Campania

Cilento, salvadanai nei lidi balneari per raccogliere donazioni agli ospedali

L'Associazione Balneari Camerota lancia l'iniziativa in vista dell'estate, con la speranza che le spiagge potranno presto aprire e aiutare a fronteggiare l'emergenza coronavirus

Parte in Cilento la prima “Maratona della solidarietà” per raccogliere donazioni da destinare agli ospedali di Sapri e Vallo della Lucania. A lanciarla è l’Associazione Balneare Marina di Camerota, storica realtà della costa del Parco nazionale del Cilento che ha dato i natali in Italia al concetto di sostenibilità balneare territoriale e che negli anni ha favorito numerose progettualità a favore di iniziative culturali e ambientali in collaborazione con enti locali, Parco nazionale del Cilento, Wwf e Legambiente.

«L’idea è quella di fornire alle imprese balneari aderenti alla rete “I lidi del parco” che ne faranno richiesta, su tutta la costa del parco e del golfo di Policastro, dei salvadanai in comodato d’uso per le offerte derivanti dall’utenza balneare», spiega una nota dell’Associazione Balneare Camerota. «Questa maratona della solidarietà che avrà luogo per tutto il prossimo periodo estivo, sperando possa essere comunque lungo e corposo, costituirà il fondo più consistente per donare alle strutture ospedaliere cilentane attrezzature medicali per la terapia intensiva».

Dichiara il presidente dell’associazione Raffaele Esposito: «Il nostro scopo, oltre che fronteggiare nell’immediato l’emergenza assicurando piccole somme alle onlus di protezione civile e alle campagne di solidarietà locali a valere sulle famiglie bisognose, sarà quello di raggiungere cifre importanti per tutta la durata della stagione estiva, che speriamo tutti possa partire quanto prima, per contribuire a donare ai nostri ospedali di Vallo della Lucania e di Sapri le risorse aggiuntive necessarie a fronteggiare l’emergenza coronavirus. Abbiamo visto e stiamo vedendo in queste ore terribili che anche una sola postazione medicale in più nei reparti di terapia intensiva può scongiurare la morte assurda di tante persone. Da questa terribile esperienza devono uscire fuori una nuova coscienza civica e una nuova solidarietà verso noi stessi e gli altri, e siamo certi che i balneari del Cilento faranno come sempre la loro parte».

giochi festopolis

«I veri protagonisti saranno comunque i nostri ospiti – prosegue Esposito – ai quali stiamo pensando di dedicare anche una particolare agevolazione giornaliera per i periodi di soggiorno. Tutto dipenderà dalla fine del periodo di emergenza sanitario e da azioni concertare e condivise di operazioni di marketing e promozione, ma siamo fiduciosi. Ci affideremo alla sensibilità e alla solidarietà della nostra utenza, che con piccole cifre favorirà la “Maratona della solidarietà” che vede già impegnato il nostro sindacato di riferimento Fiba-Confesercenti Salerno, l’Associazione Balneari di Palinuro, il Golfo di Policastro e tantissime altre realtà locali, con il supporto e il patrocinio morale del Parco nazionale del Cilento e delle associazioni nazionali di tutela Wwf e Legambiente. Non faremo mancare il nostro contributo al territorio così come fatto per gli aspetti della sostenibilità, dell’accessibilità e della salute pubblica, che ci ha visto protagonisti lo scorso anno per il progetto della “Costa del parco cardioprotetta“, progettualità che riprenderemo e consolideremo in futuro, ma adesso è il momento di dedicare risorse ed energie a qualcosa di molto più pericoloso per la nostra terra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.