Campania

Ercolano, 10 nuove concessioni per l’apertura di stabilimenti balneari

Il Comune ha approvato la delibera che prevede l'imminente apertura dei bandi

Il Comune di Ercolano ha approvato nei giorni scorsi una delibera con la quale si individuano dieci nuove possibili concessioni per la realizzazione di stabilimenti balneari. Lo rende noto il sindaco Ciro Buonajuto.

«Nelle prossime settimane gli uffici dovranno predisporre il bando di gara», spiega il primo cittadino della località campana. «Mi auguro che il tutto possa essere fatto in tempi celeri, così da avere nuovi stabilimenti balneari già per l’estate 2023. In pratica al fine di evitare di dare in concessione demaniale i pochi arenili liberi sul territorio di Ercolano, di per sé insufficienti per la cittadinanza, abbiamo ritenuto che le aree demaniali sulle quali procedere, in quanto accessibili dalla pubblica via, possano essere le scogliere sulle quali gli operatori economici possono presentare istanza per l’installazione di stabilimenti balneari su piattaforme smontabili».

«L’individuazione delle nuove aree demaniali dove realizzare stabilimenti balneari va ad aggiungersi ai lavori di riqualificazione già iniziati al molo borbonico di Villa Favorita e al progetto per la realizzazione del nuovo waterfront», prosegue Buonajouto. «Si tratta di progetti che hanno come finalità quello di cambiare nei prossimi anni il volto della nostra città e favorire sempre di più l’indotto turistico. In questi anni abbiamo lavorato tanto per rendere nuovamente balneabile il tratto di costa. In tanti la scorsa estate hanno potuto constatare effettivamente il miglioramento delle qualità delle acque, ora dobbiamo lavorare per rendere sempre fruibile a quante più persone il nostro mare».

Le aree individuate sono le seguenti:

  • due concessioni nel tratto di costa che va dal sottopasso ferroviario di Via Achille Consiglio al sottopasso ferroviario di Via Macello, di lunghezza complessiva di 220 metri;
  • due concessioni nel tratto di costa che va dal sottopasso ferroviario di Via Macello al sottopasso ferroviario in corrispondenza della foce dell’Alveo principale di bonifica, di lunghezza complessiva di 360 metri;
  • due concessioni nel tratto di costa che va dal sottopasso ferroviario in corrispondenza della foce dell’Alveo Principale di Bonifica al sottopasso ferroviario in corrispondenza del Belvedere in prosieguo di Via Niglio, di lunghezza complessiva di 210 metri;
  • una concessione nel tratto di costa che va dal Belvedere in prosieguo di Via Niglio alla spiaggia libera in località “Favorita”, di lunghezza di 120 metri;
  • due concessioni nel tratto di costa che va dal sottopasso ferroviario di Via Marittima (in corrispondenza del civico 40) fino alla prossimità della foce dell’Alveo “Fiorillo”, di lunghezza complessiva di 190 metri.

«Riteniamo molto importante questa decisione – conclude il sindaco Buonajuto – perché dimostra che le nuove concessioni possono essere individuate non solo nei tratti di spiaggia liberi, ma anche su scogliere mediante la realizzazione di piattaforme, aumentando ancora di più la disponibilità di risorse disponibili».

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: