Attualità

Balneari, Croatti (M5S): “No a passi indietro su ddl concorrenza”

Il senatore pentastellato sollecita le immediate gare delle concessioni

Il Movimento 5 Stelle continua a sollecitare le immediate riassegnazioni delle concessioni balneari tramite gare pubbliche. È quanto emerge dalle parole del senatore riminese Marco Croatti, che nei giorni scorsi è tornato sul tema ribadendo la storica posizione del suo partito: «Nel raggiungimento degli obiettivi legati al Pnrr, quel piano mai votato dal partito della premier Meloni, il governo è chiamato a una corsa contro il tempo, visto che ce ne sono venticinque da portare a casa entro l’anno. Però vogliamo essere chiari: nei decreti attuativi che andranno messi a punto nei prossimi giorni, sul ddl concorrenza non accettiamo alcun indietreggiamento sul fronte delle concessioni demaniali».

«Quest’estate è stata tracciata una rotta chiara: entro il 31 dicembre 2024 andranno fatte le gare, per mettere fine a un regime ingiusto di proroghe e di storture diffuse sulla gestione degli stabilimenti balneari. I cui concessionari, lo ricordiamo, pagano in molti casi canoni irrisori allo Stato», ha attaccato Croatti.

«L’intesa raggiunta con la precedente maggioranza va nella direzione per cui il Movimento 5 Stelle si è battuto. Tutele per le migliaia di imprese virtuose e clausole sociali per i lavoratori: nella formulazione delle nuove norme abbiamo cercato e trovato un punto di caduta per coniugare l’interesse dello Stato, quello delle imprese e infine quello degli utenti che pagano per il servizio», ha concluso il senatore. «Quindi stop a concessioni che passano di mano solo per eredità. L’Ue su questo è stata chiara: il governo lavori subito all’impianto procedurale delle gare. Altri temporeggiamenti per noi sono irricevibili»

© Riproduzione Riservata

Mondo Balneare

Dal 2010, il portale degli stabilimenti balneari italiani: notizie quotidiane, servizi gratuiti, eventi di settore e molto altro.
Seguilo sui social: