Federbalneari Sindacati e associazioni

L’appoggio di Federbalneari a Sib, Fiba e Oasi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Renato Papagni a Riccardo Borgo, Giorgio Mussoni e Vincenzo Lardinelli.

di Renato Papagni

Cari Riccardo Borgo, Vincenzo Lardinelli e Giorgio Mussoni, ho appreso dalla stampa con soddisfazione del documento che avete presentato in parlamento in sede di audizione in commissione VI Finanze e commissione X Attività produttive per l’esame del disegno di legge sulla riforma delle concessioni balneari, licenziato in consiglio dei ministri lo scorso 27 gennaio.

Federbalneari Italia conferma totalmente i contenuti espressi nel vostro promemoria, considerandolo il risultato di un lungo lavoro che abbiamo condiviso ormai da almeno cinque anni.

Personalmente mi permetterei di aggiungere solamente un altro punto, in merito alla questione dell’allineamento dell’Iva previsto a livello nazionale, poiché invece di garantire competitività al settore, ne colpisce la crescita. In diverse occasioni con il governo ho riportato la questione all’attualità, in quanto, a differenza degli altri segmenti imprenditoriali coinvolti nella filiera turistica (alberghi, campeggi, villaggi turistici, pubblici esercizi, eccetera) che scontano un’aliquota Iva del 10 per cento, il comparto balneare viene assoggettato all’aliquota ordinaria, pari al 22 per cento. Un principio che appare discriminante, nel momento in cui la stessa normativa di regolamentazione del settore turistico (Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo di cui al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79) ha riconosciuto l’azienda balneare quale impresa turistica a tutti gli effetti.

Chiarito questo aspetto, potete considerare il marchio Federbalneari al fianco del Sib, Fiba e Oasi Confartigianato in questo iter parlamentare che – tutti ci auguriamo – possa portare alla tanto attesa riforma del comparto turistico balneare.

Confermiamo, infine, come recentemente espresso in occasione dell’ultimo incontro con il ministro Calenda, la disponibilità della nostra federazione nel collaborare con il Ministero dello sviluppo economico e fornire le nostre competenze finalizzate alla regolarizzazione amministrativa del demanio marittimo.

lettera aperta di Renato Papagni (presidente Federbalneari) a Riccardo Borgo (presidente Sib-Confcommercio), Vincenzo Lardinelli (presidente Fiba-Confesercenti) e Giorgio Mussoni (presidente Oasi-Confartigianato)

© Riproduzione Riservata

Federbalneari Italia

Federbalneari Italia è un'associazione di categoria che riunisce le imprese del turismo balneare italiano.
Seguilo sui social: