Attualità

Il Partito dei balneari avrà un simbolo a gennaio

Proseguono in tutta Italia gli appuntamenti dell'ex senatore Massimo Baldini. A inizio 2016 la convention nazionale a Roma.

di Alex Giuzio

Lunedì a Pescara, ieri a Fregene e nei prossimi giorni in Toscana, Liguria, Campania, Marche e Sicilia. Continua a ritmi serrati il tour dell’avvocato Massimo Baldini, ex senatore di Forza Italia che lo scorso sabato a Forte dei Marmi ha lanciato il "Movimento politico dei balneari" (vedi notizia).

A questo primo appuntamento sono seguiti due incontri con gli imprenditori balneari abruzzesi e laziali: il primo tenutosi lo scorso lunedì nella sede di Confindustria Pescara, il secondo ieri a Fregene. «Anche qui abbiamo avuto una significativa affluenza di concessionari – ci racconta Baldini – che hanno aderito con entusiasmo all’idea di mettere in piedi il Partito dei balneari. L’iniziativa sta acquistando dunque sempre più consenso, dimostrandosi l’unica idonea a portare avanti concretamente le istanze della categoria».

Il percorso sta andando avanti con appuntamenti ogni settimana in tutte le regioni costiere, per poi «organizzare una convention nazionale a Roma, a metà gennaio, nella quale presenteremo il nostro simbolo e la nostra lista».

L’appello di Baldini è molto chiaro: «L’incertezza normativa sulle concessioni balneari sarà presto risolta, ma probabilmente con una soluzione che avrà tante pieghe negative per il settore», spiega l’ex senatore a Mondo Balneare. «Per questo, occorre una mobilitazione nazionale che solleciti il governo ad abbandonare la sua posizione paludosa e a iniziare una seria trattativa con l’Unione europea, allo scopo di togliere le imprese balneari dall’applicazione della direttiva Bolkestein e di rimettere in piedi una legge sul rinnovo automatico delle concessioni demaniali». La cui paternità, lo ricordiamo, si deve proprio al senatore Baldini.

«Solo così – conclude l’avvocato – si potrà riconquistare la sicurezza necessaria a investire. Tutti gli addetti del settore balneare possono rappresentare una grande influenza politica, che determini la vittoria di uno o di un altro partito. Anche per questo, intendiamo coinvolgere tutte le attività che insistono sul demanio marittimo, come le concessioni portuali, per rappresentare sotto un’unica bandiera l’intero mondo balneare, che oggi si trova in una situazione di precarietà e difficoltà».

Gli incontri di Massimo Baldini con gli imprenditori balneari proseguiranno questo sabato a Pisa, alle ore 15 in via Chiassatello 67, Corte Sanac, presso la sede di Confcommercio, zona Saint Gobain. La prossima settimana Baldini sarà a Grosseto, in Liguria, in Campania, nelle Marche e in Sicilia.

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: