Sib-Confcommercio Veneto

Balneari, Berton: “Affrontare le gare con fiducia e sicurezza”

Il presidente di Unionmare: "Le evidenze pubbliche ci chiederanno solo di dimostrare ciò che siamo, ovvero un'eccellenza del settore turistico"

«Unionmare sta contrastando il grande smarrimento provocato dalla sentenza del Consiglio di Stato cercando di far comprendere ai balneari veneti, e mi auguro anche ai colleghi del resto d’Italia, che gli inevitabili percorsi di evidenza pubblica che dovremo affrontare non richiederanno di dimostrare altro che già non facciamo quotidianamente con le nostre aziende, ovvero di essere un’eccellenza del prodotto turistico». Lo ha detto Alessandro Berton, presidente di Unionmare Veneto (costola regionale del Sib-Confcommercio), intervistato da Mondo Balneare (nel video qui sopra). Già a margine della pronuncia di Palazzo Spada che ha dichiarato l’illegittimità della proroga delle concessioni balneari al 2033 e imposto le riassegnazioni tramite gara entro due anni, Berton aveva dichiarato alla stampa locale veneta che «le gare europee non ci spaventano».

«Se dal punto di vista sindacale è opportuno seguire tutti i fronti possibili, a partire dal ricorso a cui sta lavorando il Sib-Confcommercio che sosteniamo con convinzione, dal lato imprenditoriale dobbiamo trasmettere un sentimento di fiducia e sicurezza rispetto al momento storico che stiamo affrontando», ha aggiunto Berton. «Il Veneto ha saputo comprendere prima e meglio rispetto ad altre zone d’Italia la necessità di mettere a sistema le caratteristiche distintive del turismo balneare per porre in sicurezza le nostre imprese. La competizione nel mercato non sarà tra azienda e azienda, bensì tra reti, aggregazioni e gruppi di interesse, e a vincere sarà quasi sempre l’impresa che avrà al proprio fianco la rete più forte».

In merito alla futura riforma del settore, il presidente di Unionmare ha infine detto che «la legge 33/2002 della Regione Veneto potrebbe essere un ottimo spunto, in quanto prevede la realizzazione di progetti di pubblica utilità attraverso la sottoscrizione di un accordo con la pubblica amministrazione che diventa parte integrante della concessione stessa. Questi investimenti devono essere condivisi e presuppongono miglioramenti come l’innalzamento del livello qualitativo non sono per i turisti ma anche per i residenti, o le opere di riqualificazione e di difesa della costa. In un momento storico come quello che ci troviamo a vivere, credo che introdurre questo concetto di “corporate social responsability” a livello nazionale possa dare un ulteriore valore aggiunto e debba essere il punto di partenza per perseguire il legittimo obiettivo della continuità d’impresa facendo opere di beneficio pubblico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alex Giuzio

Caporedattore di Mondo Balneare, dal 2008 è giornalista specializzato in demanio marittimo, turismo e questioni ambientali e normative legate al mare e alle spiagge. Ha pubblicato "La linea fragile", un'inchiesta ecologista sulle coste italiane (Edizioni dell'Asino, 2022).
Seguilo sui social:
  1. Tradotto in prosa, chi sa fare cartello, magari chi sa ‘fare sistema’ col pubblico può avere fiducia, chi va per conto proprio molta meno. A conferma che la bolkestein applicata al settore balneare tutela tutto tranne che il libero mercato.

