Fiba-Confesercenti Sicurezza

Le spiagge del Cilento sono cardioprotette

Gli stabilimenti balneari della costa si sono dotati di appositi defibrillatori per l'utilizzo in spiaggia.

Defibrillatori sulle spiagge del Cilento per cardioproteggere i turisti. Un partenariato e un sodalizio istituzionale recentemente rafforzati da appositi protocolli d’intesa tra la Confesercenti provinciale di Salerno e l’Ente Parco Nazionale del Cilento Diano e Alburni vede ancora protagonista il territorio campano per la predisposizione, su diverse spiagge, dei punti di accesso al defibrillatore con le cosiddette postazioni DAE, grazie alla sensibilità degli imprenditori balneari e turistici aderenti alla Fiba Confesercenti che hanno sposato l’idea di un progetto volto alla sicurezza dei turisti, a partire dal territorio “pilota” tra le aree a maggiore affluenza turistica, ovvero il tratto di costa compreso tra Marina di Camerota e Palinuro.

«È una avventura entusiasmante – dichiara il presidente provinciale della Confesercenti Salerno Raffaele Esposito, storico presidente C.A.B. e membro di giunta nazionale Fiba – perché tra le due aree marine protette della costa del parco ci sono finalmente le prime spiagge cardioprotette come Cala del Cefalo – Pineta, Spiaggia del Troncone, Spiaggia della Marina delle Barche e Spiaggia Calanca a Marina di Camerota, mentre a Palinuro in collaborazione con l’A.B.P. abbiamo la Spiaggia delle Saline e la Spiaggia del Porto. Addirittura una postazione, quella installata sulla spiaggia del Troncone, è anche dotata di piastre a uso pediatrico».

«La nostra – prosegue Esposito – è l’ennesima iniziativa che ci vede già protagonisti sul versante della sostenibilità balneare e oggi attenti agli aspetti legati alla salute pubblica e alla prevenzione per una maggiore sicurezza di ospiti e lavoratori che possono contare su maggiori postazioni DAE a disposizione dell’utenza medica e di quella debitamente formata per le emergenze».

«Abbiamo notato che l’esempio virtuoso è già stato seguito da singoli imprenditori e per questo siamo ulteriormente contenti, perché seguire le buone pratiche non è mai una cosa sbagliata, anzi per noi è motivo di orgoglio. Attraverso la disponibilità del defibrillatore spiaggia Samaritan Pad 350, l’unico con grado di protezione più alto IP56 e quindi resistente alla salsedine, alta pressione e agenti atmosferici, siamo riusciti a concretizzare un gruppo di acquisto a prezzo contenuto per la realizzazione di questo primo step, per la realizzazione assieme all’ente parco della costa cardioprotetta».

«È nostra intenzione – conclude il presidente – proseguire su questa linea, puntando alla formazione e all’aggiornamento ma dedicando anche un occhio particolare agli aspetti legati all’accessibilità. Sono i progetti a carattere territoriale, dove rientrano spesso associazioni riconosciute in ambito nazionale, che riqualificano l’offerta turistica in genere. Lavoriamo costantemente alla realizzazione di una rete di operatori di qualità attenta alle esigenze dei nostri ospiti per una migliore percezione delle loro vacanze, poiché le buone pratiche sono culturalmente apprezzate e stimoliamo la vicinanza e il partenariato di enti locali, senza chiedere soldi pubblici ma autofinanziando le nostre iniziative, per il benessere di cittadini, imprese, ospiti e territori. Ringrazio il presidente Tommaso Pellegrino e lo staff direttivo dell’ente Parco del Cilento per la sensibilità dimostrata verso l’iniziativa: quando imprese, associazioni ed enti locali trovano la giusta armonia, il risultato non può che soddisfare i territori di appartenenza».

Aggiunge il presidente del Parco Tommaso Pellegrino: «Attraverso questo progetto si punta alla promozione di uno sviluppo sostenibile lungo le coste dei comuni rientranti nel parco e a organizzare attività finalizzate a garantire più servizi all’utenza balneare. Saremo la prima area protetta in Italia con le aree marine cardioprotette,  grazie alla dotazione di defibrillatori ai lidi aderenti al progetto “Lidi ecocompatibili” e “Lidi Eco-Sostenibili”, con la conseguente predisposizione di corsi di formazione per gli operatori per diversi lidi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni».

Tutte le imprese balneari e turistiche della costa del parco che vorranno seguire questo progetto non dovranno fare altro che contattare la mail info@confesercentisalerno.it

© Riproduzione Riservata

Fiba Confesercenti

Fiba (Federazione italiana imprese balneari) è la federazione sindacale di categoria degli stabilimenti balneari, in seno a Confesercenti.
Seguilo sui social: