Basilicata Oasi Italia

Fid Basilicata: “Da Regione dispotismo vessatorio contro i balneari”

Ennesimo appello dell'associazione di categoria per applicare l'estensione delle concessioni al 2033

Dopo l’approvazione della circolare applicativa della Calabria che ha disciplinato l’estensione al 2033 delle concessioni balneari, la Federazione imprese demaniali della Basilicata chiede un provvedimento analogo anche per gli imprenditori balneari lucani. La Regione Basilicata, infatti, al momento si è limitata a disporre una proroga tecnica di un anno anziché ad applicare quanto previsto dalla legge nazionale 145/2018.

Questo l’ennesimo appello di Pasquale Faraco, presidente di Fid Basilicata aderente a Oasi-Confartigianato: «La Regione Basilicata ritiri in autotutela l’articolo 2 della legge regionale n. 41 del 22 dicembre 2020 e rilasci in breve tempo i titoli di differimento al 31 dicembre 2033 delle concessioni demaniali marittime, come disposto dalla legge nazionale 145/2018 già recepita dalla delibera regionale n. 155/2019. Senza arrecare ulteriori danni alle imprese balneari lucane, ma anche senza arrecare danni erariali per lo Stato e per la Regione».

L’appello di Fid Basilicata è stato inviato al governatore Vito Bardi e all’assessore regionale alle infrastrutture Donatella Merra.

Conclude Faraco: «Non è possibile che la Regione Basilicata vada avanti per la sua strada con indifferenza e silenzio, senza ascoltare ciò che dicono le leggi statali, le sentenze, i sindacati e gli operatori balneari lucani. Questo è dispotismo vessatorio».

© Riproduzione Riservata

Oasi Italia

Oasi Italia è una federazione nazionale che rappresenta le imprese demaniali marittime, con sedi in tutte le regioni costiere italiane.