  2. Berton, tu ti droghi, “aste”, per il piccolo imprenditore balneare, significa perdere il lavoro, non invece, probabilmente, per un “grosso” balneare, con le spalle coperte… Essere imprenditori significa che nessuno ti può espropriare la tua azienda, togliere il tuo lavoro. O non conosci la costituzione o pensi che non abbia valore …

  3. Le concessioni sono già decadute(quelle non oggetto di bandi ) per effetto della sentenza del Consiglio di stato,rimangono in essere fino al 31 dicembre 2023.
    Ogni eventuale proroga governativa sara’ considerata come non apposta.
    Di cosa si sta parlando?
    L esproprio lo hanno fatto i balneari nei confronti dei cittadini che con proroghe illegittime hanno usurpato beni pubblici

      • Signor Carlo come può dire usurpato beni pubblici? Insomma il lavoro autonomo ha tutti i privilegi o peggio di tutto tranne i privilegi dei stipendi da statali? Io non sono un balneatore ma i balneatori come autonomi devono trarre sostegno in ciò che vendono ovvero relax ombrelloni, lettini, su spiagge nonché granite ecc, ecc , se alcune spiagge non erano libere è perché il demanio le ha messe in concessione ,quindi non dia risposta per partito preso ,che gli altri specie se grandi non ti regala niente anzi si pagherà molto di piu

          • Suck, te ne accorgi dopo un secolo che erano a tempo, e dopo aver cancellato leggi sul diritto di insistenza. TE LO DIMENTICHI SEMPRE!!!

            • Nikolaus Suck says:

              No. Sono sempre state a tempo. Lo sono per definizione. C’era sempre scritta una scadenza da tenere presente. Sempre, anche con il diritto di insistenza, che non era il diritto di “stare lì per sempre” ma solo una prelazione, ovvero il diritto di essere preferiti ad altri a parità di condizioni, altrimenti no. Che implica(va), per definizione, sia la scadenza (appunto) che la possibilità di cambiamento. Tutte le concessioni, rinnovabili o meno, possono finire e finiscono prima o poi. Tutte. Non lo potevate e dovevate ignorare.

    • carlo piccola domandina. con quale criterio sono scelti i giudici della plenaria per una faccenda cosi importante? chi risponde prego di fare molta attenzione a cio che dice.

    • Il 31.12.2023 non saranno ancora stati espletati i bandi. Lo sappiamo tutti. Per assegnare le spiagge prima di tale data, la legge di riforma del Codice della Navigazione (che è il testo in cui si disciplinano, tra l’altro, le concessioni a fini turistico ricreativi) dovrebbe essere definitivamente approvata entro questa primavera. Dopo 45 giorni dalla sentenza del CdS non è ancora stato fatto nulla (perlomeno a livello parlamentare).
      Magari Draghi affibbierà al Gen. Figliuolo anche questa incombenza, oltre le vaccinazioni, con i poteri commissariali. Ma non credo che sia giuridicamente fattibile!
      Alternativamente, si fa l’iter di tutte le altre leggi come da Costituzione della nostra Repubblica.
      Ed al 31.12.2023 diventeremo tutte spiagge libere, secondo il CdS.
      A me va bene, tanto per farmela espropriare da un parassita raccomandato meglio che si disperda l’azienda ed il pacchetto di clienti.
      Domanda: ma nel 2024 quando mancherà l’IVA sui 15 miliardi (dice Nomisma) del nostro comparto, e ci saranno alcune centinaia di migliaia di disoccupati in più (i nostri attuali dipendenti) e mancheranno i versamenti dei loro contributi e delle imposte, dove taglierete? Aboliamo il reddito di cittadinanza? Mettiamo la sanità a pagamento?
      Perché ricordatevi: fino a che non si fanno i bandi, forse noi chiuderemo, ma voi certo non riaprirete. E la clientela, dopo che per qualche anno sarà andata altrove (Grecia, Spagna, Boh…) credete che si picchierà per riaffollare le spiagge italiane quando le avrete conquistate?
      State distruggendo un settore. A me non frega un c…o, sono in età di pensione ed i miei figli fanno altro, ma veder raso al suolo il settore balneare che ci fa conoscere all’estero da oltre un secolo mi mette tanta tristezza.

      • Nikolaus Suck says:

        E chi ha detto che si deve riformare il codice della navigazione. Le norme per fare le gare ci sono già, basta applicarle.

    • Teo+Romagnoli says:

      Noi abbiamo ricevuto sabbia nuda e con l’iniziativa e soldi privati CON LE AUTORIZZAZIONI degli ORGANI PREPOSTI creato un’ indotto che soddisfa migliaia e migliaia di turisti…le spiagge libere non mancano di certo. I nuovi investimenti non decementificheranno di certo e tante famiglie italiane finiranno senza lavoro a discapito di incapaci. cosa ci trovi di bello io non lo so. Ricordo a tutti che c’è una LEGGE che ha dato le proroghe fino al 2033 e io ho la concessione in mano.. per togliermelo ci vorranno 1000 e più carlo..

  4. Illegittime un paio di palle, i balneari hanno titoli protocollati al 2033 ex 145/2018 firmata dal presidente della repubblica. Parlamento, esecutivo, presidenza della repubblica risolvano il loro conflitto istituzionale con la magistratura amministrativa e nel caso risarciscano chi ha un contratto in essere fino al 2033.

  5. Caro Carlo,tu fai il Gay col sedere degli altri,,,,noi abbiamo creato il pacco clienti e tu ora te lo vorresti accaparrare…vai a lavorare!!!!!!

  6. Carlo ha semplicemente riportato quanto stabilito in una sentenza definitiva che ha annullato la l’ennesima proroga.

    Se fate finta di non capire la sentenza e ritenere il vostro titolo vale ancora,leggetela

    Avete sottratto dei beni pubblici a tutti i cittadini e’ ora di scrivere alla Commissione Euoropea per invocare un intervento immediato, se necessario anche l’intervento della magistratura penale ancor prima del 2023:

    grow-e2@ec.europa.eu

    cab-breton-contact@ec.europa.eu

    • Ho chiamato Ursula, ha detto che fra pandemia, flussi migratori, Turchia, Ucraina, Libia, Afghanistan ed un paio di altre cosette non vedeva l’ora che tu gli spaccassi i maroni. ha detto che se ti incontra per strada ti pianta un palo da ombrellone…

      nel giardino di casa. Cosa pensavi, zozzone!

    • Finiscila non abbiamo usurpato niente a nessuno.a mio suocero gliel’hanno tirata dietro la spiaggia xché nessuna la custodiva,ignorante pensa a fare il tuo lavoro. E si…oggi ti piacerebbe .

    • francesco intanto rispondi al mio quesito altro che aste. come sono stati scelti i giudici della plenaria del cds di cui patroni griffi ne era presidente? altro che sottrazione di beni pubblici ( sempre a dire le solite stronzate). le sentenze del Consiglio di Stato non diventano legge. Soltanto talune sentenze della Corte Costituzionale (le sentenze manipolative) consentono di apportare modifiche, in senso sostitutivo e/o additivo di norme, a leggi. sentenze delle giurisdizioni superiori quali Corte di Cassazione e, Consiglio di Stato, vengono regolarmente citate per indicare gli indirizzi adottati dalla giurisprudenza in riferimento a determinate vicende. fate sempre finta di non capire voi haters e astisti …ai balneari dico di scrivere al messaggero al foglio al tempo a mattarella ( poichè è lui che ha firmato la legge 145/2018 e pubblicata sul gazzettino ufficiale) alla corte di giustizia europea per i diritti dell uomo e alle varie forze politiche affinchè si indaghi su quanto fatto dal consiglio di stato e alla scelta dei giudici, per poi spiegarci il perchè dell incontro giavazzi ( consigliere personale di draghi) con patroni griffi( cosi come affermato dal foglio di giuliano ferrara) dico a tutti i balneari e chi ha cuore la nostra causa di vedere il video del summit di teramo dove viene smontata la sentenza del cds e dove emergono gravi incongruenze tra quanto afferma la sentenza e la difesa della nostra categoria. altro che aste , io lo chiamerei furto. redazioneweb@ilmessaggero.it lettere@ilfoglio.it
      redazione.web@iltempo.it e-mail: uff2.dgdirittiumani.dag@giustizia.it
      e-mail: (posta certificata): prot.dag@giustiziacert.it
      0033388 412018
      Corte Europea dei diritti dell’uomo. Consiglio d’Europa, 67075- STRASBOURG-CEDEX – FRANCIA. (telefono 0033388 412018, telefax 0033388 412730, sito INTERNET http://www.echr.coe.int/echr/Homepage_FR ).

    • Teo+Romagnoli says:

      Noi siamo i custodi di un bene pubblico e abbiamo sempre rigato dritto altrimenti ce lo avrebbero già tolta. Non hai un’idea dei sacrifici e grattacapi che abbiamo noi imprenditori. La sentenza è SUPER-INGIUSTA e NON È DEFINITIVA!

  7. Prego la Redazione di rimuovere le ingiurie e minaccie di Bho Dorotea e Andrea e altri

    Quindi il vostro obbiettivo è non avere una riforma in modo da avere ulteriore caos e incertezza affinchè il governo possa legittimare un ulteriore proroga sulla base di un atto prorogato e decaduto,ok ho capito. E’ una valida strategia

    • Non è un obbiettivo. E’ una constatazione. Tanti parlano ma nessuno fa le leggi. Ricordatevi che il CdS ha detto che i titoli concessori attuali sono nulli. Non ha scritto come fare le gare. Quello lo lascia al parlamento. E se questo non agisce non è colpa nostra. Noi siamo i primi danneggiati.
      Il governo gialloverde ha dato la proroga al 2033 promettendo all’Europa di avviare la riforma del demanio in quattro mesi e concluderla in due anni. Poi non ha fatto letteralmente nulla. Allora l’Europa ci ha messi in mora ed il CdS ha sentenziato.
      Il governo ci ha danneggiati, ed io credo che l’unica cosa che avverrà entro il 2023 sarà la class action dei balneari a Conte e c. per non aver rispettato gli impegni presi con la 145/18.
      E vedrai che la ragione non pende dalla parte di un governo che promette all’Europa e poi non mantiene, facendo azzerare un comparto economico

      • Lorenzo Pinto says:

        Adesso attribuire a Conte tutto il disastro mi pare assurdo.
        Innanzitutto, chi era nel governo Gialloverde che ha fatto la proroga sono i leghisti con il loro ministro, casomai fate causa a Garavaglia, anche perché Conte, che avrà certamente i suoi difetti è stato travolto dal Covid e si è bloccato tutto.
        Ce ne sono parecchi prima di lui che non hanno mosso un dito per 15 anni, e a TUTTI VOI andava benissimo così.
        Basta ipocrisie.

        • Veramente faremo causa al governo. Non si può fare causa ad un solo ministro. E’ un organo collegiale.
          E comunque la L 145/18 impegnava il governo a fare la riforma, per cui tutto il governo è colpevole.
          Peraltro non c’era Garavaglia ma Centinaio.
          Vedrò comunque di mettere una buona parola per il tuo amico Conte, dato che ti sei attapirato a vederlo preso di mira.

          • Lorenzo Pinto says:

            Di Conte non m’importa granché, ma prendersela solo con lui è da vigliacchi e ipocriti
            Se vi avesse proposto riforme e adeguamenti seri, l’avreste crocifisso, e lo sapete benissimo.

    • Io non ho minacciato nessuno.sai cosa significa ignorante..?ignorante in materia visto che non ne sai nulla.Sarai avvocato o altro ma di spiaggia non puoi capire…forse solo di legge.comunque rimane tutta invidia! Non ti offenderai x così poco. Voi “antilobby” ci state massacrando.Vorrei vedete te se da un momento all’altro ti ritroveresti senza lavoro e mutui da pagare caro.Abbiamo solo lavorato con quello che abbiamo,mi dispiace x te se non sei “fortunato ” come noi.quindi questa si chiama INVIDIA.

  8. Aldobrando Tognoni says:

    Questo signore mi fa meraviglia che sia un balneario ,sicuramente non comprende la situazione drammatica in cui sono precipitate tantissime famiglie

  9. Ancora non e’ chiaro.

    Non e’ obbligatorio fare una riforma,solo una facolta’,peraltro nel vostro interesse.

    Diversamente i criteri per fare i bandi gia ci sono, i suddetti criteri vengono applicati alle aree libere su cui i Comuni fanno i bandi.

    Quindi o riforma o non riforma i Comuni,se ritengono fanno i bandi, diversamente il Comune puo’decidere di non fare il bando per quel lotto

  10. FernandoFernando says:

    Aste solo per gli italiani. Come la truffa degli EURO dati in prestito con interessi al rialzo (aste marginali) per noi. I prussiani non pagano nulla , con la scusa che le richieste sono fatte tramite banche statali. Le nostre le ha svendute chi ha fatto prendere la decisione al c.d.s. così velocemente. Stanno facendo un esproprio.

  11. Aste solo per gli italiani. Come la truffa degli EURO dati in prestito con interessi al rialzo (aste marginali) per noi. I prussiani non pagano nulla , con la scusa che le richieste sono fatte tramite banche statali. Le nostre le ha svendute chi ha fatto prendere la decisione al c.d.s. così velocemente. Stanno facendo un esproprio.

  12. Il presidente di union camere Berton si sta arrendendo senza combattere, vergogna. Ai ben pensanti pongo il mio caso: ho improntato la mia vita e quella dei miei figli trentanni fa su questo lavoro e ci ha permesso di vivere, senza renderci ricchi, nella mia zona le concessioni sono di media di 35/40 metri quindi e’ impossibile arricchirsi, ti permettono di vivere come con qualsiasi altro lavoro.E oggi qualcuno dall’europa vuole dirci e insegnarci a fare il nostro lavoro, creando decine di migliaia di disoccupati!!!!!!!. Faccio una provocazione sono disponibile a cedere gratis al comune la mia concessione a condizione che ci assuma come dipendenti a lavorare sette giorni su sette per 15 ore al giorno pagandoci gli straordinari i festivi al prezzo di 8 euro all’ora.Siamo tre persone che lavoriamo nella spiaggia.

    .

    • Lorenzo Pinto says:

      Capisco la provocazione, ma se lo Stato vi assumesse alle tue condizioni per i soli mesi estivi, fareste veramente la fame.

    • Teo+Romagnoli says:

      Io sono come te.. imprese famigliari di italiani innamorati del loro lavoro che fanno passare liete vacanze agli operai italiani..e dopo aver creato ricchezza e benessere con indotti, investimenti e debiti, ci VORREBVERO cavare il frutto dei nostri sacrifici. INGIUSTO! PS i mutui degli investimenti in virtù della legge al 2033 scadono nel 2032..chi li paga? Il nuovo concessionario????

  13. Questi troll che continuano a denigrare i balneari fingono di cadere dal pero ignorando di proposito che su buona parte degli affidamenti diretti si è innestato nel corso degli anni un libero mercato, per cui buona parte degli attuali concessionari ha comprato a prezzo di mercato la propria azienda, che se venisse mandata a gara verrebbe come dice bene Nick ‘espropriata dai parassiti raccomandati’. E anche posti di fronte a questa evidenza questi troll vogliono continuare a ignorarla per fingere di credere imperterriti che tutti i balneari abbiano avuto in regalo le concessioni direttamente dallo stato. Se da 15 anni la bolkestein deve essere ancora applicata è proprio perché i problemi che comporta sono molto complessi e fonte di controversie.

    • Lorenzo Pinto says:

      Comprare a prezzo di mercato una concessione per sua stessa natura non eterna, è stata una vostra scelta.
      Se la prenda con sé stesso, non con i “troll” che non significa proprio niente.
      Io mi firmo, uno tra i pochi, e non mi paga nessuno.
      Semplicemente commento, perché è un sito pubblico e aperto ai commenti.
      Cresca un po’, invece di strillare come un marmocchio, e riveda le sue scelte passate, evidentemente sbagliate.

      • Teo+Romagnoli says:

        Ma scusa dietro una lucida analisi come quella di Bfo hai il coraggio di commentare? Dici che non sei pagato..allora stai MALE..! fatti una vacanza al mare, magari nel mega complesso della multinazionale a 100 € al giorno servito da un Bangladesh ( senza offesa agli stranieri) per rinfocillare il conto alle Cayman..

  14. Se qualcuno ritiene il Presidente del Consiglio (con tutti i giudice della Plenaria!!)
    AVER COMMESSO ILLECITI,denunci tutto alla Procura della Repubblica di Roma.Diversamente le allusioni non aiutano alla causa,anzi

    Smontata la sentenza in un video?

    ..le sentenze sino a quando ci sono si rispettano,se non si vogliono rispettare o si fa ricorso, se e’ possibile, o si pagano le conseguenza della violazione

    • felice hai parlato per non dire nulla. come si sono scelti i giudici della plenaria ? ti do un aiuto, sono stati scelti oppure sono stati estratti a sorte? facile da rispondere o no? inoltre la tua famosa sentenza è stata completamente smontata e non è perchè si chiama consiglio di stato sia il cristo redentore e tutto ciò che dice sia vangelo e non si può contestare , è stato già fatto e nel summit di teramo è spiegato benissimo . le denuncie ci saranno eccome , dai tempo al tempo non preoccuparti che noi la guerra la faremo e abbiamo anche le argomentazioni da esporre

  15. Da Giurdanella.it
    “L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato è il massimo Consesso della giustizia amministrativa avente funzione nomofilattica, finalizzata a garantire l’applicazione uniforme del diritto da parte dei giudici amministrativi. In particolare è chiamata a risolvere questioni di diritto di particolare rilevanza o sulle quali sussiste contrasto giurisprudenziale, ai sensi dell’art. 99 del Codice del Processo Amministrativo.”
    Non lobby…

    • riccardo la domanda era un altra , come sono stati scelti i giudici , con quale criterio, sono già in essere oppure ( per una vicenda cosi importante) scelti tramite sorteggio

    • Sono di sinistra! Quella non è una sentenza, é un esproprio stalinista! Dimostrazione che l’adunanza plenaria del consiglio di stato pende a sinistra! D’altronde é palese, lo hanno capito anche i muri, che la sinistra ha sempre spinto per attuare la Bolkestein in Italia, quando in altri paesi europei vedi Spagna, Francia, Portogallo, Olanda ecc ecc, hanno risolto la questione in maniera più intelligente. Mi piacerebbe tanto sapere cosa hanno in mente di fare tanti burocrati di sinistra. Mi piacerebbe tanto saperlo!!!

  16. A chi le spara piu grosse: “….. su buona parte degli affidamenti diretti si e’ innestato il libero mercato…”
    Ciioe’ il libero mercato( inteso di compravendita) innestato su un mercati chiuso ,Fatto di affidamenti diretti .
    Va tutto bene

    • Non conosci quello di cui parli. Parla di virus e vaccini che sicuramente di quelli ne sai di più. O astieniti che fai più bella figura. Secondo il tuo ‘ragionamento’ visto che i terreni edificabili sono limitati da piano regolatore allora ne segue che il mercato immobiliare non è un libero mercato.

  17. Caro Berton, non stai facendo affatto gli interessi dei balneari, ancor meno dell’Italia, inoltre, il Veneto, non è una Regione diversa dalle altre!

  18. Berton chi te lo fa fare?

    tienili contenti digli che pretenderai al 2024 un altra proroga , poi alla rifoma facciamo sempre in tempo a farla
    Ti applauderanno tutti come le foche al circo Togni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.