Eventi

A Lecce la prima conferenza nazionale sui paesaggi costieri

Il 15 e il 16 luglio all'ex convento dei Teatini due giorni di incontri e una mostra fotografica

Il 15 e 16 luglio Lecce ospiterà nell’ex Convento dei teatini la prima conferenza nazionale sui paesaggi costieri italiani, dal titolo “Coste in movimento”, promossa da Legambiente e dall’Osservatorio paesaggi costieri italiani con il contributo del Comune di Lecce, dell’assessorato all’ambiente della Regione Puglia e del Parco naturale regionale Bosco e Paludi di Rauccio.

«I litorali sono oggi al centro dell’attenzione scientifica e politica in tutto il mondo per le conseguenze che i cambiamenti climatici possono avere su ecosistemi delicati e su un patrimonio paesaggistico che, in particolare in un paese come l’Italia, rappresenta una grande risorsa ambientale e un fattore di attrattività turistica per i diversi territori», recita la presentazione dell’evento. «Obiettivo dell’iniziativa è di contribuire ad alzare l’attenzione e il confronto sul tema attraverso la presentazione di studi e analisi originali sulle politiche più efficaci per adattare le aree costiere italiane a uno scenario di cambiamenti rilevanti».

Gli incontri potranno essere seguiti gratuitamente negli spazi dell’ex convento, con il rispetto delle norme di prevenzione legate al Covid, e in diretta sulle pagine social di Legambiente e dell’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani. La conferenza sarà articolata su due giornate: la prima di confronto pubblico di livello nazionale sui temi del clima, dell’erosione delle spiagge e della fruizione turistica, con la partecipazione di esperienze da diversi Comuni italiani, di Ispra, di alcuni ministeri e della Regione Puglia. Il secondo giorno è previsto invece un appuntamento articolato in seminari scientifici di ricerca con le principali università e centri di ricerca impegnati sui diversi temi che riguardano le aree costiere.

Inoltre, il 15 luglio verrà inaugurata nello spazio dell’ex Convento dei teatini una mostra fotografica con i risultati del concorso nazionale “Erosioni”, dedicato alle trasformazioni dei territori costieri, e a seguire un dibattito nel chiostro. Invece il 16 sera è previsto il lancio di un concorso letterario sui temi del mare e a seguire un confronto che vedrà la partecipazione dello scrittore Leonardo Palmisano e di Oscar Buonamano.

«Le aree costiere sono una delle principali sfide ambientali che il nostro paese ha di fronte in uno scenario di cambiamenti climatici e di crescente pressione turistica», dichiarano Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente, e Ruggero Ronzulli, direttore di Legambiente Puglia. «Per farci trovare pronti sarà fondamentale approfondire scenari e rischi per i diversi territori, per trasformarli in opportunità di valorizzazione dei diversi territori attraverso nuove politiche. Siamo felici che sia Lecce a ospitare questa prima conferenza nazionale per l’impegno posto sul tema da parte dell’amministrazione comunale e abbiamo bisogno di esempi virtuosi da far conosce nella tutela e corretta fruizione di questi delicati ecosistemi in trasformazione».

«Siamo felici e riconoscenti che Legambiente abbia scelto Lecce per tenervi la prima conferenza nazionale sui paesaggi costieri: lo consideriamo un segno di attenzione verso la nostra città, nella quale il tema della cura e della salvaguardia dell’ambiente costiero rappresentano una bussola che orienta le strategie di sviluppo», commenta il sindaco di Lecce Carlo Salvemini. «Occorre promuovere un nuovo modello di costa sostenibile, adeguatamente attrezzata e multifunzionale, dare centralità ai saperi scientifici e agli strumenti di pianificazione per affrontare i cambiamenti che il clima pone davanti a noi nei prossimi anni. Questo appuntamento credo possa rappresentare un’occasione di confronto e discussione per tutti gli amministratori dei Comuni costieri del Salento e della Puglia, ciascuno impegnato nella costruzione di modelli di sviluppo economico duraturi per le proprie comunità che garantiscano attenzione alle risorse ambientali e ai problemi che la loro tutela ci pone».

Il programma inizierà giovedì 15 luglio alle ore 17, con la prima sessione della conferenza dal titolo “Le coste italiane alla sfida dei cambiamenti climatici e dell’erosione costiera”. Interverranno:

  • Gabriele Nanni (Legambiente): Presentazione del Rapporto spiagge 2021 di Legambiente
  • Rita Lecci (CMCC): “I cambiamenti climatici nel Mediterraneo: situazione attuale e prospettive future”
  • Andrea Salmeri e Filippo D’Ascola (Ispra): “Fascia costiera e cambiamenti climatici: le attività di Ispra e il monitoraggio delle coste italiane”
  • Enzo Pranzini (Università di Firenze – GNRAC): “La gestione dell’erosione costiera: strategie per il passato”
  • Anna Montini (assessore all’ambiente del Comune di Rimini)
  • Leonardo Beccarisi (Area marina protetta Torre Guaceto)

La seconda sessione, dal titolo “Fruizione turistica, sostenibilità e accessibilità per tutti alle spiagge italiane”, sarà coordinata da Sebastiano Venneri (responsabile nazionale turismo di Legambiente) e vedrà i seguenti interventi:

  • Rita Miglietta (assessore alle politiche urbanistiche del Comune di Lecce)
  • Francesco Palumbo (Regione Toscana, progetto “Turismo sostenibile”)
  • Alessandro Berton (presidente Unionmare Veneto)
  • Fabiano Aretusi (I Lidi del Parco a Torre del Cerrano)
  • Roberto Vitali (presidente Village 4 All)
  • Agostino Biondo (coordinamento nazionale “Mare Libero”)

Al termine della giornata, dopo l’inaugurazione della mostra fotografica si avrà luogo un dibattito fra Carlo Salvemini (sindaco di Lecce), Anna Grazia Maraschio (assessore all’ambiente della Regione Puglia), Massimo Garavaglia (ministro del turismo, in attesa di conferma), Antonio Capacchione (presidente Sib-Confcommercio) ed Edoardo Zanchini (vicepresidente nazionale Legambiente). Coordina la giornalista di Domani Giovanna Faggionato.

​La seconda giornata di venerdì 16 luglio partirà invece alle 9.30 con il convegno “Resilienza e adattamento. Esperienze di ricerca lungo le coste italiane”. Dopo l’introduzione di Michele Manigrasso (Osservatorio paesaggi costieri italiani) e i saluti di Lorenzo Pignatti (direttore del dipartimento di architettura dell’Università di Pescara), interverranno Romeo Farinella (docente di urbanistica all’Università di Ferrara), Mattias Gaglio (ricercatore di ecologia al dipartimento di scienze della vita e biotecnologie di Ferrara), Morena Luchetti (avvocato e phd all’Università di Macerata) e Federico Zanfi (docente di urbanistica al Politecnico di Milano). Coordina Matteo di Venosa (docente di urbanistica all’Università di Chieti-Pescara).

In seguito, alle 11.45 avverrà la presentazione dei contributi per l’atelier di ricerca selezionati tramite call: per il tema “Rigenerazione dei paesaggi costieri naturali e rurali”, Nicola Martinelli, Maddalena Scalera e Maria Cristina Tagarelli (Politecnico di Bari e Università degli Studi della Basilicata); Giovanni Randazzo e Stefania Lanza (Università di Messina); Francesca Rossi (Università di Roma); per il tema “Rigenerazione dei paesaggi costieri urbanizzati”, Alberta Franceschini, Marta Minà e Anna Giannetti (comitato cittadino “Salviamo la Pro Infantia” di Terracina e Circolo Legambiente Terracina Pisco Montano); Caterina Palestini (Università di Chieti-Pescara); Pasquale Balena, Alessandro Bonifazi, Giulia Motta Zanin e Carmelo Maria Torre (Politecnico di Bari); per il tema “Pianificazione e gestione integrata del turismo costiero e demanio marittimo”, Matteo D’Ambros e Sergio Sanna (Politecnico di Torino e Accademia di Belle Arti di Palermo); Federica Montalto (Politecnico di Bari); Annarita Angelini, Mariflo Magli, Francesco Maiorano e Marco Massari (Parco regionale dune costiere). Discussant Romeo Farinella, coordina Michele Manigrasso.

Ancora, alle 17.30 sarà la volta di “Progetto Puglia. Tavola rotonda dedicata alle esperienze sul territorio pugliese”. Interverranno Mariella Annese (direttrice di Uban@it), Angela Barbanente (docente di urbanistica al Politecnico di Bari), Luigi Guastamacchia (ahitetto, Regione Puglia), Stefano Margiotta (geologo, Università del Salento), Rita Miglietta (assessore alle politiche urbanistiche del Comune di Lecce), Ruggero Ronzulli (presidente Legambiente Puglia). Conclude Matteo di Venosa, coordina Nicola Martinelli).

​Infine, alle 19.30 si terrà la presentazione del concorso letterario “Tra le pagine del mare. Le identità dell’Italia costiera animano la letteratura in prosa” (con Lia Fedele e Amedeo Minischetti dell’Osservatorio paesaggi costieri italiani, l’editore Salvatore Primiceri e il geologo Stefano Margiotta dell’Università del Salento); e alle 20.30, dopo l’aperitivo con musica nel chiostro, Oscar Buonamano dialoga con lo scrittore Leonardo Palmisano per “Tutto torna. Il Belpaese tra fiction e realtà”.​

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: www.paesaggicostieri.org.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Legambiente

Legambiente è un'associazione ambientalista italiana, fondata nel 1980.
Seguilo sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *