Attualità

Fratelli d’Italia contro norma su gare concessioni balneari

Il partito di Giorgia Meloni si oppone al provvedimento inserito a sorpresa nel decreto concorrenza

Anche Fratelli d’Italia si schiera contro la norma, inserita all’interno del decreto concorrenza, per riassegnare le concessioni balneari tramite evidenza pubblica. Il partito di Giorgia Meloni sarebbe dunque in linea con le dichiarazioni di alcuni esponenti di Lega, Forza Italia e Partito democratico che già hanno espresso la loro contrarietà alla presunta iniziativa a sorpresa della presidenza del consiglio. Così infatti si esprime in una nota l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza: «Sta destando molto allarme tra gli operatori del settore balneare la voce secondo cui il governo si starebbe apprestando a inserire nell’imminente “decreto concorrenza” una norma che porterebbe alle gare per le concessioni del demanio marittimo a uso turistico. Ci auguriamo vivamente che si tratti di una notizia infondata e che, nella sciagurata ipotesi che qualche consulente o tecnico ministeriale stia lavorando a questo colpo di mano, le forze di centrodestra che fanno parte della maggioranza abbiano la determinazione di opporsi fermamente».

Aggiunge Fidanza: «Fratelli d’Italia sarà al loro fianco per impedire un colpo mortale a un comparto fondamentale del nostro turismo, che ormai da troppi anni vive nell’incertezza normativa».

Sulla stessa onda un comunicato stampa diramato ieri dagli esponenti liguri di Fratelli d’Italia Costanza Bianchini, Augusto Sartori e Raffaello Bastiani: «In questi giorni si è diffusa la notizia dell’inserimento, all’interno del “decreto concorrenza” di prossima uscita, della messa a gara delle concessioni demaniali marittime. Il governo si era impegnato a cercare una soluzione per tutelare le migliaia di operatori dei tanti settori che lavorano sul demanio: non solo balneari, ma anche operatori della nautica, della ristorazione, dell’ospitalità alberghiera e tanti altri. Ormai le imprese, le categorie, i dipendenti, i fornitori si sono trasformati in eterni precari. In un momento in cui già è difficile la sopravvivenza, ultimamente anche a causa di regole e imposizioni molto discutibili, chiediamo come Fratelli d’Italia che il governo tuteli i propri imprenditori difendendoli, anziché contribuire a lasciarli soli nell’incertezza».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: