Campania Federbalneari

Procida, Federbalneari: “Pronti a confronto con Antitrust”

L'associazione risponde alla diffida del garante della concorrenza contro l'estensione al 2033

Un incontro concreto per smuovere subito le acque nell’isola di Procida che rischia di non farsi trovare pronta all’appuntamento di capitale italiana della cultura 2022. «Una delle principali isole dell’arcipelago campano è bloccata nel suo futuro in un mare di difficoltà per il mancato rilascio delle concessioni demaniali fino al 2033, le annose problematiche erosive e uno sviluppo turistico per tali ragioni frenato», denuncia l’associazione Federbalneari.

L’incontro tra il presidente di Federbalneari Italia Marco Maurelli e una delegazione di imprese del gruppo Federbalneari Campania, tenutosi alla sede di Casartigiani Procida, ha avuto come oggetto la “questione Antitrust”: l’autorità garante della concorrenza ha infatti avviato un parere di non conformità alla direttiva servizi e al TFUE nell’applicazione della delibera comunale che regola il rilascio dei titoli al 2033, come già fatto nei confronti di molte altre amministrazioni comunali costiere d’Italia.

«L’Antitrust sta ponendo in seria difficoltà il rilascio delle estensioni al 2033 delle concessioni balneari delle imprese procidane», ha dichiarato il presidente Maurelli. «Riteniamo non corretto che si continui su questa strada “a vicolo cieco”, poiché il Comune di Procida non ha ancora rilasciato gli atti concessori al 2033 e il parere dell’Antitrust ancora una volta appare fuorviante e destabilizzante, nonché ingiusto, per le imprese che attendono ormai dal 2019 l’atto concessorio così come previsto dalla legge di stabilità del 2018 e dal decreto rilancio del 2020 a sostegno dell’economia e del turismo italiano». Il presidente Maurelli ha fatto sapere che seguirà personalmente l’iter per la risposta adeguata all’Antitrust nel pieno rispetto delle norme.

giochi festopolis

Durante l’incontro si è parlato anche di contrasto all’erosione costiera, tema importantissimo e che sta colpendo in modo quasi irreversibile l’isola di Procida rendendo difficile erogare servizi in quelle condizioni.

«I preparativi per gli eventi e le importanti iniziative previste per la capitale della cultura 2022 sono vicini e non possiamo rischiare che le nostre imprese non siano pronte per l’importante iniziativa. Le adeguate soluzioni sono da ricercare quanto prima in modo coordinato, perché metteremmo a rischio le concessioni demaniali importantissime per il ruolo di biglietto da visita di un territorio come Procida e il suo mare e per le iniziative in programma nel 2022 che dovranno essere ben salvaguardate», ha concluso Maurelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Federbalneari Italia

Federbalneari Italia è un'associazione di categoria che riunisce le imprese del turismo balneare italiano.
Seguilo sui social:
  1. Una iniziativa, che non può e non deve essere, soltanto dei balneari di Procida, bensì, di tutti i balneari italiani, anche di quelli, dove l’antitrust, curiosamente, non è intervenuta. Chissà perché!!!

  2. Perché non c’è stato un cittadino diligente che ha segnalato il rinnovo…scrivete scrivete
    protocollo.agcm@pec.agcm.it
    chiedendo la verifica della legittimità del rinnovo e poi faranno tutto loro..ascoltiamo renzo e non facciamo discriminazioni!

  3. La segnalazione e’ stata fatta da cittadini interessati alle gare che aspettano pazienti la scadenza della proroga solo per vedere servirne subito un’altra.La pazienza pero’ ha un limite.

    • Nikolaus+Suck says:

      Come lo dimenticano TAR e Procure ad esempio in Toscana, Abruzzo, Liguria, Lazio, Campania, più Consiglio di Stato e Cassazione, ma che vuoi che sia…

  4. Renzo,dimentica le sentenze di altri Tar e anche sentenze di rango superiore.Ma state tranquilli,piuttosto che fare un torto ai balneari mandiamo a casa Draghi e usciamo dall’Europa con bancarotta servita.Per I balneari che non accetteranno nessuno compromesso se non diventare padroni delle coste.Comunque fino ad ora si sono rispettati gli impegni e sono arrivati I primi 25 miliardi.Vedremo quanto dura il teatrino quando si discutera’ delle “pubbliche spiagge”.

  5. Appunto scrivete scrivete…non discriminiamo i balneari, tutti a bando!
    Ah Renzo il Tar della Toscana ha invece dichiarato illegittimo il rinnovo: 1 a 1!

  6. E si continua a propagandare che comunque vadano le cose,alle prossime elezioni e una volta al governo cambieranno l’eventuale legge ,se non gradita ,con sdemanializzazione garantita.

  7. SUck, la vostra non è solo faziosità infinita, è qualcosa di molto più serio:
    “La Bolkestein esiste, ma si applica solo a Piombino…” (articolo copiato da una testata giornalistica)
    Il sindaco Ferrari: “Il Tar ha annullato la delibera che prorogava fino al 2033 le concessioni demaniali esistenti e in scadenza il 31 dicembre 2020. In Italia le spiagge non sono tutte uguali”

    Francesco Ferrari
    Francesco Ferrari

    Piombino (Livorno), 9 marzo 2021 – “Con la recente sentenza del Tar di Firenze, che accoglie il ricorso dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, oggi abbiamo la notizia ufficiale che la Bolkestein esiste, sì, ma si applica solo a Piombino. Mentre tutti i comuni costieri italiani, infatti, prorogano indistintamente le concessioni balneari, l’Antitrust ha voluto iniziare a porre la sua attenzione proprio su Piombino”.

    Così Francesco Ferrari, sindaco di Piombino, commenta la sentenza del Tar della Toscana che ha annullato la delibera del Comune di Piombino che prorogava fino al 2033 le concessioni demaniali esistenti e in scadenza il 31 dicembre 2020. “Un’attenzione – aggiunge Ferrari – che ci farebbe molto piacere se solo non andasse a detrimento dei soli nostri imprenditori balneari che noi, con la nostra determina dirigenziale nella quale si applicava la legge dello Stato e prorogava loro le concessioni demaniali fino al 2033, abbiamo voluto tutelare e difendere. Per permetter loro di continuare a fare impresa turistica nel luogo dove avevano scelto di investire”.
    … MI PERMETTO AGGIUNGERE CHE LA “BOLCKSTEIN” NON ESISTE SOLO A PIOMBINO, BENSÌ, ANCHE NELLA TESTA DI SUCK E DI DARIO E DI QUALCHE ALTRO GRILLINO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.