Attualità Norme e sentenze

Canoni demaniali marittimi, nuove cifre per il 2014

I canoni delle imprese balneari sono stati ridotti del -0,5 per cento rispetto alla scorsa stagione.

di Alex Giuzio

Con la circolare n. 62 del 16 dicembre 2013, il Ministero delle infrastrutture ha diminuito i canoni demaniali marittimi dello 0,5% per l’anno 2014, definendo una nuova misura minima di 359,27 euro a decorrere dal 1° gennaio di quest’anno (la misura minima precedente era di 361,08 euro).

La riduzione è stata calcolata applicando gli ultimi dati dell’Istat, basati a loro volta sulle indicazioni dell’Agenzia del demanio. Gli importi risultanti, specifica la circolare del ministero, «vanno applicati per la determinazione dei canoni per le concessioni a uso turistico-ricreativo e nautica da diporto con decorrenza dal 1° gennaio 2007».

pouf Pomodone

Il decreto attuativo, al momento al vaglio della Corte dei conti, non è stato ancora emanato. Ma, nel frattempo, si riportano per conoscenza la circolare ministeriale e le tabelle applicative dei canoni in base alla tipologia concessoria.

Canoni relativi a concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative e per le strutture destinate alla nautica da diporto

Importi per m²/anno, variazione dell’anno 2014 rispetto al 2013

Tipologia concessoria Categoria A  Categoria B  Variazione
Area scoperta 2,60445 euro 1,30222 euro -0,5%
Aree e specchi acquei occupati con impianti di facile rimozione 4,34074 euro 2,17038 euro -0,5%
Aree e specchi acquei occupati con impianti di difficile rimozione e pertinenze demaniali marittime 5,78299 euro 3,71064 euro -0,5%

Allegati

.

.

.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.