Attualità Sib-Confcommercio Sindacati e associazioni

Canoni pertinenziali, il Sib sollecita l’Agenzia del demanio

Diversi concessionari sono ancora impossibilitati a perfezionare la definizione del contenzioso in seguito alla legge di stabilita'.

Il presidente del Sindacato italiano balneari – Confcommercio, Riccardo Borgo (nella foto), ha inviato una lettera al direttore dell’Agenzia del demanio, Stefano Scalera, per chiedere solleciti sull’applicazione della legge di stabilità ai canoni pertinenziali. La riportiamo qui di seguito.

Oggetto: definizione procedimento giudiziario ex articolo 1, commi 732 e 733, della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

L’articolo 1, comma 732 e 733, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 prevede la definizione agevolata dei procedimenti giudiziari pendenti al 30 settembre 2013 e aventi ad oggetto canoni eo indennizzi concernenti “l’utilizzo dei beni demaniali marittimi e delle relative pertinenze”.

Ci risulta che diversi nostri associati, in possesso delle condizioni previste dalla detta normativa, si trovano nella impossibilità di perfezionare la definizione del contenzioso, per l’assenza di riscontro, a tutt’oggi, da parte delle Direzioni regionali della Vs. Agenzia alle loro domande ritualmente presentate entro il termine di scadenza del 28 febbraio scorso.

Sarebbero, infatti, sorte incertezze interpretative ed applicative della normativa medesima, in particolare e fra le altre, in ordine:

a) all’entità del “dovuto” se relativo all’importo originario delle richieste di pagamento o calcolato sul residuo con detrazione delle somme versate anteriormente o in pendenza di giudizio;

b) alla comprensione o meno anche delle rate annuali di canone oggetto di contestazione ancorché non rientranti specificamente nella domanda giudiziaria in quanto successive alla medesima;

c) alla stessa precisa individuazione della “pendenza” del procedimento giudiziario nel caso del mancato spirare del termine per la revocazione e il ricorso in Cassazione avverso sentenze del Consiglio di Stato ex artt. 91 e segg. del Codice di rito.

Poiché in diversi casi, sia gli Enti gestori (Comuni, Autorità portuali) che le Direzioni regionali della Vs. Agenzia interpellate dai nostri associati interessati, giustificano i ritardi nel riscontro alle loro domande perché in attesa di chiarimenti da parte di codesta Direzione Generale, siamo con la presente a chiederLe un sollecito intervento chiarificatore stante anche i tempi eccessivamente ristretti (sessanta giorni dalla domanda) per l’effettuazione dei relativi prescritti pagamenti.

In attesa di un Suo gentile riscontro, porgiamo i nostri migliori saluti.

Riccardo Borgo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.