Sib-Confcommercio

Balneari, Sangalli scrive a Draghi: “Riforma tuteli attuali concessionari”

Il presidente di Confcommercio ha inviato una lettera al primo ministro

«Raccogliendo una nostra sollecitazione, il presidente nazionale di Confcommercio Carlo Sangalli ha inviato al presidente del consiglio dei ministri Mario Draghi una lettera per la doverosa e opportuna valorizzazione del tavolo tecnico attivato dal ministro Massimo Garavaglia affinché si giunga a una corretta applicazione della normativa europea che non penalizzi le aziende balneari attualmente operanti». Lo rende noto Antonio Capacchione, presidente del Sindacato italiano balneari aderente a Fipe-Confcommercio.

«È un ulteriore autorevole intervento, formale e ufficiale, della Confcommercio, la più grande e rappresentativa associazione delle piccole e medie imprese italiane, a fianco delle 30.000 aziende balneari in lotta per la salvaguardia del loro lavoro e delle loro aziende», sottolinea Capacchione. «Un intervento utile e importante anche per impedire interventi normativi del governo non condivisi né concordati con la categoria che trova nel tavolo tecnico lo strumento di trasparente confronto».

«Continuiamo con determinazione e senza tregua nella nostra iniziativa per evitare la liquidazione della balneazione attrezzata italiana, che costituisce un patrimonio non solo economico ma anche culturale e persino identitario del paese», conclude il presidente del Sib.

Nella lettera, Sangalli esprime «l’obiettivo di un intervento normativo che, tenendo conto delle esigenze della concorrenza e nel pieno rispetto della normativa italiana ed europea, consenta di mettere in sicurezza la nostra balneazione attrezzata, salvaguardando le posizioni giuridiche dei concessionari attualmente operanti».

Per approfondire

© Riproduzione Riservata

Sib Confcommercio

Il Sindacato italiano balneari si è formalmente costituito il 14 dicembre 1960 e, attraverso la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), aderisce alla Confcommercio - Confturismo.
Seguilo sui social: