Attualità

Canoni demaniali marittimi 2021, versamento entro il 15 settembre

Chi non salda l'imposta è passibile di reato di occupazione abusiva di suolo pubblico

«Il canone della propria concessione balneare, facente riferimento al presente anno, va versato entro e non oltre il 15 settembre 2021 così come disposto dall’articolo 12 bis della legge 80/2014, di conversione del decreto 66/2014». Lo ricorda Pietro Gentili, segretario dei sindacati nazionali Fenailp, la Federazione nazionale autonoma imprenditori e liberi professionisti

«Il canone è un onere che assicura la figura giuridica del concessionario – sottolinea Gentili – evitando in questo modo che si possa configurare nei suoi confronti il reato inerente l’abusiva occupazione degli spazi demaniali utilizzati per l’offerta dei servizi di spiaggia. Un passaggio di primaria importanza gestito dai Comuni costieri che chiederanno ai concessionari anche il deposito cauzionale disposto dall’articolo 17 del Regolamento al Codice della navigazione a copertura di tutti gli obblighi scaturenti dal titolo concessorio».

Mario Arciuolo, segretario generale della Fenailp, ricorda inoltre ai propri associati e a tutti i concessionari demaniali che è possibile evitare il versamento in contanti del deposito cauzionale utilizzando la polizza fidejussoria stipulata dalla federazione per il biennio 2021/2022 con la società Mia (Assistenza mutua integrativa, società di mutuo soccorso). «La polizza viene offerta con un costo assolutamente competitivo sul mercato – afferma Arciuolo – e per attivarla è sufficiente riempire la modulistica inviata ai concessionari interessati per e-mail, con il contestuale versamento di 130 euro per importi di canone fino a 5.000 euro; di 150 euro per importi di canone fino a 10.000 euro e di 150 euro più l’1% della differenza per canoni superiori ai 10.000 euro (per esempio, su un canone pari a 20.000 euro, la somma da versare è 250 euro)».

Conclude Gentili: «La parte più conveniente dell’iniziativa è quella per cui le somme indicate sono comprensive della quota di adesione alla Fenailp e, quindi, nulla verrà aggiunto a questi importi per ricevere, dopo appena due giorni lavorativi dal versamento, la polizza fidejussoria in esame. Sono certo che gli imprenditori balneari e i concessionari demaniali non si faranno sfuggire questa opportunità, che comporta un congruo risparmio rispetto alle analoghe iniziative offerte sul mercato». Per attivare immediatamente la pratica è sufficiente telefonare al 335.8197826.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *