Ambiente Lazio

Le Dune Beach di Ostia si converte al plastic free

Lo stabilimento di Renato Papagni ha adottato una gestione che abbandona del tutto il dannoso materiale

Alle “Dune Beach Resort“, lo stabilimento balneare del presidente di Federbalneari Renato Papagni, da questa stagione 2019 parte la gestione “plastic free”. «Un cambiamento – sottolinea l’imprenditore – che anticipa e accoglie le esigenze e le richieste di una clientela sempre più attenta alle questioni ambientali e alla necessità di preservare i nostri mari dalla letale invasione delle plastiche».

Nel noto stabilimento di Ostia si è deciso di contribuire attivamente all’abbattimento dell’uso della plastica in tutte le sue declinazioni, adottando da subito tutte le pratiche che la eliminino dal ciclo di utilizzo quotidiano. «Da sempre al ristorante e al bar si sono utilizzate posate in acciaio, piatti in porcellana e bicchieri in vetro – sottolinea la prorpietà – e per qualche piccola occasione da asporto è prevista l’adozione di materiale riciclabile. L’attitudine “plastic free” prosegue inoltre in spiaggia con la posa di contenitori in legno per lo smaltimento differenziato dei materiali di consumo e va incontro agli ospiti con la distribuzione, da parte di due hostess presso il desk di accoglienza, di borse in materiale riciclato per dissuadere dall’uso di sacchetti in plastica».

«Qui a Le Dune Beach Resort vogliamo condividere con tutti i nostri ospiti la consapevolezza dell’importanza di preservare il nostro mare e le nostre spiagge dall’effetto nocivo della dispersione delle plastiche nell’ambiente: fare la nostra parte, dare il nostro contributo, tutti insieme, per rendere il nostro impatto sempre più leggero e sostenibile», conclude Papagni. «Abbiamo preso l’impegno con le generazioni future di lasciar loro le spiagge e il mare come lo abbiamo ricevuto da chi ci ha preceduto: vogliamo mantenerlo senza alcuna esitazione».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: