste dai principi europei deve servire per rappresentare la specificità della nostra offerta turistica. Basta ambiguità: i Comuni costieri e le imprese balneari hanno bisogno di certezze e di un quadro giuridico idoneo che tuteli e rafforzi il nostro sistema turistico qualificato a livello mondiale e che rappresenta un asset importante della nostra economia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Avatar

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *