Fiba-Confesercenti Sib-Confcommercio

Concessioni spiagge, Sib-Fiba a Fedriga: “Atti dei Comuni illegittimi”

Le due associazioni scrivono al presidente della Conferenza delle Regioni

«Senza una legge nazionale sulla riassegnazione delle concessioni balneari, l’attività dei Comuni sarà solo fonte di contenzioso». Lo affermano le associazioni Sib-Confcommercio e Fiba-Confesercenti, che hanno scritto ieri al presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga per segnalare che la competenza a disciplinare le concessioni demaniali marittime è dello Stato, cone chiarito dalla Corte costituzionale da ultimo con la sentenza n. 139 del 6 luglio scorso proprio in riferimento a una legge regionale del Friuli Venezia Giulia. «Per cui sarebbe illegittimo e foriero di contenziosi qualsiasi atto dei Comuni sia di avvio alle gare su aree oggetto di concessione, sia di apposizione di una scadenza diversa da quella prescritta dalla legge.

giochi festopolis

La lettera sottolinea inoltre che la sentenza dell’adunanza plenaria del Consiglio di Stato sull’annullamento della proroga delle concessioni balneari al 2033, «oltre a essere vincolante solo per le parti e non erga omnes, è ancora sub indice per essere stata impugnata davanti alle Corti superiori». Le associazioni chiedono quindi a Fedriga di invitare le Regioni a informare gli enti locali in merito, evidenziando anche la responsabilità civile per danni e contabile per le spese di giudizio.

Analoga lettera è stata inviata lo scorso 10 febbraio al sindaco di Bari Antonio De Caro, presidente nazionale dell’Associazione nazionale dei comuni italiani.

Scarica i testi delle lettere

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Veramente ridicola pretesa…i funzionari indecisi andranno a bando dopo queste minacce di danni inesistenti…forza che si prende velocità!..a castiglione della pescaia per non assumersi la responsabilità di decidere su un prossimo bando hanno destinato un incarico ad esterno, alla Ponzio Pilato, ma comunque lo faranno.

    • mi rivolgo a tutte le associazioni di categoria comprese taxi e ambulanti : ancora che perdiamo tempo con questi personaggi e partiti tipo la lega, berlusconi ,draghi ,i 5 s, gentiloni, e il pd? queste persone ci stanno uccidendo portandoci via la vita , lo capite o no? questo articolo è fatto apposta per giustificare le porcate che sono in atto contro di noi, e la bolkestain non centra assolutamente ( è stata usata solo per toglierci le aziende e dal cds che basandosi su dati falasati di legambiente a sentenziare la nostra morte quando in realta i dati reali sono tutt altra cosa come appunto è stato dimostrato qualche giorno fa in un articolo pubblicato qui su mondo balneare …..dati ufficiale forniti dal ministero).; infatti nella bozza di legge porcata del governo” dei migliori” di cui fanno parte gli stessi che avrebbero dovuto difenderci( dopo averci preso per il culo con proclami per avere i nostri voti ed ora paventano alleanze con il pd ) nessuna delle loro proposte va nella diretta applicazione della bolkestain . la prova comprovata è che non viene divulgata la mappatura delle nostre coste ( dal 20 maggio 2020 che è a disposizione del governo come giustamente affermato da scaiola)dove verrebbe evidenziata che la scarsita della risorsa non esiste e che le pa o i giudici in base alla sentenza promoimpresa della cdge dovrebbero valutare caso per caso se sussiste sui territori oggetto di rilascio autorizzazioni , la scarsita o meno della risorsa…….vi sembra che la bozza di legge vada in quella direzione? lega berlusca 5s pd e su tutti draghi con l ausilio dei suoi consiglieri giavazzi e d alberti siete dei vigliacchi affamatori di popoli, e come diceva bene cossiga dei liquidatori di stato……criminali….guardate se nell articolo la gospodinova ( ma sai cos è uno stabilimento balneare, guardi che non è un parco giochi)si riferisce mai che saranno azzerate 150000 imprese e che 3 milioni di persone perderanno il lavoro di una vita? col cazzo che l ho dice anzi secondo lei è molto meglio togliere tutto e darlo ai suoi speculatori europei e mafie …….alla luce di tutto questo e sfido chiunque a dimostrare il contrario bisogna andare tutti a roma a difendere le nostre aziende senza perdere tempo con una manifestazione ad oltranza …..difendiamoci siamo milioni …bolkestain e risorsa scarsa un cazzo……..mettete su google e inserite le parole….mappatura concessioni regione lazio……vedrete che bella sorpresa uscirà fuori…476 pagine …grazie signor zingaretti per essere stato l unica regione che ha pubblicato la mappatura ……..governo di delinquenti altro che dei migliori…..capite perchè dobbiamo manifestare? draghi vattene via stai rovinando come negli anni 90 l italia … il parlamento è li per decidere non per scaldare sedie …la tua è dittatura e contro i dittatori non si ragiona ma si agisce…..laga e berlusconi fate bene ad allearvi alle prossime elezioni con il pd perche qui nessuno vi dara più un voto…pubblicherò questo articolo fino a che non avrò risposte

      • La vera mafia sono proprio gli attuali gestori delle concessioni balneari: fruitori abusivi del bene pubblico e contrari alla concorrenza, quindi antiliberali.

  2. Nikolaus Suck says:

    Sono queste lettere in fuorviante e tendenzioso “legalese” e le minacce di contenziosi e spese/costi ad essere “inopportune, anzi dannose”, non gli atti amministrativi dei Comuni pretestuosamente definiti tali (e non, guarda caso, “illegittimi”), Sia chi scrive che chi riceve sa benissimo che indire le gare rientra nelle funzioni amministrative, che sono attribuite e spettano ai Comuni per legge e per il principio di sussidiarietà previsto in Costituzione, e non costituiscono “disciplina della materia”. Personalmente la trovo un’iniziativa abbastanza patetica, anche perché appunto gli interlocutori non sono nati ieri. Ma la “base” sarà contenta e soddisfatta.

  3. In assenza di riforma i funzionari comunali hanno due possibilita’ :

    Indire le gare secondo i criteri che ad oggi le Amministrazioni attuano( quindi nessuna forma di tutela per i concessionari uscenti)

    Non indire nessuna gara

    Il consiglio di stato ha imposto ai funzionari di non prorogare, e laddove cio’ accaxe la proroga comunale o governativa , sara’ considerata come non apposta.

    Effettivamente hanno ragione le associazioni a minacciare i funzionari di responsabilita’ contabile, ma al contrario ovvero la responsabilità contabile e anche penale ci sara per coloro che procedono seguendo le indicazioni di questi balordi.

    E finitela di minacciare i funzionari comunali, a Sabaudia il rappresentante del Sib applicava le medesime pressioni nei confronti dei funzionari

  4. Minacce pressioni ed intimidazioni sono le stesse avvenute a Sabaudia:

    “..Secondo il Giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota, che ha firmato l’ordinanza con cui sono state sottoposte ai domiciliari 12 persone e al divieto di dimora altre quattro, il Sindaco di Sabaudia Giada Gervasi, pur conoscendo l’ingente evasione dei Canoni demaniali marittimi – senza contare ben sei abusi edilizi dello stabilimento del co-indagato Mario Ganci, Presidente del sindacato Italiano Balneari Lazio Sud (Sib) e titolare de “La Caravella” sul lungomare di Sabaudia – avrebbe comunque indotto il Capo Settore Finanza del Comune Antonio Vitelli a revocare il procedimento di decadenza delle concessioni demaniali…”

  5. La persona più triste del Sabaudia e il Capo settore finanza che per accontentare il politico rischia la galera e il posto…secondo voi i funzionari e tecnici con la sentenza del consiglio di stato rischiano la galera per il bagno conchiglia o sun beach?..avete giusto qualche punto di briscola seguendo le indicazioni di Mistral ma certamente li sprecherete pensando di fare e meritare i carichi.

  6. Non posso non condividere il commento di Ernesto (16:31) e soprattuto l’intervento alla Camera della Meloni del 17 u.s., invito coloro che se lo sono perso, di andarlo a vedere. Mi permetto aggiungere che qualsiasi decisione prenderà questo governo, senza l’avvallo della maggioranza dei concessionari, questa “CURIOSA” storia, non potrà MAI finire, non solo per le ovvie ragioni, ma anche perché, una “vicenda” così fosca è ingiusta
    , NON HA EGUALI NEL MONDO.

  7. Nikolaus Suck says:

    Una norma nazionale che attua la direttiva 2106/123 e disciplina le gare c’è già, per cui non ha senso parlare di efficacia diretta o meno della direttiva e a rigor di termini non serve nessuna riforma. Infatti non la direttiva, bensì anche nel nostro ordinamento l’articolo 16 del d.lgs. 26 marzo 2010, n. 59, prevede che:
    «1. Nelle ipotesi in cui il numero di titoli autorizzatori disponibili per una determinata attività di servizi sia limitato per ragioni correlate alla scarsità delle risorse naturali o delle capacità tecniche disponibili, le autorità competenti applicano una procedura di selezione tra i candidati potenziali ed assicurano la predeterminazione e la pubblicazione, nelle forme previste dai propri ordinamenti, dei criteri e delle modalità atti ad assicurarne l’imparzialità, cui le stesse devono attenersi.
    2. Nel fissare le regole della procedura di selezione le autorità competenti possono tenere conto di considerazioni di salute pubblica, di obiettivi di politica sociale, della salute e della sicurezza dei lavoratori dipendenti ed autonomi, della protezione dell’ambiente, della salvaguardia del patrimonio culturale e di altri motivi imperativi d’interesse generale conformi al diritto dell’Unione.
    3. L’effettiva osservanza dei criteri e delle modalità di cui al comma 1 deve risultare dai singoli provvedimenti relativi al rilascio del titolo autorizzatorio.
    4. Nei casi di cui al comma 1 il titolo è rilasciato per una durata limitata e non può essere rinnovato automaticamente, né possono essere accordati vantaggi al prestatore uscente o ad altre persone, ancorché giustificati da particolari legami con il primo.»
    Questa norma, una norma nazionale, esiste, è vigente, è conforme al diritto UE, è applicabile, e si può e deve applicare, ora e oggi. Dice cosa possono e devono fare le amministrazioni. Anche da subito e in vista del 2024. Qualsiasi altra cosa, è e sarà in più. Altrimenti, questo è.

    • Per definire le cdm turistico-ricreative nella sentenza del consiglio di stato in adunanza plenaria. Qulcuno in dettaglio mi sa dire dove sono indicate. Grazie

    • sic infatti proprio per questo le mappature delle regioni in possesso del governo restano dove sono e non sono divulgate.. chissa perche….quello che tu dici lo sappiamo gia da un anno ed e venuto fuori in convegno a teramo e a bari…quindi non stai dicendo nulla di nuovo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.