Attualità

Balneari, Croatti (M5S): “No a passi indietro su ddl concorrenza”

Il senatore pentastellato sollecita le immediate gare delle concessioni

Il Movimento 5 Stelle continua a sollecitare le immediate riassegnazioni delle concessioni balneari tramite gare pubbliche. È quanto emerge dalle parole del senatore riminese Marco Croatti, che nei giorni scorsi è tornato sul tema ribadendo la storica posizione del suo partito: «Nel raggiungimento degli obiettivi legati al Pnrr, quel piano mai votato dal partito della premier Meloni, il governo è chiamato a una corsa contro il tempo, visto che ce ne sono venticinque da portare a casa entro l’anno. Però vogliamo essere chiari: nei decreti attuativi che andranno messi a punto nei prossimi giorni, sul ddl concorrenza non accettiamo alcun indietreggiamento sul fronte delle concessioni demaniali».

«Quest’estate è stata tracciata una rotta chiara: entro il 31 dicembre 2024 andranno fatte le gare, per mettere fine a un regime ingiusto di proroghe e di storture diffuse sulla gestione degli stabilimenti balneari. I cui concessionari, lo ricordiamo, pagano in molti casi canoni irrisori allo Stato», ha attaccato Croatti.

«L’intesa raggiunta con la precedente maggioranza va nella direzione per cui il Movimento 5 Stelle si è battuto. Tutele per le migliaia di imprese virtuose e clausole sociali per i lavoratori: nella formulazione delle nuove norme abbiamo cercato e trovato un punto di caduta per coniugare l’interesse dello Stato, quello delle imprese e infine quello degli utenti che pagano per il servizio», ha concluso il senatore. «Quindi stop a concessioni che passano di mano solo per eredità. L’Ue su questo è stata chiara: il governo lavori subito all’impianto procedurale delle gare. Altri temporeggiamenti per noi sono irricevibili»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social:
  1. Giuseppe Pintauro says:

    Questo è un altro ke vuole mettere a gara il lavoro degli altri,perché nn metti le tue macchine blu i tuoi 30000 euro al mese ke paghiamo noi con le tasse. Come spero ke la meloni ci dia pure un contentino di farci lavorare altri 3 anni così questi Carlo suck e luci rosicheranno io nn penso ke la meloni si rimangi la parola si sempre combattuta per noi quando nn era al potere figuriamoci ora ke la presidente del consiglio.

    • Nikolaus Suck says:

      Hai aspirazioni molto modeste se ti basta quello che tu stesso definisci “un contentino”, e solo per fare “rosicare” noi. E secondo te io “rosicherei” per così poco? A me basta che le gare si facciano, che individuino il soggetto più idoneo alla gestione anche nell’interesse generale, che chi vince poi debba adempiere agli impegni presi in gara altrimenti perde la concessione, e che le risorse siano valorizzate per quel che valgono. Se per questo tocca aspettare “altri tre anni” che sono un’inezia, sai quanto me ne importa…contento tu!

      • Caro Suck, una domanda: in base alla tua esperienza professionale ventennale ti risulta sia frequente (cioè accada quasi sempre salvo rare eccezioni) che un concessionario (o vincitore di bando, appalto, gara ecc in qualsiasi settore) inadempiente perda appalto/concessione, come a un profano del diritto parrebbe normale?

    • Scusa, altri tre anni ?Ma noo dai …perche accontentarsi?
      Arrivati alla scadenza di questi tre anni si potrebbe rocominciare d accapo, immagino gia ‘ tutti a tirar uori i soliti argomenti…
      E’ l intramontabile gioco dell oca , e poi della giustizia chi se ne importa e’ la politica che fa le leggi.. e giu applausi..

      • à carletto d.c.
        vatti a leggere la legge 88 del 16.03.2001 art.10 e vedi di leggerla bene.NON si cambiano le regole a gioco iniziato. cosa credevi (solo quelli come voi) che si sarebbe costruito su suoli demaniali senza avere garanzie per i denari spesi..?? se dovesse accadere lo STATO si troverebbe 60/70 imprese con i ricorsi alla giustizia sui tavoli..!! ecco perchè NON sarete mai imprenditori:NON avete la zucca giusta ed adeguata per esserlo e porlo in essere . sarete sempre dei piccoli votanti rossicci invidiosi pronti ad approfittare del lavoro altrui. MA VI ANDRA’ MALE…..

        • Buongiorno lello a voi è chiesto proprio quello che tu stesso chiedi e cioè rispettare il contratto che prevedeva manufatti amovibili per la durata della concessione che era scaduta nel 2015, poi nel 2020 e ora nel 2023..fai quello che hai sottoscritto..smonta e fai il bando.

        • Nikolaus Suck says:

          Ancora con la 88/2001? Ve lo abbiamo chiarito un numero imprecisato di volte, quella legge, che è esistita solo per i 9 anni tra il 2001 e il 2010 e né prima né dopo, ed era essa stessa un “cambiamento delle regole del gioco” rispetto a prima, prevedeva una semplificazione procedimentale ma non prometteva e tanto meno “garantiva” niente. “Ricorsi alla giustizia” del genere sarebbero basati sul nulla e destinati a serenamente naufragare. E anche ignorare o travisare il significato e la portata delle leggi non è un gran modo di “essere imprenditori”.

          • Ma cosa hai “chiarito”, non hai chiarito proprio nulla, semmai, quella legge era chiarissima, averla abrogata in corso d’opera, è un GRAVISSIMO INGANNO, senza se e senza ma. La giustificazione che dai:“rimasta in vigore soli 9 anni” è abominevole, specialmente se si considera che la suddetta legge, andava a rinforzare la “garanzia” del diritto di prelazione, che già dava l’art 37 del cdn originale sin dal 1942.

  2. croatto ma chi sei? parli e minacci come fossi ancora al governo. se hai i numeri fai opposizione…ha dimenticavo …non hai i numeri .,.non hai ancora capito che siete spariti …. parlaci invece degli accordi con la cina per venderci coste e porti……altro che interessi dello stato….pagliaccio senza onore

  3. Cosa c’entrano i canoni con le gare? I canoni li determina lo Stato e potrebbe aumentarli da subito se li ritenesse irrisori. Mettere insieme canoni e gare denota che chi parla non ha capito di cosa sta parlando. Siamo nella disinformazione totale.

  4. Claudio piras says:

    Non ho capito bene quando comandavano loro facevano tutto quello che volevano sopratutto molti danni ora che sono all’opposizione pretendono di dare sempre ordini a loro piacimento giusto o sbagliato che sia. X favore andatevene a casa che avete fatto abbastanza danni grazie

  5. Ventotene perla del Tirreno lasa says:

    Dimettiti che non meriti Quel posto al Senato sei buono a difendere solo chi lavoro in nero con il reddito di cittadinanza vergogna

  6. Ma ancora parla con i numeri che ha ????
    Questa gente ha rovinato l’Italia e vogliono continuare a fare danni….
    Povera Italia !!!!

    • Lorenzo Pinto says:

      Per la precisione, attualmente i 5 stelle sono il secondo partito in Italia dopo la Meloni, a circa il 20%, avendo superato in tutti i sondaggi anche quello che resta del PD.
      Ed essendo all’opposizione, ad ogni cazzata della Meloni, guadagneranno voti.
      È così che funziona la politica: tutti bravi a protestare, poi quando la ruota gira e si tratta di governare, sono cazzi.

  7. Teo Romagnoli says:

    Sto vellinbusto dovrebbe spiegare anche il fascicolo di 29 pagine inviato all’ Europa in gennaio 2022 dal governo giallo rosso che spiegava che il concessioni demaniali non dovevano andare a bando. Per poi cambiare idea con l’ arrivo di draghi di 💩

    • Ma come si faa dire che è una semplice locazione…… voi prendete la concessione dallo Stato per effettuarvi attività turistiche ricreative attraverso le vostre aziende a scopo di lucro, debitamente autorizzate, sempre dallo Stato/enti a fare tale attività (bar\ristoranti, ecc….). La locazione è servente all’esecuzione della vostra attività turistica ricreativa, con scopo a fare lucro, eseguita dalle vostre aziende. Inoltre Per natura tale risorsa e’ limitata in quanto bisogna considerare, per ogni comune marittimo, quella realmente utilizzabile per tale scopo….. infine se lo Stato ogni anno non facesse le opere di mantenimento a causa delle condizioni climatiche diverse aree spiaggiabili non ci sarebbero più.

  8. La cronaca proprio ieri ha portato alla ribalta l’ ennesimo scandalo nella UE.
    La casa comune dei popoli non è mai nata mentre prosperano interessi di gruppi di potere di tutti i generi e risme,multinazionali, trafficanti di tutte le rotte,venditori di esseri umani.
    Ci pensino le brave persone quando affermano che difendere il proprio posto di lavoro ,come noi balneari,è un crimine contro il popolo. Chissà se in futuro anche i posti statali verranno messi a lotteria

    • Ancora con le stupidaggini, il vostro posto di lavoro e’ a tempo , scaduta la concessione , fate altro lavoro, siete imprenditori o dipendenti statali?
      Forse tutte e due le cose a seconda di come vi fa comodo.
      Avanti tutta con le stupidaggini.

      • Carlo tu sei un campione nell’arte di dire stronzate, pappagallo di ideologie inculcate dalle lobby dell’alta finanza. Sacchi di soldi a casa della vice presidente del Parlamento europeo, quello in cui dettano le regole per affamare chi non non vuole fare la pecora. Come te Carlo, prototipo di pecora

    • Dopo tante parole al vento seguono i fatti.il nuovo governo si sta muovendo bene con cautela, il primo passo è un confronto con l Europa per cercare l’esclusione dalla direttiva,se questo non va a buon fine si cercherà di redigere i decreti attuativi in modo giusto e legittimo.Mi preoccupano i tempi.Cosa dovranno fare i balneari danneggiati dall ultima alluvione? Dovranno investire per poter lavorare o aspettano le grazie si Cesare?

  9. Croatti se ti trovi una fatica anziché mangiarti il pane del governo, con i soldi delle tasse pagati dagli imprenditori italiani, faresti per la prima volta nella tua vita una cosa utile

  10. carmelo monti says:

    non lo avete riconosciuto?,e’ Sergio Battelli modificato,ma solo per le sembianze,e se cosi’non fosse,e’ sicuramente qualcuno morsicato da Battelli,che anni fa,lavorava in un negozio di animali,e fu morso da un cane che gli trasmise la rabbia.ora non essendo piu’parlamentare,a pensato bene di trasferire il suo morbo ad uno simile a lui……….(ma a quando un vaccino contro la rabbia,e l’ignoranza).

  11. “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”.
    Questi grillini, ancora non si sono resi conto di essere stati bocciati dal popolo italiano, così come non si rendono ancora conto di non contare più niente a causa soprattutto della loro incompetenza. L’ex più grande partito degli ultimi tre governi (Giuseppi “2” e Draghi), in parlamento si sono spesi con tutte le loro forze, e spinti da Draghi, hanno utilizzato (strumentalizzato) la BOLCKSTEIN (rivedetevi l’intervento alla Camera dell’ex onorevole Berti) per distruggere i balneari italiani. Cacciati dai loro posti di comando e ridotti ormai a meri difensori (obbligati al “voto di scambio” per necessità di sopravvivenza) dei percettori di reddito di cittadinanza, continuano imperterriti con la loro politica distruttiva, anche se adesso non sono più in condizioni di nuocere. Incompetenti e ottusi, LA LEZIONE NON GLI È BASTATA!

    • Però nel 2018 quando il governo grillino e leghista vi concesse un ulteriore illegittima proroga con la famosa 145 vi andavano bene e li avete anche votati……. Siate più coerenti …

  12. La 145/2018 è stata fortemente voluta dalla lega con il m.Centinaio , i 5 stelle l l’hanno votata per non perdere la poltrona

  13. Il ministro centinaio e la lega vi hanno sistemato bene…… hanno fatto la legge pur sapendo che la proroga generale era illegittima……

  14. Si parlerà di INGISTIZIE, quando a questa “storia”, sarà messa definitivamente la parola “fine”. Al momento, ci sono 30.000 famiglie di onesti lavoratori-imprenditori messi INGIUSTAMENTE alla gogna, con gravi conseguenze a carico dell’intera collettività, per aver messo in crisi un settore determinante per l’economia di questo Paese. Questa non è solo ingiustizia. È SOPRATTUTTO STUPIDO AUTOLESIONISMO NAZIONALE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.