Sib-Confcommercio

Decreto rilancio, Sib: “Urgente confermare estensione concessioni balneari”

L'associazione ha inviato una lettera ai componenti della V commissione che sta esaminando gli emendamenti

Il Sindacato italiano balneari – Fipe Confcommercio ha inviato a tutti i componenti della V commissione della Camera dei deputati, che sta esaminando il decreto legge “Rilancio”, una lettera per chiedere il loro interessamento in favore della categoria degli imprenditori balneari attraverso l’approvazione degli emendamenti che riguardano problematiche della balneazione attrezzata italiana: dall’applicazione della nuova durata dei titoli concessori ai pertinenziali; dalla riduzione dell’aliquota Iva alla più equa applicazione della Tari; dall’eliminazione o riduzione del canone demaniale all’articolo 49 del Codice della navigazione.

Nella lettera si sottolinea anche «l’urgente necessità di rimuovere gli ostacoli che impediscono l’applicazione della legge 145/2018 che ha disposto la nuova diversa durata dei titoli concessori, così come non è più rinviabile risolvere la drammatica situazione dei pertinenziali, cioè di alcune centinaia di famiglie di balneari i cui canoni sono ingiustamente alti e insostenibili che rischiano di perdere non solo le loro aziende e il loro lavoro ma anche i loro beni».

Scarica la lettera inviata dal Sib ai componenti della V commissione »

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *